Maxi Dolphin, procede la costruzione del MD70 Power

Rispettati i tempi di costruzione per il primo esemplare di MD70 Power. Luca Botter, Ceo di MD Technologies, società che gestisce Maxi Dolphin dal 2016, fa il punto e traccia i prossimi passi

Tutto secondo programma al cantiere Maxi Dolphin impegnato nella costruzione del nuovo Maxi Dolphin MD70 Power.Lo scafo è stato estratto dallo stampo e siamo impegnati nell’inserimento delle strutture. Entro fine gennaio avremo terminato e per febbraio è prevista la chiusura della coperta”. Luca Botter, Ceo di MD Technologies. La nuova ammiraglia della flotta “motore” sta nascendo nella sede del cantiere a Erbusco, a due passi da Brescia. “Siamo quindi perfettamente nei tempi previsti per consegnare l’MD70 Power al suo armatore all’inizio dell’estate” sottolinea Botter.

Maxi Dolphin MD70 Power

Disegnato dall’ufficio progetti Maxi Dolphin in collaborazione con lo Studio Rogantin, che firma la carena a spigolo a geometria variabile, e con Advanced Mechanical Solutions, che ha sviluppato le strutture, il nuovo Maxi Dolphin MD70 Power è lungo 21,20 metri per un baglio di 5,58 metri. Per l’interior design l’ufficio tecnico di Maxi Dolphin lavorerà in collaborazione con il prestigioso Studio Nuvolari Lenard di Carlo Nuvolari e Dan Lenard.

Il Maxi Dolphin MD70 Power è nato dalla richiesta di un nostro affezionato armatore” prosegue Luca Botter. “Dopo il suo MD53 Power voleva un motoryacht più grande: un 70 piedi da usare come barca appoggio del suo nuovo mega yacht. È stata l’occasione per sviluppare una nuova piattaforma, un nuovo MD Power nel quale trasferire la nostra esperienza, le nostre tecnologie, l’impronta direi sartoriale che ci distingue e sul quale portare la cura dei dettagli a un livello superiore”.

Maxi Dolphin MD70 Power

Costruito con le tecnologie che distinguono tutte le imbarcazioni a motore e a vela uscite negli anni da Maxi Dolphin, l’MD70 Power ha scafo e coperta in pre-preg di vetro, fibra di carbonio, epoxy, laminazione sottovuoto e post-cottura nel forno di 40 metri del Cantiere. “Per gli interni tutti gli arredi sono alleggeriti, soluzione che ci ha visto tra i primi a utilizzarla, e realizzati in sandwich di Nomex e lino pre-preg” prosegue Botter.

Il primo esemplare di Maxi Dolphin MD70 Power attualmente in costruzione ha un allestimento “chase boat” con ampi spazi liberi all’esterno, un garage con apertura laterale e sottocoperta pochi, grandi ambienti: un’ampia suite armatoriale e un living completo di cucina. Completano gli interni un bagno-giorno e la cabina doppia dell’equipaggio. Con la motorizzazione composta da due Man da 1300 hp abbinati a idrogetti Rolls Royce-Kameva il nuovo Maxi Dolphin MD70 Power raggiunge la velocità massima è di 40 nodi con una velocità di crociera di 37 nodi.

Maxi Dolphin MD70 Power

Il nostro MD70 Power ha suscitato un immediato interesse” spiega Botter. “È infatti già previsto un secondo esemplare, che a dimostrazione della nostra sartorialità, avrà un allestimento fast luxury cruiser. La nuova versione comprende un nuovo disegno della coperta con la tuga avvolta da finestrature continue mentre per gli interni l’armatore ha voluto una impostazione classica con armatoriale a centro barca, Vip a prua e due cabine ospiti”.

Nonostante i problemi derivati dalle limitazioni legate alla lotta alla pandemia” conclude Luca Botter, “siamo riusciti a rispettare le scadenze che avevamo per il 2020. Accanto al procedere alla costruzione del nuovo MD70 Power avevamo infatti da concludere altre due imbarcazioni. Un doppio impegno che ha portato prima, a fine luglio, al varo di un nuovo esemplare di MD51 Power. Poi quello ha rappresentato il nostro ritorno al mondo della vela dove siamo nati nel 1986, dopo un periodo dedicato al mondo del motore. A settembre abbiamo infatti varato il nuovo Maxi Dolphin MD62ab. Un comodo cruiser e potente racer di 18,80 metri progettato dallo yacht designer argentino Alejandro Bottino in collaborazione con il nostro ufficio tecnico, interamente costruito in fibra di carbono che pochi giorni dopo il varo è partito da Varazze per attraversare l’Atlantico e raggiungere l’Uruguay per la consegna al suo armatore. Un test impegnativo di oltre 4700 miglia brillantemente superato”.

Maxi Dolphin MD70 Power – La scheda tecnica
LOA: 21,20 m
BOA : 5,58 m
Motorizzazione: 2 x Man V8 1300 hp
Propulsione: 2 x Rolls Royce – Kamewa waterjet
Velocità massima: 42 nodi
Velocità di crociera: 36 nodi
Progetto: Maxi Dolphin
Linee di carena: Studio Rogantin
Progetto Strutturale: Advanced Mechanical Solutions
Interior design: Studio Nuvolari Lenard
Consegna: estate 2021

(Maxi Dolphin, procede la costruzione del MD70 Power – Barchemagazine.com – Dicembre 2020)