SNO Marine Center diventa dealer di Magnum Marine

SNO Marine Center, con sede in Sardegna e con uffici nel Principato di Monaco, si occuperà della vendita al dettaglio, dell’assistenza e della distribuzione delle barche di Magnum in Europa.

SNO Marine Center, con le sue numerose marine e uffici di vendita, nonché la sua estesa rete di concessionari, fornirà ai clienti Magnum assistenza, rimessaggio e anche posti barca in molti porti del Mediterraneo.

SNOYachts

‘Il primo nuovo modello Magnum Marine a essere importato da SNO Marine Center, è il nuovo fuoribordo Magnum 47.5′, che dovrebbe essere disponibile entro la fine dell’estate 2021. Il lancio e la disponibilità saranno introdotti simultaneamente sia negli Stati Uniti sia in Europa.

Tutte le imbarcazioni Magnum sono costruite da Magnum Marine ad Aventura, in Florida e qualsiasi annuncio precedente che implica che le barche Magnum saranno costruite al di fuori degli Stati Uniti non è corretto, specificano dal cantiere americano.

Poiché le barche Magnum sono costruite su misura in base alle specifiche di ciascun proprietario, in Europa si possono ordinare le barche Magnum con numerosi optional e vari layout di pozzetto e interni. I proprietari possono anche scegliere di far costruire e installare gli interni in Italia, come è sempre stato negli anni passati tramite l’assistenza di SNO Marine Center.

Non appena la pandemia sarà finita Magnum Marine vuole organizzare un Rally Magnum Europeo, oltre a quello di Miami, in Florida. Come previsione, il rally europeo si svolgerà nell’estate del 2022. Tutti i proprietari di Magnum europei saranno invitati per festeggiare la fine della pandemia e la libertà di viaggiare e riunirsi di nuovo.

Anche il Magnum 27′ recentemente presentato e i nuovi Magnum 47.5′ e Magnum 60’, che molto probabilmente arriveranno entrambi in Europa alla fine del 2021, verranno festeggiati appena sarà possibile, assicurano dal cantiere.

Don Aronow, Maltese Magnum, 1967

MAGNUM MARINE
Magnum Marine nasce negli anni ’60 lungo la NE188th Street, la leggendaria “Thunderboat Row”, il “vicolo delle barche tuonanti” grazie a Don Aronow, che vincerà il Class One World Championship con il 35 piedi (prima barca della saga Magnum prodotta dal ’67 al ’75). 

Magnum 35, 1967

Nel 1968 Apeco rileva da Aronow (che fonderà poco dopo Cigarette) il cantiere producendo i velocissimi 27’, 28’ e 38’. Nel 1969 Filippo Theodoli, figura legata al mondo dei petrolieri americani, diventa il dealer esclusivo di Magnum Marine per l’Europa. Nel corso degli anni ’70 la fama di Magnum cresce e sono molti gli armatori famosi: tra questi Juan Carlos, Cartier, il re di Svezia, l’Emiro del Barhein, il principe del Quatar, il sultano del Brunei ma anche gli Onassis, gli Agnelli e i Berlusconi. 

Magnum 40 Sundeck Girls, 1980

Nella seconda metà del decennio Filippo Theodoli diventa presidente di Magnum Marine acquistando il cantiere da Apeco per 1,5 milioni di dollari, mentre nel 1980 si varano due modelli: 40 e 45 piedi, con 1.600 cavalli di potenza per una massima di 48 nodi, davvero notevoli all’epoca. All’inizio degli anni ’80 Theodoli “perfeziona” la produzione, affidandosi a Rolla per le eliche e ad Arneson per le trasmissioni (Phil Rolla e Howard Arneson sono suoi amici), a Pinifarina per il design, Mtu e Cat per i motori. 

Magnum 70', 1987

Nel 1983 nasce il 63’ Pininfarina, che sarà prodotto fino al 1992, mentre nel 1987 viene varato il Magnum 70’, che tocca i 60 nodi. Un anno importante per il cantiere è il 1986, quando il 63’ vince la Miami-Nassau-Miami, unica barca ad arrivare al traguardo nonostante le condizioni meteo pesanti. 

Katrin Theodoli

Nel 1990 muore Filippo Theodoli e Katrin Theodoli è il nuovo presidente Magnum Marine. Nel 1993 viene varato il Magnum 50, con interni di Hermes, e l’anno dopo viene lanciato il Magnum 44 nella prima edizione di Luiz De Basto. Nel 2001 viene varato il Magnum 60 Furia con interni di Roberto Cavalli, mentre nel 2008 nasce il Magnum 80. Oggi la gamma comprende: Magnum 44′, 51′, 60′, 70’, 80′, 100’.

Katrin Theodoli, presidente Magnum Marine, racconta: «Magnum Marine è stata la mia vita ed è al centro di tutto quello che faccio. Un giorno mi sono chiesta il perché, e ho realizzato che Magnum non è un cantiere nautico “qualsiasi”. Magnum è speciale e ha un’anima. Sono sicura che sarete d’accordo con questo. Magnum Marine non è un’azienda comune e mi piace spiegare come e perché questo piccolo cantiere sia riuscito a diventare un marchio così famoso. Non è la dimensione della società, dato che è molto piccola. Non è la quantità di barche che sono state costruite, poiché sono relativamente poche». 

«Allora come è stato possibile? – continua Katrin Theodoli – La storia inizia nel 1966 con la fondazione di Magnum Marine da parte di Don Aronow, che ha costruito principalmente barche da competizione che ha poi rivenduto due anni dopo. Ciò che ha cambiato Magnum Marine e lo ha differenziato dalla concorrenza, è stata, dopo pochi anni, l’introduzione nel mercato europeo e un’attenzione molto alta alla personalizzazione. La storia ci porta attraverso i diversi modelli e clienti e mostra chiaramente quanto l’azienda venga trasformata dalla passione e dalla ricerca della perfezione sia della nostra famiglia ma anche dei nostri clienti. Fino a che Magnum non assume un’anima propria. È probabilmente l’unica azienda nautica ad avere una tale identità, un marchio così prestigioso. La storia spiega anche come sono fatti i marchi… molti nel nostro settore ci hanno provato. Pochi ci sono riusciti».

Nella foto di apertura, un Magnum Marine 51, 2014.

(SNO Marine Center diventa dealer di Magnum Marine – Barchemagazine.com – Febbraio 2021)