News economia

giugno 2009

Direttore “marcom” in Sanlorenzo Roberto Franzoni è il nuovo direttore marketing e comunicazione del cantiere Sanlorenzo di Ameglia (SP). Opera in questo ambito dal 1972 e ha ricoperto diversi ruoli importanti, tra cui la direzione delle riviste Uomo Mare, il primo magazine di riferimento per il settore, e – più di recente – Yachts Italia, bimestrale dedicato al mercato delle grandi imbarcazioni. «Da anni coltivo il sogno di entrare organicamente in un cantiere. Dopo averne visitati centinaia in giro per il mondo in veste di analista e critico, mi è capitata questa opportunità offertami da Massimo Perotti (presidente Sanlorenzo) con cui condivido esperienze e amicizia da oltre 25 anni. Sono salito a bordo con entusiasmo», dichiara Franzoni.

Conti in Cmd Cummins MerCruiser Diesel ha nominato il direttore vendite per l’Italia: Alessandro Conti. Da marzo è il responsabile del mercato nostrano e i suoi compiti sono sviluppare la rete di Cmd sul territorio, puntando sulla diffusione dei prodotti innovativi come Axius e Zeus e la serie di motori Quantum, coordinare le relazioni tra i distributori, Cummins Italy e Brunswick Marine in Italia. Risponde direttamente a Jean-Pierre Goudant, direttore generale di Cmd Europe.

Aicon Il Cda del cantiere ha approvato la relazione semestrale al 28 febbraio 2009. Il Gruppo ha chiuso con una perdita di 12 milioni di euro e i ricavi si sono attestati a 12,8 milioni (rispetto ai 27,2 del primo semestre 2007-2008). Il risultato operativo è stato negativo per 7,9 milioni come la posizione finanziaria netta è per 66,7 milioni. È stato anche approvato un nuovo piano industriale 2009-2012 e quello finanziario connesso. Tenendo conto del perdurare della crisi di mercato, non si pongono obiettivi di crescita bensì di redditività che, a fine periodo, dovrebbero tornare in linea con quella degli anni di crescita del Gruppo. Si punta a una migliore articolazione geografica della rete distributiva, alla differenziazione delle modalità di distribuzione, alla valorizzazione e promozione dell’usato e a un miglioramento dei servizi per il cliente.

Bénéteau Per far fronte all’attuale situazione economica, il Gruppo Bénéteau ha varato un piano strategico di ridimensionamento del personale con circa 600 licenziamenti  – e la salvaguardia di un migliaio di posti di lavoro dato che gli esuberi ammontano a circa 1.600 – visto il calo della domanda pari al 50% del 2008-2009. «Il Gruppo è ancora solido a livello finanziario e questa sarà la sua forza per superare il momento di difficoltà globale, come lo è stato negli anni ‘90, dai quali siamo emersi ancora più forti di prima», ha dichiarato Bruno Cathelinais, presidente del Gruppo.

Couach Nel 2007-2008 il cantiere francese concluse l’anno con un fatturato di 63 milioni di euro. A marzo di quest’anno, invece, a causa del notevole calo di lavoro e dei debiti accumulati, Couach è stato messo sotto la tutela del tribunale fallimentare di Bordeaux. Di recente quattro gruppi si sono proposti come acquirenti ma la decisione spetta al tribunale che delibererà a breve. Tra questi c’è anche Arcoa, cantiere dal quale Couach si era “separato” nel 1960.

68.PDF