La realtà aumentata Navho sale a bordo degli yacht di CdM

Cantiere delle Marche ha installato il sistema Optip di Navho sul M/Y Crowbridge di 40 metri e sul Flexplorer M/Y Aurelia di 39 metri per le attività di assistenza after sales

Navho nasce dalla collaborazione tra Activa e Optip, due società con esperienza trentennale nel settore medicale. La passione per il mare e per le imbarcazioni, ha spinto i fondatori delle due società, ad ampliare l’applicazione degli Hololens al settore nautico.

Il sistema di proiezione ottico avanzato tramite l’utilizzo di Hololens e realtà aumentata è in grado di riconoscere e mappare l’ambiente circostante. Tra le possibilità offerte dal sistema c’è quella di poter materializzare documenti, schemi, indicatori, modelli 3D, garantire il training da remoto per gli equipaggi, visualizzare, localizzando con precisione, sistemi, impianti (piping e strade cavi) ed elementi strutturali dietro all’allestimento nave, in maniera tale da rendere efficienti i controlli o le attività di refitting.

Navho

L’Armatore può entrare virtualmente nel suo yacht in costruzione e visualizzare gli avanzamenti senza recarsi al cantiere, visionare la configurazione degli interni, attraverso un ambiente 3D immersivo, potendo valutare le soluzioni di arredo, i dettagli estetici e il decoro così come il mood e gli scenari illuminotecnici per l’approvazione del lighting design.

Una volta installato il sistema Optip, se si ha bisogno di assistenza a bordo, si accede all’app per inoltrare la richiesta di aiuto e si indossa il visore. Il tecnico specializzato si collega da remoto tramite un computer nella control room rendendo possibile la comunicazione in viva voce e video scambiando tutte le informazioni sotto forma di ologrammi. La control room guida l’utente a bordo con commenti e indicazioni, ad esempio frecce, disegni, manuali d’uso, schemi elettrici, video tutorial, ologrammi di oggetti renderizzati. L’utente può visualizzare e muovere questi contenuti davanti a sé ed evidenziare con un semplice movimento del dito un’area di interesse sull’apparecchiatura, così da richiedere assistenza su quel punto specifico.

Il cantiere a sua volta può analizzare i dati e fare il monitoraggio dello yacht da remoto individuando eventuali problematiche prima ancora che si presentino.

(La realtà aumentata Navho sale a bordo di CdM – Barchemagazine.com – Febbraio 2021)