Michele Bontempi, perseguiamo la bellezza

Michele Bontempi, amministratore delegato di Bontempi Casa, è l’interprete di una filosofia imprenditoriale molto precisa, figlia di una storia lunga oltre 60 anni

by Francesco Michienzi

Michele Bontempi è un imprenditore con una visione chiarissima, persegue la bellezza, il comfort e la qualità assoluta, con lo sguardo sempre rivolto al futuro. Il brand è da sempre animato dalla passione di trasformare la materia prima in oggetti di design. I prodotti di Bontempi Casa sono creati totalmente in Italia.

Come inizia la vostra storia imprenditoriale? La nostra è una storia in cui perseveranza, determinazione, flessibilità e passione sono rimasti costanti nel tempo quasi fossero il Dna dell’azienda. La nostra tradizione è quella di essere innovativi, di relazionarci con il presente e di guardare al futuro aggiornando la nostra storia. Il 2023 è per Bontempi Casa un traguardo importante nel suo percorso evolutivo, un punto che attesta il forte impegno dell’azienda diventata protagonista nel settore dell’arredamento ed espressione del design Made in Italy nel mondo, rappresentandone perfettamente i valori: una famiglia di imprenditori e un forte legame con il territorio attraverso 60 anni, due generazioni, una collaudata squadra.

Qual è il valore aggiunto di far parte di un grande gruppo come Colombini? Anche quella del Gruppo Colombini è una storia di famiglia e siamo accomunati dalla stessa filosofia. Questa aggregazione è la strategia per una crescita continua, e ci consentirà di affermare con maggior vigore ed efficacia i nostri progetti, consolidando la nostra attuale posizione. Grazie alla perfetta reciprocità di vision, ideali, mercati e prodotti, con la volontà condivisa di investire in tecnologie e innovazione, affronteremo con ancor più positività ed entusiasmo le opportunità future. Il viaggio intrapreso insieme ci permette di cogliere il massimo del nostro potenziale garantendoci la più ampia autonomia operativa per continuare il nostro percorso di creatività attraverso la ricerca di nuovi elementi e lo sviluppo delle nostre collezioni.

Abbiamo voluto rinnovare tutta la Collezione Divani puntando molto all’estetica e al comfort, utilizzando per le imbottiture materiali di ultima generazione.

Qual è la vostra filosofia aziendale? Sorprendere con la bellezza e soddisfare il cliente è alla base della strategia di Bontempi Casa fin dalla sua fondazione. La nostra filosofia è guidata dal desiderio di creare oggetti che evidenzino le qualità del Made in Italy proiettando nel futuro la sua heritage e mantenendo la solidità dei rapporti costruiti nel tempo con i nostri fornitori e clienti. Abbiamo fatto della continua ricerca della qualità la nostra mission, rinnovando le nostre proposte con soluzioni d’arredo in sintonia con gli stili di vita, i desideri e le esigenze di un mondo in continuo mutamento e che sappiano coniugare raffinatezza e funzionalità. Quando pensiamo a un nuovo pezzo ne immaginiamo l’utilizzo, la collocazione e il mood. L’intuito e la passione alimentano il nostro pensiero creativo ogni giorno.

Su quali elementi puntate per conquistare il mercato? Vince chi innova non solo il prodotto, ma anche il processo di vendita. La qualità è un requisito minimo per stare sul mercato, ma anche il miglior elemento di arredo non si vende da solo, le vendite sono il motore dell’impresa, per cui è fondamentale avere una buona strategia commerciale. Marketing e vendite sono due facce della stessa medaglia. Azioni di marketing “su misura” ed emozionali, che comunichino con efficacia i valori aziendali, preparano il terreno per la vendita. Fondamentale è anche investire sulla promozione del brand sui mercati globali. Oggi Bontempi Casa è un’autorevole testimone del Made in Italy nel mondo. La nostra capacità di prestare ascolto al mercato, leggere i trend e prevederli, si riflette anche nella strategia adottata per selezionare le location che meglio si prestano all’insediamento di un nuovo negozio. Abbiamo aperto diversi Bontempi Spaces in location strategiche.

MI PIACE DARE SPAZIO AI CREATIVI E APPREZZARE IL LORO LAVORO, MI PIACE CHE I NOSTRI PRODOTTI VALORIZZINO IL BRAND,
MA ANCHE LA LORO VISIONE ESTETICA.

Qual è la vostra idea di abitare? In che modo la tecnologia ha cambiato e si integra con le scelte del vostro brand? In diverse lingue, vivere è sinonimo di abitare. La casa ne è il luogo per eccellenza ed è un microcosmo, rappresenta il nostro essere e ci sono infiniti modi di viverla, esigenze diverse si mescolano e si sovrappongono. Oggi gli spazi sono poliedrici, multifunzionali. Per noi l’arredamento si deve integrare con l’architettura della casa per instaurare un dialogo fluido con l’ambiente. Riguardo alla tecnologia, abbiamo presentato da pochi mesi il nuovo sito web e configuratore di prodotto, i primi step di una roadmap di trasformazione digitale che abbiamo intrapreso a disposizione di architetti, progettisti e clienti finali per mostrare ogni elemento in tutte le sue varianti di forma, dimensione e materiale. Inoltre, nello studio di un nuovo prodotto utilizziamo tecniche di stampa in 3D per testarne la forma e l’adattamento dei componenti. Nel nostro settore ci sono sviluppi importanti anche riguardo alla tecnologia per la sostenibilità; nel percorso eco-friendly che abbiamo iniziato, abbiamo realizzato la sedia Rocket green, per noi un primo grande traguardo. Grazie alla tecnologia abbiamo design sofisticati e nuovi materiali, fibre e finiture che permettono alle superfici di garantire performance tecniche molto elevate esaltando l’aspetto estetico di ogni singolo dettaglio.

ABBIAMO TESSUTI, MATERIALI E FINITURE DALLE ALTE PRESTAZIONI PER L’OUTDOOR RESIDENZIALE CHE SONO CERTAMENTE IDONEE
ALLO YACHTING.

L’impegno verso la sostenibilità sta mutando lo stile dell’abitare e di produrre? L’obiettivo è quello di realizzare un processo di cambiamento e l’adeguarsi o l’anticiparlo, come è nel nostro stile, significa produrre in modo sostenibile per mezzo di soluzioni avanzate e processi produttivi a minor impatto, senza rinunciare a qualità e comfort. La sostenibilità rappresenta una direttrice di sviluppo necessaria per rispondere a un consumatore sempre più attento e a un quadro normativo sempre più stringente.

Interviene personalmente nella scelta dei nuovii modelli? Mi occupo dell’aspetto imprenditoriale e delle scelte creative, il mio ruolo di Ceo e Art Director mi permette di avere una doppia visione. Come Ceo ritengo prioritario comunicare e trasmettere il valore del nostro lavoro. Il mio ruolo di Art Director riguarda la scelta e la direzione degli stakeholders coinvolti a tutti i livelli della realizzazione: dai designer ai produttori, al management.

Qual è il suo rapporto con i designer che lavorano per voi? Mi piace dare spazio ai creativi e promuovere il loro lavoro, mi piace che i nostri prodotti valorizzino il brand, ma anche la loro parte estetica. Insieme realizziamo collezioni che rappresentano l’anima di Bontempi Casa. Il confronto con realtà, nazionalità, sensibilità e culture diverse è il modo migliore per trovare nuove strade creative. Il design non identifica uno stile di arredamento particolare, ma è la sintonia di tutti gli elementi che compongono un ambiente e arricchiscono l’atmosfera di chi lo vive, questo è ciò che ci accomuna.

I DESIGNER CHE SONO ENTRATI A FAR PARTE DEL TEAM CREATIVO CONDIVIDONO I NOSTRI STESSI VALORI PER POI INTERPRETARLI IN MANIERA PERSONALE.

Quali sono i modelli di cui siete particolarmente fieri? Siamo fieri di ogni collezione che abbiamo creato perché ognuna ha contraddistinto un periodo della nostra storia e ha rafforzato la nostra identità.

Quali sono i vostri obiettivi in termini di penetrazione del mercato e di fatturato? Abbiamo aperto il nostro primo flagship store a Milano in occasione della settimana del Salone del Mobile. L’apertura di Miami, negli USA, è prevista per il primo trimestre del 2024 e perseguiremo questa strategia di retail volta a potenziare la nostra presenza in territori strategici e con la collaborazione di partner consolidati nell’area di riferimento. Vogliamo creare un network di flagship store e di particolari space Bontempi Casa all’interno di altre importanti realtà commerciali. Attualmente siamo presenti in 39 paesi nel mondo e l’obiettivo in cinque anni è quello di coprirne più di 50.

LA NOSTRA TRADIZIONE È QUELLA DI ESSERE INNOVATIVI,
DI RELAZIONARCI CON IL PRESENTE E DI GUARDARE FIDUCIOSI
AL FUTURO AGGIORNANDO LA NOSTRA STORIA.

Ci sono dei pezzi del vostro catalogo particolarmente adatti per arredare i superyacht? Il nostro business è abbastanza trasversale. Sempre più il lifestyle dell’abitazione contemporanea si ripropone in ambito marittimo, spesso le scelte progettuali dei cantieri nautici applicano al mondo degli arredi concetti tipici della casa moderna, quali principi di linearità ma anche di eleganza. Abbiamo tessuti, materiali e finiture dalle alte prestazioni per l’outdoor residenziale che sono certamente idonee allo yachting. Poter collaborare con i designer che progettano e arredano gli spazi di questa tipologia di barche è un progetto che ci stimola in maniera particolare.

Il team di Bontempi Casa è da sempre animato dalla passione
di trasformare la materia prima in oggetti di design.

Che tipo di imprenditore si definirebbe? Forse la definizione corretta potrebbe essere un imprenditore di visioni antiche ma con i piedi ben piantati nel presente e due occhi attenti al futuro. Credo fortemente nello spirito di squadra e nel dare spazio alle idee di ogni collaboratore. Sono convinto che le nuove generazioni possano portare contributi importanti ad un mestiere antico come quello di produrre arredamento, poiché gli spazi abitativi mutano e noi dobbiamo cambiare con loro senza perdere le nostre origini e trasmettendo con le nostre creazioni la piacevolezza di trascorrere il tempo in casa.

Qual è la sua dote migliore? Probabilmente rendere semplici i sistemi complessi. Le aziende lo sono per antonomasia, in particolare quelle che crescono molto velocemente come Bontempi.

(Michele Bontempi, perseguiamo la bellezza – Barchemagazine.com – Settembre 2023)