Sanlorenzo 52Steel Seven Sins. Il gigante leggero

Realizzata in collaborazione con Officina Italiana Design, Seven Sins è la prima della serie 52Steel ad esser stata varata. Elegante e maestosa in acqua, ha un disegno della zona di poppa innovativo e sorprendente. Incredibile la capacità di continuità tra esterni ed interni

 by Luca Sordelli, photo ©Guillaume Plisson

Escono dai cantieri come complessi e giganteschi esseri, ma poi sanno galleggiare con incredibile leggerezza. Ci sono yacht che nascono con la rara e meravigliosa virtù di sapersi inserire perfettamente nel paesaggio marino che li circonda. A dispetto delle loro dimensioni, della loro stazza, stanno bene in mare, nelle rade, nei porti. Seven Sins è lungo 52 metri, si eleva su cinque ponti, pesa 500 tonnellate, ed è uno di questi.

Sanlorenzo-Seven SinsÈ il primo 52Steel di Sanlorenzo, frutto della collaborazione di Officina Italiana Design di Mauro Micheli e Sergio Beretta, realizzato nel nuovo cantiere di La Spezia di Sanlorenzo, Divisione Superyacht.

Il racconto di Seven Sins non può non partire dalla poppa, fonte di “wow” a ripetizione. Si apre lateralmente come i petali di un fiore: le due fiancate nascondono due terrazze che si ribaltano e diventano l’accesso privilegiato al mare; il portellone si apre e il garage si allaga e fa scivolare velocemente fuori il tender; dall’alto cala un pannello che crea un’unica beach area tra le due terrazze e, soprattutto, rivela la grande superficie vetrata della piscina sul ponte principale. Difficile non rimanere a bocca aperta: il tender garage si trasforma in un vero salone sull’acqua, i raggi del sole formano giochi di luce attraverso l’acqua della piscina. Altra meraviglia di Seven Sins è l’accoglienza e vivibilità a bordo.

Gli ospiti, anche se ben protetti dagli sguardi esterni, sono comunque totalmente immersi nel paesaggio esterno. Sia il main deck che l’upper deck hanno una sconfinata superficie vetrata scura a tutta parete, i mobili bassi suddividono gli spazi senza ostacolare in nessun modo la vista, e lo stesso fanno le impavesate, trasparenti, invisibili. All’armatore è riservata la sua grandiosa suite a tutto baglio sul ponte principale, con annessa una zona ufficio e uno sconfinato bagno che sfrutta tutta la larghezza di Seven Sins ed è rivestito in marmo proveniente dalla stessa cava da cui Michelangelo si approvvigionava per le sue sculture.

Sanlorenzo-Seven Sins 2Due le cabine Vip e due quelle ospiti, entrambe sul ponte inferiore, mentre una sesta cabina ospiti è stata ritagliata sull’upper deck. Tutte le aree riservate all’equipaggio (10 persone), incluse le cabine, la cucina, i locali di servizio, la timoneria e le aree tecniche sono radunate nell’under lower deck. Molta attenzione è stata dedicata allo studio della circolazione a bordo per evitare interferenza tra le attività dell’equipaggio e quelle degli ospiti.

Sanlorenzo-Seven Sins 3 Spinto da due motori MTU 12V4000 M63 il 52 Steel viaggia a 17 nodi di velocità massima, 15 nodi di velocità di crociera (consumando circa 340 litri/ora di carburante) e ha più di 4.000 miglia di autonomia navigando ad 11 nodi (139 l/h). Il tutto nel più assoluto silenzio: grazie alle ricerche condotte dall’Ufficio Tecnico di Sanlorenzo nel campo della riduzione di rumore e vibrazioni, le cabine e tutte le zone living sono avvolte nell’assoluta tranquillità. Mentre Seven Sins viaggia, leggerissimo, sull’acqua.

SANLORENZO
Cantieri Navali di La Spezia
Viale San Bartolomeo, 362
I-19126 LA SPEZIA
T.+39 0584 38071
www.sanlorenzoyacht.com

Sanlorenzo 52Steel Seven Sins – La scheda tecnica

Progetto: Officina Italiana Design • Sanlorenzo Engineering

Scafo: Lunghezza f.t. 52,00m • Lunghezza al galleggiamento 43,40m • Larghezza massima 9,40m • Immersione a pieno carico 2,65m • Dislocamento a pieno carico 500 t • 499 GT • Materiale di costruzione acciaio • Capacità serbatoi carburante 55.000 l • Serbatoio acqua dolce 15.000 l • Serbatoio acque grigie 4.500 l • Serbatoio acque nere 2.000 l • Ospiti 10/12 persone • Equipaggio 9 persone

Motori: 2 x MTU 12V 4000 M63 • Potenza motori 2 x 1.500 kW a 1800 giri/min • Autonomia 4.000 nm a 11 nodi • Velocità massima 17 nodi • Velocità di crociera 15 nodi

(Sanlorenzo 52Steel Seven Sins. Il gigante leggero – Barchemagazine.com – Settembre 2017)