Jeanneau Merry Fisher 1295 Fly – A tutta manetta

Un dodici metri da crociera lungo costa, dai tanti spazi vivibili sia all’interno, sia in coperta. Ma anche una barca divertente da portare e dalle buone prestazioni con a poppa tre motori fuoribordo da 300 cv

by Barche – photo by Julien Gazeau

Crescono le misure, arriva la nuova ammiraglia, ma la filosofia progettuale dei Merry Fisher di Jeanneau è sempre la stessa: tanto spazio a bordo, funzionalità, carene marine e motori fuoribordo. Il 1295 Fly rimane fedele alla linea e si posiziona in vetta ad una gamma che parte dai sei metri di lunghezza e comprende sette modelli. Qui, su questo dodici metri fly, l’obiettivo è la crociera in famiglia lungo costa nel weekend, ma volendo anche di più. Ha tre cabine, due bagni, il fly e un dislocamento a pieno carico abbastanza impegnativo (il modello che ho provato era super accessoriato, con tanto di stabilizzatore Seakeeper), ma non è una “barca casa”. Non immaginatevi un mezzo sedato. Certo, il buon padre (o madre) di famiglia deve pensare prima di tutto a sicurezza e comfort, ma anche il divertimento vuole la sua parte. A poppa ci sono infatti tre Yamaha V6 da 300 cavalli ciascuno.

La postazione di pilotaggio è ben studiata, con la posizione del volante regolabile e gli strumenti ben leggibili. Il sedile si può ruotare ed essere rivolto verso il tavolo da pranzo. Nel salone centrale un divano a U circonda il tavolo da pranzo che volendo si può abbassare per avere altri due posti letto.

La prima cosa che mi viene da pensare mentre provo il 1295 in una bella giornata primaverile davanti a Cannes è che i tempi dei tradizionali pêche promenade, delle vecchie pilotine da pesca francesi convertite alla crociera, sono ormai preistoria. Già la velocità massima che rilevo dice molto: al massimo dei giri, con i correttori di assetto Zipwake in azione, sfioro i
38 nodi. Non male per una “tranquilla” barca per famigliole. In più le reazioni ai comandi elettronici sono immediate e divertenti, e bisogna stare un po’ attenti a non farsi prendere troppo la mano, soprattutto in accelerazione. Una volta in planata le linee d’acqua si confermano fedeli alla tradizione Merry Fisher, ben disegnate. Anche se la cavalleria è tanta le imbardate non sono mai eccessive, gli angoli di sbandamento sono dolci, nessuna reazione è nervosa o poco prevedibile.

Come è facile immaginare viaggiando con le manette al massimo i consumi si fanno sentire, si superano di poco i 300 litri ora (8,13 litri/miglio). In realtà si può scegliere all’interno di un ampio range di regimi per trovare la propria andatura ideale, già a 12 nodi c’è il limite della planata. Il miglior rendimento, il passo da tenere sui trasferimenti (il regime di crociera economica) è a 21 nodi, con il consumo per miglio che cala a 5,71 litri di benzina (120 litri/ora). Una buona via di mezzo, la “normale” velocità di crociera è a 27 nodi, con il flussometro che non sale di molto attestandosi sui 160 litri ora.

La cabina armatoriale è molto luminosa. Oltre alle due finestrature laterali in murata ce n’è una terza orientata verso prua ricavata dalla base del prendisole esterno.

Numeri a parte, il bello del nuovo Merry Fisher è nella sua grande abitabilità. A piacermi è stata prima di tutto la cucina che affaccia sul pozzetto, soluzione ideale su barche di questa taglia che unisce in maniera molto funzionale interno ed esterno. Sempre a poppa molto astuta è la soluzione della murata abbattibile a dritta, dotazione standard che apre un facile accesso al mare direttamente dal pozzetto. Se ormai questa è una scelta progettuale diventata quasi un must su qualsiasi tipo di imbarcazione, qui trova una sua applicazione ideale perché la scelta della tripla motorizzazione fuoribordo occupa molto spazio vivibile sulla plancia di poppa.

Nel complesso, su questa barca è molto facile muoversi, i flussi di bordo sono ben studiati. Ci sono infatti un portellone di accesso lungo la fiancata di sinistra per scendere a terra se si è ormeggiati all’inglese, e un altro per accedere alla passerella di poppa (sempre sulla sinistra) ed uno per raggiungere direttamente la plancetta (sulla destra). In più, a fianco la postazione di pilotaggio interna, un’ennesima apertura consente di accedere direttamente al passavanti. Unica cosa che non mi è piaciuta, in termini di facilità di movimento, è la scaletta che porta sul fly, molto ripida e non molto comoda da utilizzare. A prua c’è invece un’altra zona molto riuscita di questa barca, con tre prendisole con braccioli che fronteggiano altri due piccoli divanetti. Nell’insieme è stata realizzata una terza area living esterna, dopo fly e pozzetto, leggermente ribassata rispetto alla linea del cavallino e molto appartata.

Anche sul fly del nuovo Merry Fisher lo spazio non manca, oltre alla seconda postazione di pilotaggio ci sono una poltrona per il copilota, il prendisole, una zona living con tavolo e divano e anche un piccolo angolo cottura.

Sottocoperta, come sempre sulle barche del cantiere di Les Herbiers, i volumi sono sfruttati al meglio fino all’ultimo centimetro. Le cabine sono tre, con l’armatoriale a prua con il tradizionale taglio a V e letto a penisola (e qui è da segnalare il tanto spazio di stivaggio per i bagagli) e poi due cabine ospiti a centro nave con le cuccette divise, che volendo si possono unire, e con altezze più che sufficienti sia nel disimpegno, sia sopra i letti. I bagni sono due, entrambi con box doccia separato, uno dei quali dedicato in esclusiva agli armatori.

Engine data
Una sola la motorizzazione prevista dal cantiere, con tre fuoribordo da 300 cavalli ciascuno. Con i V6 di Yamaha la velocità massima sfiora i 38 nodi, ma già a 12 si è in planata.

JEANNEAU
SPBI Jeanneau
32 Avenue des Sables – CS 30529
85505 Les Herbiers Cedex – France
www.jeanneau.com

PROGETTO
Jeanneau Design • Centkowski & Denert Design

SCAFO
Lunghezza f.t. 12,56m • Lunghezza scafo 11,92m • Baglio massimo 3,8m • Pescaggio 0,76m • Peso a secco 8.181 kg • Capacità serbatoio carburante 1.174 l • Capacità serbatoio acqua 400 l

MOTORE
3x Yamaha V6 • Potenza 220 kW (300 cv) • Alesaggio per corsa 96mm x 96mm • Cilindrata 4.169 cc • Numero di cilindri 6 • Regime di rotazione massimo 5000-6000 giri/min • Peso 260 kg

CERTIFICAZIONE CE
CAT B/C • Numero max persone imbarcabili 10/12

PREZZO
340.700 e prezzo base Iva esclusa (Novembre 2023)

(Merry Fisher 1295 Fly – A tutta manetta – Barchemagazine.com – Novembre 2023)