Jules Verne Trophy: Sails of Change pospone la partenza

A causa delle condizioni meteo sfavorevoli Sails of Change rinvia la partenza. Dona Bertarelli, Yann Guichard e il loro equipaggio di 9 velisti sono comunque pronti per il tentativo di battere il record di percorrenza del Jules Verne Trophy

Dopo aver analizzato i file meteo, il team Spindrift ha deciso di posticipare la partenza, inizialmente prevista nel tardo pomeriggio di giovedì 25 novembre, per il quarto tentativo di battere il record al Jules Verne Trophy. In effetti, nella mattina di giovedì le condizioni meteorologiche nell’Atlantico meridionale si preannunciavano meno interessanti rispetto a quelle analizzate mercoledì sera.
 
Si tratta di record e quello del Jules Verne Trophy è diventato molto difficile da battere!”, ha spiegato Yann Guichard, skipper del team, questa mattina dopo aver consultato gli ultimi modelli meteorologici insieme a Jean-Yves Bernot, l’esperto di meteo a terra del team, e Benjamin Schwartz, il navigatore a bordo. “Peraltro i modelli meteorologici americani e quelli europei convergono: sarebbe necessario aggirare completamente l’anticiclone di Sant’Elena, evitare il ghiaccio che è vicino alla Georgia del Sud e raggiungere finalmente la longitudine di Buona Speranza in tredici giorni… Sails of Change potrebbe attraversare l’Equatore in meno di quattro giorni e mezzo, ma la configurazione nell’Atlantico meridionale che era ancora favorevole ieri, non lo è più oggi. Tanto più che le depressioni nei mari del sud presentano anche una traiettoria molto bassa, invece di spostarsi a est: la traversata dell’Oceano Indiano si preannunciava complessa.”
Spindrift - Sails of Change

In questa sfida, l’equipaggio del maxi-trimarano Sails of Change, che racchiude in sé le caratteristiche dell’esperienza di navigatori oceanici esperti e l’energia di giovani velisti, è portacolori della Campagna #30×30, che mira a proteggere il 30% del pianeta entro il 2030 e quindi a sensibilizzare il pubblico su questa causa.

Con questo quarto tentativo, l’intero equipaggio vuole mostrare che è possibile realizzare la sfida puntando all’autosufficienza energetica. Per la prima volta, l’intero percorso del Jules Verne Trophy sarà effettuato senza il motore ausiliario. “Affronteremo un’ulteriore sfida, poiché cercheremo di battere il record del giro del mondo senza utilizzare energia da combustibili fossili. Le nostre fonti principali saranno l’energia solare ed eolica, oltre a un generatore di biciclette a bordo. Vogliamo dimostrare che è possibile”, dice lo skipper Yann Guichard.

Sails of Change, l’equipaggio 2021:

Yann Guichard – Skipper
Dona Bertarelli – Media reporter a bordo
Benjamin Schwartz – Navigatore
Jacques Guichard – Capoturno
Xavier Revil – Capoturno
Duncan Späth – Timoniere / Regolatore vele
Gregory Gendron – Timoniere / Regolatore vele
Julien Villion – Timoniere / Regolatore vele
Thierry Chabagny – Timoniere / Regolatore vele
Jackson Bouttell – Capoturno, Prodiere
Yann Jauvin – Velista, Prodiere
Jean-Yves Bernot – Meteorologo a terra
Il Jules Verne Trophy in pillole
Partenza e arrivo: linea tra il faro di Créac’h (isola di Ouessant) e Cap Lizard (Inghilterra)
Il giro del mondo in equipaggio doppiando i tre capi (Buona Speranza, Leeuwin, Horn)
Distanza minima da percorrere: 21.600 miglia (circa 40.000 chilometri)
Ratifica del record: World Sailing Speed Record Council, www.sailspeedrecords.com
Tempo record attuale da battere: 40 giorni, 23 ore, 30 minuti e 30 secondi
Velocità media: 21,96 nodi
Data dell’ultimo record: gennaio 2017
Detentore: IDEC Sport, Francis Joyon e il suo equipaggio di 5 persone
Tempi di riferimento intermedi in equipaggio
Ushant – Equatore: 4g 20h 07′ (Spindrift 2 nel 2019)
Ecuador – Cap des Aiguilles: 6gg 08h 55′ (Banque Populaire V nel 2012)
Cap des Aiguilles – Cap Leeuwin: 4gg 09h 32′ (IDEC Sport nel 2017)
Cap Leuuwin – Cap Horn: 9gg 08h 46’ (IDEC Sport nel 2017)
Capo Horn – Ecuador: 7g 04h 27’ (Banque Populaire V nel 2012)
Ecuador – Ushant: 5d 19h 21’ (IDEC Sport nel 2017)
Record in equipaggio riconosciuti dal WSSRC
Traversata del Nord Atlantico (Ushant – Equatore): 4g 20h 07 ‘(Spindrift 2 nel 2019)
Traversata dell’Oceano Indiano (Cap des Aiguilles – Sud Tasmania): 5gg 21:07 ’45’ ‘(IDEC Sport nel 2017)
Traversata dell’Oceano Pacifico (Tasmania meridionale – Capo Horn): 7 giorni 9:13:31 (IDEC Sport nel 2017)
Ecuador – Ecuador: 29g 09:10:55 (IDEC Sport nel 2017)
Giro del mondo (Jules Verne Trophy): 40g 23h 30’30’’ (IDEC Sport nel 2017)

(Jules Verne Trophy: Sails of Change pospone la partenza – Barchemagazine.com – Novembre 2021)