La grappa Monovitigno Nonino ha compiuto cinquant’anni

Il Monovitigno Nonino è nato mezzo secolo fa: la “rivoluzione” della grappa che non c’era realizzata con le vinacce del vitigno Picolit celebrata con orgoglio dalla famiglia di distillatori

Fu esattamente il 1° Dicembre 1973 che Giannola e Benito, contro l’usanza che voleva la distillazione delle vinacce mescolate e lungamente conservate, distillarono in purezza le vinacce appena fermentate del vitigno più Nobile del Friuli, il Picolit, ottenendo la prima Grappa Monovitigno, racchiusa in una raffinata Ampolla di vetro soffiato.

Nel video appassionato, come è nata la Grappa Monovitigno Nonino raccontato da Giannola.

Per condividere la magia dell’arte della distillazione la famiglia Nonino ha deciso di trasformare proprio quell’Ampolla in un alambicco: una serpentina che collega due date 1973-2023 e da cui esce una goccia, la stessa goccia di Grappa Picolit che, appena sgorgata dalle campane di distillazione il 1° Dicembre 1973 ha fatto esclamare a Giannola: “Benito, Benito ce l’abbiamo fatta!”

Perché in quella goccia aveva trovato i profumi di mele cotogne e miele d’acacia, l’emozione provata nelle vigne che aveva prescelto.

(La grappa Monovitigno Nonino ha compiuto cinquant’anni – Barchemagazine.com – Dicembre 2023)