Sanlorenzo SD90 – Immersi nella bellezza

Entry-level della linea SD, la nuova navetta semidislocante SD90 porta la firma dello studio Zuccon International Project per l’exterior design e di Patricia Urquiola per l’interior design

by Mariateresa Campolongo – photo by M. Baldi, T. Pagani and G. Malgarini

La nuova navetta semidislocante SD90 di Sanlorenzo è un’ulteriore conferma di un processo in continua evoluzione che unisce prestazioni altamente tecnologiche a una qualità profondamente artigianale. Tutte le barche del cantiere sono infatti caratterizzate dal rispetto dell’immagine del brand, dalla ricerca di soluzioni sostenibili e dalla volontà di portare a bordo idee sempre nuove. La prima impressione che si ha guardando dal vivo SD90 è quella di una barca molto elegante, le cui linee esterne, progettate dallo studio Zuccon International Project, risultano armoniche e sapientemente bilanciate.

Il salone del main deck è giocato su toni molto delicati e vede protagonisti il divano e il tavolino Sengu prodotto da Cassina, la poltrona Ruff di Moroso, il tavolo trasformabile custom e il fondale in vetro riciclato bioglass.

Nel complesso SD90 dà l’idea di uno yacht molto compatto e omogeneo; questo anche grazie all’utilizzo delle vetrature One way che consentono di mimetizzare le finestrature uniformando il colore con quello dello scafo. SD90 ha una lunghezza fuori tutto di quasi 28 metri e i volumi si distribuiscono su due ponti e mezzo.

La suite armatoriale, composta da cabina armadio, zona notte e bagno, si distribuisce su due livelli e risulta molto più spaziosa rispetto a un layout tradizionale.

La carena, studiata in collaborazione con Philippe Briand, è stata ottimizzata in termini di resistenza al moto per renderla ancora più efficiente. Così come per SD96 e SD118, gli interni sono stati progettati da Patricia Urquiola, che porta a bordo la propria visione con un approccio strettamente legato alla trasformabilità. Questo è un concetto molto interessante soprattutto su una navetta dove – per definizione – armatori e ospiti amano trascorrere molto tempo, e la possibilità di avere interni flessibili significa consentire alla barca di adattarsi a esigenze sempre nuove e diverse durante il periodo della navigazione e di permanenza a bordo.

«Dopo aver disegnato le prime due barche della linea SD, ho amato davvero molto il fatto di tornare ad una dimensione più contenuta invece di passare ad una volumetria maggiore. Per ogni modello abbiamo lavorato in modo da rovesciare gli spazi, in un dialogo incrociato con gli ingegneri, con chi si occupa delle vetrate e chi progetta lo scafo. Il progetto è complessissimo, all’interno si trova qualcosa di profondamente tecnologico accanto a qualcosa di profondamente artigianale». Patricia Urquiola

L’interior design è connotato da un’atmosfera raffinata e gentile, con continui rimandi al mondo marino e un’oculata scelta di materiali sostenibili. La boiserie del lower deck, ad esempio, è rifinita da Paper factor in carta riciclata da colture controllate FSC; la parete a proravia del salone del main deck, che funge anche da fondale, è stata realizzata in vetro riciclato bioglass ed è stata studiata come un filtro traslucido che permette di intravedere la scala nella parte retrostante, regalando un effetto che amplifica lo spazio. Il cielino è in Cimento, prodotto con cemento sostenibile in lamina Will di soli 3mm.

Un elemento caratteristico di SD90 è il pagliolo realizzato con una posa intrecciata, un pattern continuo che collega tutti gli spazi della barca dall’interno all’esterno.

«C’è un’importante eredità da considerare, senza perdere mai di vista due aspetti determinanti: l’equilibrio volumetrico dei segni, che contribuiscono ad armonizzarne le proporzioni, e il rispetto dell’immagine del marchio, così radicata, indispensabile e solida». Martina Zuccon

L’attenzione alla sostenibilità arriva fin nei minimi dettagli: ad esempio, i tessuti e le gomme dei divani e delle poltrone Cassina sono in materiale riciclato; le tende in tessuto Dedar PET riciclato e i tappeti Warli sono in fibra di lino naturale. Il salone ha come protagonisti alcuni pezzi disegnati da Patricia Urquiola come il divano e il tavolino Sengu prodotto da Cassina e la poltrona Ruff di Moroso; il tutto è perfettamente bilanciato anche con il tavolo trasformabile custom che, grazie alle gambe telescopiche in rovere e al top scorrevole in metallo bronzato, permette di avere un ambiente dining o living. 

«Il mondo delle navette è affascinante, romantico quanto complesso perché legato ad un uomo che sceglie di vivere a lungo il mare, per il quale il tempo non è un limite ma un lusso e per questo ha bisogno di spazi e opportunità spesso superiori rispetto a imbarcazioni di pari dimensioni, ma tipologicamente differenti». Bernardo Zuccon

Gli accostamenti di colore risultano sempre molto delicati, così come il progetto di illuminazione che si avvale di un sistema di downlights su binario che risulta elegante e non invasivo. Il cielino, impreziosito da un micro-pattern che ricorda la trama delle nasse, crea interessanti e divertenti riflessioni dell’acqua del mare. Sempre sul main deck, l’area armatoriale a prua composta da cabina armadio, zona notte e bagno, si distribuisce su due livelli creando molto più spazio rispetto a un layout tradizionale.

I cielini sono impreziositi da un micro-pattern che ricorda la trama delle nasse e crea interessanti e divertenti riflessioni dell’acqua del mare.

La fascia bronzata, il cielino e la boiserie in rovere cannettato sono in continuità stilistica con gli altri ambienti. Molto particolare, nel bagno, è la scelta di lavabi e vanity in Agglotech terrazzo green con aggregati naturali di marmo riciclato e finitura frontale cannettata che ben si integra nell’ambiente. Il concetto di trasformabilità è presente anche nel lower deck di SD90; lo spazio di fronte alla scala è un’area lounge che, all’occorrenza, può essere chiusa e diventare una cabina privata nella quale il divano viene convertito in un letto. Tutte le soluzioni sono state studiate per garantire la massima vivibilità della barca e per far sentire l’utente immerso in un’atmosfera calda e accogliente. 

«SD90 È IL RISULTATO DI UN PROCESSO COSTANTE DI RICERCA
E INNOVAZIONE CHE SPAZIA DALLE SOLUZIONI ESTETICHE
A QUELLE PIÙ SOSTENIBILI».

Un elemento caratteristico di SD90 è il pagliolo realizzato con una posa intrecciata, un pattern continuo che collega tutti gli spazi della barca dall’interno all’esterno, per una massima connessione tra indoor e outdoor. Questo concetto è enfatizzato anche dalle grandi aperture verso l’esterno, come le ampie vetrature che collegano il salone con la zona del pozzetto. L’area esterna di prua vede ancora protagonista la trasformabilità: il pannello della zona prodiera può essere posizionato in modo complanare al sistema di divani e nascondere così l’area ormeggio, oppure può slittare verso il basso e scorrere sotto la zona dei divani per permettere l’accesso all’equipaggio.

La carena, studiata in collaborazione con Philippe Briand, è stata ottimizzata in termini di resistenza al moto per renderla ancora più efficiente.

Sul flybridge, il tavolo trasformabile con base in Cimento permette di trasformare l’area lounge in una zona dining. Anche negli arredi outdoor è stata posta particolare attenzione all’uso di materiali sostenibili, sia per i tessuti dei divani e delle poltrone sia per il top dei mobili realizzati in Gees, una vetroresina riciclata.

SANLORENZO SPA
Viale San Bartolomeo, 362
I-19126 La Spezia, Italy
T +39 0187545700
[email protected]
[email protected]
www.sanlorenzoyacht.com

PROGETTO
Sanlorenzo (concept e ingegnerizzazione) • Philippe Briand (architettura navale) • Studio Zuccon International Project (design esterni) • Patricia Urquiola (design interni)

SCAFO
Lunghezza f.t.: 27,43m • Larghezza: 23,97m • Posti letto ospiti: 8 persone • Posti letto equipaggio: 4 persone

MOTORI a) 2 x Man I6 (800 cv) / b) 2 x Cat C18 (1.150 cv)
Velocità massima: a) 14 kn / b) 17 kn
Velocità di crociera: a) 12 kn / b) 15 kn
Capacità casse carburante: 13.000 l
Capacità casse acqua: 2.000 l
Lunghezza Tender: max 4,35m

CERTIFICAZIONE
Rina CE A

(Sanlorenzo SD90 – Immersi nella bellezza  – Barchemagazine.com – Aprile 2023)