Sanguineti: crescono i ricavi, i prodotti e le infrastrutture

A seguito dell’acquisizione nel 2023 da parte di Quick Group, Sanguineti ha registrato un’importante crescita, con un aumento dei ricavi del 48% dal 2022 al 2023, e con la previsione di triplicarli, rispetto al 2022, entro il 2026

Anche se il 2026 non è proprio dietro l’angolo, Sanguineti sta confermando le più rosee previsioni: la crescita dei ricavi del 27% dal 2023 al 2024 conferma che la produzione su tutte le sue linee di prodotto sia già al massimo della capacità. “Nel 2024 siamo a pieno regime in termini di produzione con ordini per un valore di 6,5 milioni di euro e abbiamo già venduto circa il 40% della produzione prevista per il 2025”, afferma un entusiasta Lorenzo Cesari, Ceo di Sanguineti. “Ci sentiamo fiduciosi di poter completare i nostri ordini previsti per il 2025 entro i prossimi tre mesi. Tuttavia”, aggiunge, “stiamo anche attivamente lavorando su soluzioni che ci permettano di incrementare ulteriormente la produzione. Cavalcando l’onda della grande richiesta di prodotti Sanguineti, stiamo costruendo a Casarza Ligure un nuovo stabilimento produttivo che coprirà un’area di 6 mila metri quadrati, tre volte la superficie attuale”.

Gli investimenti nelle infrastrutture produttive si estendono anche ai macchinari. “Stiamo investendo circa 2,2 milioni di euro in nuovi macchinari a controllo numerico e tecnologie waterjet per il taglio di acciaio e alluminio”, prosegue Cesari, “oltre a nuove macchine per la piegatura e fresatura dei metalli, una nuova sala verniciatura con forno, e sinergie produttive con CATT, azienda specializzata in lavorazioni meccaniche anch’essa parte del Gruppo Quick. Questo rappresenta un grande investimento non solo in attrezzature all’avanguardia, ma anche in manodopera: prevediamo un aumento del 35% nel nostro personale”.

Fin dagli inizi, più di 65 anni fa, come produttore artigianale di equipaggiamento per superyacht – proprio quando in Italia i primi panfili a motore irrompevano sulla scena, mettendo le basi per i futuri superyacht – Sanguineti ha sempre eccelso in eleganza e qualità delle sue attrezzature fornite ai cantieri di tutto il mondo. L’offerta della società ligure è particolarmente differenziata: dalle passerelle alle scale multifunzionali, dalle gru per tender agli osteriggi, per proseguire con hardtop apribili, porte, attrezzature per l’ancoraggio fino alle iconiche sedie in stile regista Karin e Smeralda, Sanguineti ha consolidato la sua fama e la comprovata capacità di sviluppare prodotti personalizzati e su misura.

Sanguineti si impegna a mantenere lo sviluppo del prodotto. Questo impegno si traduce nell’introduzione di nuove linee di prodotto, nonché nel rinnovamento delle linee esistenti, per soddisfare una gamma più ampia di richieste e consentire un’ulteriore personalizzazione. Una strategia fondamentale per un settore come quello dei superyacht da 40 a 80 metri, sempre più personalizzati, che costituisce il principale mercato di Sanguineti.

Sviluppiamo costantemente nuovi prodotti in base alle esigenze dei cantieri. Di recente, per esempio, abbiamo introdotto le bitte a scomparsa attualmente stiamo progettando e producendo scalette d’imbarco e da bagno multifunzionali caratterizzate da un design elegante e lussuoso. Non solo, è inclusa anche la versione 2.0 della nostra vasta gamma di tonneggi a scomparsa per barche a motore, yacht a vela e superyacht, oltre a molte altre innovazioni”, afferma Cesari. “Abbiamo ridisegnato le sedie Karin e Smeralda con nuove scelte di colore, dettagli distintivi come l’etichetta originale, il logo ricamato sullo schienale e sul sedile, nuove custodie e una nuova ‘Limited Edition Total Black’ nero opaco. Inoltre, i clienti possono personalizzare le loro sedie con il proprio nome e logo”.

Le nuove opzioni e personalizzazioni per le iconiche sedie riflettono molto bene i legami di Sanguineti sia con la tradizione sia con l’innovazione: infatti, l’azienda sta espandendo le proprie sinergie ai cantieri di Nord Europa, Stati Uniti e oltre, capitalizzando l’ampio portafoglio dei brand di Quick Group e la vasta rete di uffici e centri di assistenza presenti nei principali mercati nautici. “Possiamo garantire un’altissima qualità progettuale e un elevato livello di affidabilità”, dichiara Cesari, “e ora, facendo parte del Gruppo Quick, possiamo potenziare ulteriormente le nostre sinergie con le altre aziende del Gruppo. Ciò significa che siamo in grado di parlare ai clienti, non solo di Sanguineti, ma anche degli altri marchi di Quick Group come Nemo, Quick Spa e Xenta. La collaborazione con la consolidata rete post-vendita di Quick Group rafforzerà la nostra presenza mondiale e ci consentirà di offrire ai nostri clienti un supporto ancora più qualificato per ordini ripetuti o in caso di assistenza post-vendita. Per esempio, l’acquisizione a gennaio di YMS a Fort Lauderdale, entrata a far parte di Quick USA, rappresenta un’azione strategica per Sanguineti. È fondamentale per noi essere presenti in quel contesto e fornire supporto tecnico, considerando che lì abbiamo una quarantina di clienti di lunga data con superyacht che ancora montano a bordo accessori originali Sanguineti!”.

(Sanguineti: crescono i ricavi, i prodotti e le infrastrutture – Barchemagazine.com – Maggio 2024)