Ranieri International Next 330 LX, bella e possibile

Un dieci metri da crociera, ma dall’anima sportiva. Una bella carena che garantisce buone prestazioni senza dovere esagerare in potenza e consumi

by Luca Sordelli

Nei 10 metri di lunghezza per i 3 di larghezza non ci sono solo le tipiche misure di uno scafo che vuole restare entro i limiti dell’immatricolazione. In realtà in questo natante c’è molto di più. Infatti, l’ultimo nato in casa Ranieri raccoglie dentro questi due semplici confini tanta innovazione e tanti contenuti interessanti. Il suo aspetto più intrigante è lì dove non è facile da vedere, ma è facile sentire quando si naviga: nella carena.

Il Next 330 LX mette in mostra una nuova geometria dell’opera viva, denominata dal cantiere HIS, Hull Innovative System, con un flusso agevolato dell’aria per rendere più efficiente i doppi redan. Nel complesso sono state interamente ridisegnate le linee d’acqua con nuovi profili e disposizione dei pattini di sostentamento. Lo stile tipicamente americano rende questo mezzo adatto anche al mercato oltreoceano.

Come da tradizione del cantiere la postazione di guida è imponente e organizzata. Gli strumenti sono ben leggibili e il parabrezza protegge bene da vento e mare senza essere di intralcio alla visibilità.

Altra novità di sostanza è la tecnica di costruzione Fully Developed Cockpit System, un sistema monoscocca che raggruppa in un unico stampo la coperta, il “ragno” strutturale su cui poggia la cabina e le sedi per i serbatoi. Il baglio massimo si allunga poi per più di due terzi della lunghezza dello scafo, l’obiettivo è quindi garantire più spazi a bordo, ma anche più robustezza.

La prova di navigazione mi ha fatto percepire in maniera evidente l’efficacia di tante novità. Partiamo dal dato più semplice, la velocità massima: 45,3 nodi, con trim al 60%, acqua appena mossa e un leggero vento laterale. Non male per una barca da crociera dai tanti volumi, motorizzata con due Suzuki DF300AP, lontani dalla massima disponibile che è 2 x 400. Alla fine questa mi è sembrata una scelta più adeguata visto che l’accelerazione può soddisfare anche gli smanettoni incalliti: ci vogliono 3 secondi per raggiungere la planata, 8 per raggiungere i 30 nodi. Insomma, le emozioni non mancano. In realtà, studiando le curve di prestazioni, il Next 330 LX offre il meglio a circa 3500/min, il 60% della sua potenza. Si viaggia a 23 nodi, consumando solo 2,11 litri al miglio (48 litri/ora), nel comfort più assoluto. Una velocità di crociera economica esemplare.

Tra i punti di forza del Next 330 LX c’è sicuramente l’abitabilità interna, con un’altezza di 193 cm e due ambienti separati per la notte. L’area di prua si trasforma rapidamente da zona pranzo in cuccetta matrimoniale. Buone anche le dimensioni del bagno, manca però un box doccia separato.

Molto bene anche la precisione nelle traiettorie (anche a velocità più alte) e la conseguente bella sensazione di essere ben piantati nell’acqua solo lavorando bene con il trim, riabbassandolo decisamente nelle accostate più strette, comportamento tipico delle barche veloci a doppio step. Praticamente superfluo, su acqua piatta e con poco vento, l’uso dei flap.

Il layout della coperta del Next 330 LX è tanto classico, quanto funzionale. A poppa la zona living è grande, con sedute comode per otto persone ricavabili grazie alle panchette a ribalta. Il tavolo elettrico scompare a livello del pagliolato e si può trasformare rapidamente in prendisole.

Subito riconoscibili le linee del Next 330 LX: la prua è semi verticale con un importante musone di acciaio per l’ancora, le fiancate hanno un’ampia vetratura orizzontale che incorpora gli oblò della cabina.

La plancia comandi è spettacolare e imponente con un’accogliente doppia seduta per driver e copilota. Alle sue spalle si trova la zona cucina con lavello, fornello a due fuochi e doppio frigorifero a cassetto. Alle due estremità della barca troviamo a prua una grande e ininterrotta zona prendisole che comprende, ai piedi del parabrezza, una doppia seduta con tanto di bracciolo centrale, porta bicchieri e poggia schiena imbottiti. A poppa, invece, c’è un comodo doppio accesso all’acqua grazie alle due plancette ai lati dei propulsori giapponesi. Da segnalare, infine, come la sigla LX non sia stata usata dal cantiere di Soverato a sproposito: il lusso non manca, sottolineato da particolari come il tientibene scatolato di acciaio inox, le cuscinerie con cuciture a vista e, nel complesso, una grande attenzione ai dettagli.

Engine data
La forbice di scelta per la motorizzazione è molto ampia e va da 2 x 250 fino a 2 x 400 cv. Centrata la scelta fatta sulla barca della prova con due Suzuki DF300AP. Ad una notevole velocità di punta di 45,3 fa eco un brillante regime di velocità economica di 23 nodi con 48 litri ora di consumi.

MOTONAUTICA F.LLI RANIERI SRL
I-88068 Soverato (CZ)
T. +39 0967 25839
inf[email protected]
www.ranieri-international.com

SCAFO: Lunghezza f.t. 10,15m • Lunghezza scafo 9,10m • Larghezza massima 3m • Dislocamento a vuoto 3.700 kg • Capacità serbatoio carburante 700 l • Capacità serbatoio acqua 130 l • Motorizzazione massima 2 x 400 cv  • Motorizzazione minima 2 x 250 cv

MOTORE: 2 Suzuki DF300AP • Potenza 220 kW (300 cv) • Alesaggio per corsa 98mm x 89mm • Cilindrata 4.028 l • Rapporto al piede 2,08:1 • Regime di rotazione massimo 6300 giri/min • Peso 290 kg

CERTIFICAZIONE CE: CAT B-C • Numero max persone imbarcabili 12B- 14C

PREZZO: 138.000 €, IVA esclusa • Prezzo DF300AP 26.300 € ciascuno, IVA esclusa

(Ranieri International Next 330 LX, bella e possibile – Barchemagazine.com – Febbraio 2022)