Solaris Power 48 Lobster, scolpita dal mare

Arriva la terza, la più pura, versione del quindici metri firmato Victory Team di Brunello Acampora. Una vera aragostiera, elegante nelle forme, efficiente in navigazione

by Luca Sordelli – photo by Andrea Muscatello

CANGIANTE NEL COLORE, CANGIANTE NELLE FORME. A seconda di come la guardi, muta. Il Solaris 48 Power è una barca viva. Questa è stata la prima sensazione appena l’ho vista in banchina, e lo stesso, se non di più, ho pensato guardandola navigare. Il colore della numero 1 che ho provato, è una sorta di “azzurro coleottero” capace di cambiare in continuazione al variare della luce; ma anche gli angoli che raccontano le sue forme non sono mai gli stessi: le murate, ad esempio, a prua si aprono verso l’alto, a poppa all’opposto si richiudono man mano che salgono. Allo stesso modo, visivamente fluttuanti, sono la tugatura centrale con il suo raccordo con il prendisole di prua e poi il coronamento e la sua morbida fusione nella plancia di poppa.

Nella sua ultima versione, che arriva dopo il fly e l’open, formalmente questo quindici metri raggiunge il suo livello più alto, più puro. Continua, e sempre meglio, il processo di reinterpretazione in chiave moderna delle classiche lobster boat della East Coast statunitense portato avanti dal cantiere e da Brunello Acampora. L’assenza del secondo ponte o anche di un semplice T-Top consente alla barca di avere linee molto equilibrate, estremamente coerenti con la filosofia progettuale originale. 

Solaris Power 48 Lobster
Gli interni sono caratterizzati da una perfetta pulizia formale dove materiali di grande qualità mettono in evidenza la capacità costruttiva di Solaris.

La struttura centrale nella sua parte prodiera si apre per fornire luce e aria alla zona pilotaggio-cucina-dinette, la sezione più a poppa ospita invece un prendisole a cui si accede da una scaletta che arriva in pozzetto. Quest’ultima si richiude e scompare nella parte del tettuccio che va a fornire ombra alla zona living esterna, è molto solida e non è fonte di vibrazioni anche quando si naviga alla massima velocità, ma il sistema con cui si ripiega è decisamente troppo complesso per i miei gusti.

Solaris Power 48 Lobster
Il ponte notte prevede due allestimenti: a due cabine e due bagni, oppure con un solo bagno e una dinette. C’è anche la possibilità di personalizzarlo, come sulla versione della prova con un solo grande open space con la sua zona bagno dedicata.

Mi è invece piaciuta molto la facilità con cui si circola a bordo, il layout è un classico walkaround, i passavanti sono larghi e ben protetti, i tientibene sono molti e nei posti giusti. Amo molto le barche dove i flussi sono ben studiati, dove non ci sono grandi spazi vuoti, ma anzi una certa densità che è garanzia di sicurezza, di appoggio costante quando si è in navigazione, oltre che di massimizzazione nello sfruttamento dei volumi. Un’altra novità è che a poppa, sopra al garage tender, non c’è un solo grande prendisole, ma un’area trasformabile: una zona living con gli schienali del divano abbattibili e un tavolino centrale che all’occorrenza può essere rapidamente ribassato.

Solaris Power 48 Lobster
I dettagli sono il frutto di un attento studio di progettazione a cura di Victory Design di Brunello Acampora.

Come era facile aspettarsi, il Solaris 48 conferma le ottime qualità di navigazione che avevamo già avuto modo di mettere alla prova sui modelli Fly e Open.

La carena di Victory Design è un vero gioiello. Morbida, precisa, divertente. La barca della prova aveva in sala macchine due Volvo Penta D6 da 480 cavalli abbinati a due IPS 650 e i numeri raccontano prima di tutto di un sistema carena-propulsione decisamente efficiente. A 20 nodi si naviga con consumi estremamente ridotti di 4,7 litri per ogni miglio percorso in quella che è la velocità di crociera economica e con un’autonomia che supera le 350 miglia. Il comfort rimane ottimo anche abbassando ancora un po’ le manette: a 25 nodi si viaggia ancora con consumi decisamente ridotti, 5 litri per miglio, e sempre nel silenzio più assoluto.

Solaris Power 48 Lobster

Il disegno della carena è un piccolo capolavoro: morbida, precisa ed estremamente performante.

La massima velocità l’abbiamo raggiunta a 3750 giri, appena sopra i 34 nodi. Qui mi è piaciuta la “leggerezza” con cui il 48 Lobster compie le sue accostate, magari non strettissime, ma docili, mai nervose. Nota di merito, infine, per la qualità della postazione di guida: ottima visibilità esterna, bene la leggibilità degli strumenti, ok anche la seduta regolabile e la posizione delle manette. Tutto molto classico, tutto molto coerente, tutto estremamente funzionale.

Solaris Power 48 Lobster
Molto raffinato il disegno della zona di poppa, comune a tutte e tre le versioni, che sembra scolpita nella vetroresina e che ospita un garage per un tender da 2,5 metri di lunghezza.

Engine room
In sala macchine l‘allestimento base prevede una doppia motorizzazione IPS 600 Volvo Penta con i D6 da 435 cavalli. In alternativa si possono avere, come sulla barca del test, due 650 con i D6 da 480 cavalli ciascuno. I consumi restano comunque contenuti, 4,7 litri/miglio per un’andatura di crociera economica di 20 nodi.

SOLARIS POWER
Via A. Masetti, 20
I-47100 Forlì (FC)
T. +39 0543 807062
[email protected]
www.solarispower.com

PROGETTO: Victory Design di Brunello Acampora (architettura navale, coperta e interni) e Norberto Ferretti (concept e sviluppo prodotto)

SCAFO: Lunghezza fuori tutto 14,86m • Lunghezza al galleggiamento 13,40m • Larghezza massima 4,87m • Immersione 1,05m • Dislocamento a pieno carico 17.550 kg • Dislocamento a vuoto 14.750 kg • Capacità serbatoio carburante 1.500 l • Capacità serbatoio acqua 430 l

MOTORE: 2x Volvo Penta D6 IPS 650 • Potenza 353 kW (480 cv) • Numero di cilindri 6 • Alesaggio per corsa 103mm x 110mm • Cilindrata 5,5 l • Regime di rotazione massimo 3700 giri/min • Peso 920 kg

CERTIFICAZIONE CE: CAT A-12

PREZZO: 1.050.000 €, versione monocabina • 1.070.000 €, versione 2 cabine 2 bagni • 42.000 €, supplemento per 2xIPS650 al posto di 2xIPS600 (Aprile 2021)

(Solaris Power 48 Lobster, scolpita dal mare – Barchemagazine.com – Aprile 2021)