Benetti Oasis 40M, Wellbeing

Questo Benetti di 40 metri di lunghezza è un’oasi di benessere dove tutto è stato pensato per rendere l’esperienza a bordo molto particolare

by Mariateresa Campolongo

LA PRIMA SENSAZIONE CHE OASIS 40M TRASMETTE AI SUOI VISITATORI È QUELLA DEL ‘MAI VISTO PRIMA’: su quest’ultimo modello di Benetti siamo infatti lontani dall’assiduo ripetersi di forme e stilemi dello yachting d’antan. Come evoca il nome, l’intento di Oasis 40M è quello di far vivere un’esperienza a tutto tondo a stretto contatto con il mare, proprio come se gli ospiti si trovassero in un luogo ameno e rilassante immerso in splendide acque. Per questo nelle paratie di poppa due ali si abbattono lateralmente creando un unico grande ambiente dove godersi la natura circostante stando comodamente sdraiati su divanetti e lettini, o immersi nell’infinity pool con l’acqua che sembra fondersi in modo naturale con il cielo e con il mare.

In pozzetto troviamo un interessante layout che prevede il divano rivolto verso poppa per scrutare l’orizzonte completamente avvolti nella magia del tramonto, magari con in mano un drink preso dall’utile mobile bar accanto. La simbiosi con l’ambiente circostante è ben evidente anche all’interno grazie alle finestrature a tutta altezza che moltiplicano la luce naturale, effetto accentuato anche dall’utilizzo di grandi superfici bianche laccate.

Benetti Oasis 40M
Sul main deck, due divani speculari di forma circolare accolgono e avvolgono chi sale a bordo. Sullo sfondo, un bellissimo bar cabinet assume quasi le sembianze di uno scrigno segreto che, una volta aperto, mostra dettagli realizzati con materiali preziosi.

Con un apporto creativo notevole, per gli interni, lo studio di architettura di Enrico Bonetti e Dominic Kozerski, alla sua prima collaborazione con il settore nautico, ha previsto una serie di spazi aperti e fluidi, in stretta continuità con gli ambienti esterni grazie all’utilizzo degli stessi materiali, come il teak del pagliolo. Analizzando i piani generali si può notare che i vari ambienti si susseguono in maniera precisa, armoniosa, ordinata e mai banale, frutto della matita di chi è abituato a lavorare dalla piccola alla grande scala, avendo la stessa cura del minuscolo dettaglio d’arredo così come del ritmo generale di spazi, volumi e materiali.

La cabina armatoriale a tutto baglio ha un layout molto originale con il letto disposto sulla murata di sinistra e girato verso poppavia. Specularmente è stata pensata un’area lounge con balconcino sul mare.

L’architetto Enrico Bonetti ci spiega questa nuova esperienza: «In generale ci piace molto affrontare ambiti che non avevamo mai trattato prima. Siamo stati chiamati dal cantiere per portare all’interno di una barca un approccio diverso. Giovanna Vitelli, vice presidente di Azimut Benetti Group, ci ha dato un brief preciso, e questo ci ha decisamente aiutato a identificare subito la direzione da intraprendere. L’idea era di creare una barca pensata per un cliente interessato al wellbeing, al fitness e a stare più a contatto con la natura. Abbiamo visto molte barche e abbiamo pensato che alcune cose potevano essere fatte in modo diverso, non necessariamente migliore, ma secondo noi diverso. Ad esempio, in altri yacht si ha un’immagine differente dell’exterior e dell’interior design, ovvero si fa un’esperienza all’esterno, ma quando si entra dentro tutto cambia completamente e, a volte, si è in presenza di un ambiente più cupo, un po’ più denso di mobili. Secondo noi questa discordanza rende un po’ faticoso il vivere su una barca, mentre è più piacevole e più rilassante avere un ambiente fluido e in stretta relazione». 

Benetti Oasis 40M
Nelle paratie di poppa due ali si abbattono lateralmente creando un unico grande ambiente dove godersi la natura circostante stando comodamente sdraiati su divanetti e lettini, o immersi nell’infinity pool.

Fortunatamente concepire il progetto di una barca in modo più armonico, si sta sempre più affermando. Spesso però succede che quando progettisti provenienti da altri settori vengono invitati per la prima volta a collaborare con il mondo dello yachting, l’oggetto barca venga in parte snaturato poiché questi impongono la propria cifra stilistica. Basta un colpo d’occhio, invece, per capire che gli interni di Oasis 40M sono il risultato del lavoro di progettisti che hanno compreso nel profondo l’identità nautica rispettandola fortemente.

«L’ultima cosa che volevamo fare» – continua Bonetti – «era realizzare un appartamento galleggiante. Secondo noi non ci deve essere una casa all’interno di una barca, poiché è pur sempre un mezzo di trasporto».

Come in tutti gli altri progetti dello studio Bonetti/Kozerski, dal residenziale al retail, gli interni di Oasis 40M sono raffinati ed eleganti e si nota un’estrema pulizia formale e un caldo minimalismo di perfetto gusto contemporaneo. Il lusso sta nella cura di ogni singolo dettaglio e non nell’opulenza ostentata storicamente tipica degli yacht di grandi dimensioni e che purtroppo, non di rado, si manifesta ancora in alcune barche di recente varo. L’apparente semplicità degli interni di Oasis 40M è il risultato di un rigoroso processo di progettazione, con molti spazi lasciati volutamente liberi per i flussi dei percorsi e che permettono di percepire, in misura maggiore, la volumetria dello yacht. I materiali usati negli interni sono tutti di tonalità molto chiare, con inserti in pelle, cuoio e palissandro. Oasis 40M racchiude una nuova interpretazione del concetto di vita a bordo, molto più informale e dinamico, naturale e rilassante, assolutamente in linea con l’attualità.

Gli ambienti di Oasis 40M sono connotati da una notevole fluidità. Sono stati utilizzati materiali e colori identici sia per gli interni sia per gli esterni per enfatizzare la continuità e dare un senso di apparente informalità per quello che è uno yacht estremamente elegante e sofisticato.

La cabina armatoriale a tutto baglio posizionata sul main deck ha un layout molto originale con il letto disposto sulla murata di sinistra e girato verso poppavia; specularmente è stata pensata un’area lounge con un salottino per l’armatore a stretto contatto con il mare, grazie al balconcino predisposto. A pruavia, come zona filtro tra la zona notte e il bagno armatoriale, si trova una cabina armadio per lui e per lei dalle dimensioni degne di nota.

Benetti Oasis 40M
Benetti Oasis 40M

La plancia
La plancia di comando è un ambiente polifunzionale e del tutto inedito. Non è solo un luogo di lavoro con tecnologia di eccellente livello, ma un vero e proprio salottino da dove l’armatore e i propri ospiti possono godere la navigazione da un punto privilegiato.

Ma è sull’upper deck che è collocata una delle più grandi novità di Oasis 40M: la timoneria. Spesso intesa come locale tecnico e per tale motivo abbastanza simile da yacht a yacht, qui la wheelhouse è qualcosa di assolutamente mai visto prima e che segna un altro passo avanti nello studio delle tecnologie impiegate a bordo. Più che su un superyacht, si ha l’impressione di trovarsi nella plancia di un’astronave dove anche l’armatore e i suoi ospiti possono godere della navigazione da un punto privilegiato. Gli schermi sono posizionati tutti in alto, liberando così lo spazio ed aumentando la visuale panoramica verso l’esterno. Manca addirittura il simbolo di tutte le plance, ovvero la ruota del timone, ridotta talmente tanto di dimensioni da stare racchiusa in una mano. La consolle, interamente in fibra di carbonio, è sicuramente qualcosa di inaspettato. La plancia di comando diventa così un altro luogo dove vivere la barca in modo inconsueto e polifunzionale. 

«Il brief era di creare una barca per un cliente interessato al wellbeing e che amasse stare più a contatto con il mare; con il team di Benetti e con lo studio RWD abbiamo studiato come poteva essere e abbiamo lavorato in sinergia». Enrico Bonetti, Bonetti/Kozerski Architecture

Nello sky-lounge, così come nelle altre zone dello yacht, la luce naturale viene moltiplicata grazie all’utilizzo di grandi superfici bianche laccate. L’ambiente è in continuità diretta con l’esterno grazie alle finestre a tutta altezza e all’uso di tonalità e materiali identici.

A poppavia dell’upper deck, lo sky-lounge presenta un’incredibile vista sul mare, con un tavolo posizionato longitudinalmente che accentua il carattere informale dello yacht. Il cantiere Benetti è da sempre rinomato per le linee eleganti e senza tempo delle sue barche, ma in questo progetto si è spinto fin oltre.

Benetti Oasis 40M
Benetti Oasis 40M

«Noi facciamo progetti residenziali con dettagli ricercati, il cantiere Benetti è abituato ad un livello di qualità altissimo e, pertanto, ci siamo trovati naturalmente molto bene». Enrico Bonetti, Bonetti/Kozerski Architecture

Il target giovanile a cui è rivolto Oasis 40M ha portato alla definizione di un exterior design sempre elegante ma decisamente più contemporaneo, ideato dallo studio inglese RWD. Il profilo è caratterizzato dalla prua verticale e da poche linee essenziali che dialogano molto bene con la semplicità naturale degli interni. Sono undici gli ospiti che possono trascorrere la notte a bordo, disposti nelle quattro cabine del lower deck (una con pullman bed), e in quella armatoriale del main deck. Dal punto di vista delle prestazioni, il superyacht, interamente costruito in vetroresina, può raggiungere una velocità massima di 18,1 nodi e può affrontare una crociera transatlantica in completa autonomia alla velocità di 11 nodi, con un consumo inferiore a 100 l/h. Oasis 40M è uno yacht che rompe gli schemi con la tradizione e che, grazie alle sue qualità estetiche e prestazionali, sarà un sicuro riferimento per la progettazione nautica futura.

Gli ampi spazi, la piscina per l’idroterapia e il facile accesso all’acqua offrono agli ospiti di Oasis 40M uno stile di vita a bordo dinamico, informale e rilassante.
Tra le dotazioni presenti a bordo di Oasis 40M c’è un tender di 6,25 metri di lunghezza e due jet sky.

Oasis 40M ha la capacità di affrontare una crociera transatlantica in completa autonomia alla velocità di 11 nodi, con un consumo ridotto inferiore a 100 l/h.

AZIMUT BENETTI SpA
Livorno – Italy
[email protected]
www.benettiyachts.it

COSTRUTTORE: Benetti Shipyard

DESIGNER ESTERNI: RWD

DESIGNER INTERNI: Bonetti/Kozerski Architecture

SCAFO: Lunghezza f.t. 41,14m • Larghezza max 8,25m • Immersione massima 2,05m • Scafo e Sovrastruttura Vetroresina / GRP • Dislocamento a pieno carico 310 t • Capacità casse combustibile 45.000 l • Capacità cassa acqua 8.000 l • Cabine armatore e ospiti 5 cabine per 10 persone  (+ 1 pullman bed) • Cabine equipaggio 5 cabine per 9 persone

MOTORI PRINCIPALI: Man V12-1400

GENERATORI: 2 x 100 kW

(Benetti Oasis 40M, Wellbeing – Barchemagazine.com – Febbraio 2021)