Saim, 70 anni di successi

Saim, nata nel 1951, si è trasformata, nel corso di 70 anni di attività, da piccola azienda con un ufficio nel centro di Milano, a grande gruppo con tre filiali e un network di 100 dealer

by Massimo Longoni

AL RAGGIUNGIMENTO DEI 70 ANNI DI ATTIVITÀ, SAIM È PRONTA AD AFFRONTARE IL FUTURO con la lungimiranza che l’ha sempre contraddistinta per ampliare i mercati di riferimento e diversificare la propria offerta. La base è sempre data dalla ricerca di prodotti tecnologicamente evoluti e dalla qualità del servizio. 

È un chiaro esempio di impresa italiana, fondata nel 1951 a Milano da Donato Donà come distributore di motori e componenti automobilistici e industriali. Oggi è guidata dalla terza generazione, composta dai tre nipoti del fondatore, Massimo, attuale presidente, Marco, amministratore delegato e vicepresidente, e Cristina, direttore marketing, tutti e tre figli di Giorgio, in prima linea dal 1962, che segue la divisione sviluppo nuovi progetti oltre a ricoprire il ruolo di consigliere. Saim è diventata un gruppo che opera nei settori marine, industrial ed engineering.

Saim Marco Donà
Marco Donà

La sede operativa è a Buccinasco ed è affiancata dalle filiali di Roma, Bologna e Viareggio e da un network di oltre 100 dealer. Con un fatturato di oltre 40 milioni di euro, rappresenta numerosi brand internazionali ad alto contenuto tecnologico.

Nel corso di 70 anni, la storia di Saim racconta di una crescita costante, successi, acquisizioni, joint-venture con gruppi internazionali, traguardi raggiunti grazie a dedizione, lungimiranza e curiosità. Queste caratteristiche sono le stesse che all’inizio hanno guidato Donato Donà, uomo estremamente concreto che, intuendo la necessità di motori per la ripartenza dell’agricoltura e dell’industria dopo la guerra, acquistò i General Motors Diesel a due tempi che equipaggiavano i carri armati Sherman dai campi di stoccaggio dei militari USA in Italia per costruire gruppi industriali ed elettrogeni. Fu questa la prima intuizione che mise le basi per i successi futuri. Dai motori passò ad invertitori, trasmissioni e cambi di velocità. È ancora grazie a Donato che il marchio tedesco ZF arrivò in Italia. Fu lui, infatti ad importare per primo le trasmissioni ZF nel momento del boom economico del Paese, quando l’industria dell’auto era il volano per innescare la nuova stagione dello sviluppo. Saim non conosce sosta e diventa fornitore di tutte le aziende automobilistiche italiane di cambi, sterzi, frizioni e quant’altro le automobili e mezzi pesanti necessitassero per fare ripartire subito l’economia.

«Il 70° compleanno di Saim è un traguardo di cui siamo orgogliosi, ma è solo il punto di partenza per il futuro, che potremo assicurare all’azienda e ai nostri dipendenti continuando sulla strada della ricerca della qualità e delle sostenibilità». Giorgio Donà

Motori, frizioni e cambi significa anche ricambi e su questo fronte Giorgio Donà, figlio del fondatore, concentra le attività dell’azienda a partire dal 1962. Il mercato dei ricambi diventa così il core business dell’azienda, che mantiene una posizione nel settore automotive e industriale e comincia ad avvicinarsi al mercato nautico. Saim cresce ancora e conferma il suo ruolo di partner affidabile. Negli anni ’90, la FIAT, importante cliente di Saim, chiede il rapporto diretto con i produttori. Giorgio Donà fonda così la ZF Italia. Allo stesso tempo percepisce in anticipo lo sviluppo futuro del mercato nautico da diporto e investe in questo settore. È una mossa lungimirante perché la crescita decisiva del mercato e il suo sviluppo avverranno a partire dal 2000 per durare fino al 2008. In questo mercato Saim trasferisce il proprio know-how in termini di conoscenze tecniche, di strutture e di organizzazione logistica mantenendo le stesse dinamiche e la stessa qualità.

Saim Famiglia

«Lo sviluppo futuro deve far tesoro della nostra tradizione: la ricerca continua di prodotti innovativi, l’ampliamento dei mercati, la diversificazione dell’offerta e l’attenzione alla qualità del servizio continueranno ad essere i nostri punti di riferimento». 
Massimo, Marco e Cristina Donà

I prossimi appuntamenti Saim

Saim si sta preparando per presentare al meglio i suoi prodotti ai prossimi saloni autunnali. Tra quelli che verranno esposti le novità sono Sea Drive, Stab 25 e QSB 300-300.

Il Sea Drive è un pod elettrico versatile, di facile manutenzione e dalla costruzione modulare, adatto ad ogni tipo di imbarcazione. Il corpo è costruito in bronzo e comune a tutti i modelli, mentre alberello, chiglia e staffe di fissaggio vengono montati a seconda dell’utilizzo desiderato per le diverse versioni: versione “push and pull”, versione sollevabile, a velocità variabile, versione azimutale, elica fissa o richiudibile, versione generatore, sistema di comando con tablet o PC. Il motore e il suo sistema di controllo sono integrati nel corpo del pod stesso, cosicché essi rimangono montati all’esterno dello scafo, in modo da non aumentarne il peso. Sea Drive non necessita di sistema di raffreddamento. Tre i modelli della gamma.

Waveless STAB è invece lo stabilizzatore elettrico a pinna di ultima generazione, ultra compatto, prodotto da CMC e destinato al mondo dei costruttori di yacht con una lunghezza da 12 metri fino a 35 metri. Waveless STAB è una soluzione semplice e performante per stabilizzare le imbarcazioni sia in navigazione, sia all’ancora. È veloce, ultra compatto, silenzioso e richiede poca elettricità. 

In particolare Stab 25 è ideale per yacht tra 15 e 24 m. Piccolo ed efficiente dal punto di vista energetico, può essere adattato su qualsiasi yacht. Il freno STAB si attiva automaticamente per bloccare le pale quando richiesto per la massima sicurezza. I motori sono di tipo brushless e le pale ruotano fino a 90° gradi al secondo. Stab 25 è dotato di un riduttore epicicloidale che garantisce silenziosità, alta efficienza e zero manutenzione. Il connettore allo scafo è disponibile per l’installazione su scafi in vetroresina, legno, acciaio, alluminio. Il design senza albero rende facile l’installazione e la manutenzione poco onerosa. Le pinne STAB sono super leggere, riempite di schiuma. La laminazione in vetroresina ha proprietà naturali di assorbimento degli urti e rende le pinne durevoli e altamente resistenti all’usura e allo strappo. La gamma include 4 modelli.

Le eliche di manovra QS Seamaster sono in grado di soddisfare le richieste per ogni tipo di barca. Sono 100% Made in Italy e sono frutto della collaborazione tra Saim Marine e Quick Spa. QS Seamaster combina  tecnologia e l’eccellenza dei materiali testati. La gamma QSB, eliche proporzionali brushless, è dotata della più avanzata tecnologia dei motori elettrici brushless 12/24/48V. Molto efficiente con bassi consumi operativi, rumorosità ridotta al minimo e manutenzione, il QSB 300-300 è dotato di una spinta di 300 kg, doppie eliche controrotanti ed è adatto per imbarcazioni da 22 a 30 m (70-100 piedi). Il sistema di controllo proporzionale è standard, analogico o digitale.

I propulsori QSB 300-300, come tutti i propulsori QS Seamaster, sono realizzati con componenti ad alta resistenza che garantiscono prestazioni di lunga durata. Il profilo idrodinamico della gamba del cambio è progettato per ridurre la turbolenza, migliorare l’efficienza e ridurre il livello di rumore. Le eliche a pale sono costruite in materiale composito o NiBrAl e progettate per garantire in efficienza le massime prestazioni di ogni motore. Uno specifico sistema di controllo, dotato di microprocessore, si attiva in caso di surriscaldamento del motore senza interrompere l’utilizzo del propulsore e garantendone il funzionamento. La protezione anodica in alluminio può essere facilmente sostituita mentre il giunto flessibile protegge la struttura del propulsore da urti meccanici. I propulsori QSB 300-300 sono protetti da inversione di polarità, cortocircuito in uscita, attività prolungata dei propulsori e interruzione del cablaggio di controllo. I propulsori QSB sono stati progettati e testati per resistere a diverse condizioni climatiche e ambientali.

QS Seamaster è una completa gamma di eliche di manovra: DC electric thrusters, AC 3PH, DC-AC brushless, idraulilche, per installazioni a tunnel, retraibili, ON/OFF e proporzionali  (le proporzionali sono solo per DC-AC brushless). Le eliche di manovra QS Seamaster sono in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi tipo di imbarcazione.

(Saim, 70 anni di successi – Barchemagazine.com – Luglio 2021)