Jeanneau Cap Camarat 12.5 WA, la formula della felicità

Tre fuoribordo per sei cilindri per dodici metri di barca, è la formula della felicità. L’hanno scoperta Jeanneau e Yamaha

by Niccolò Volpati – photo by Jean-Jacques Bernier and Tom King

PARTIAMO DA DIETRO, NEL SENSO DELLA POPPA. Attaccati allo specchio ci sono tre fuoribordo Yamaha da 300 cavalli. Si tratta dei nuovi Premium V6, ovvero la rivisitazione del sei cilindri della casa giapponese. Meno peso e più maneggevolezza, in parte fornita da un uso massiccio dell’elettronica.

Il V6 300, così come il 250 cavalli, è dotato di Digital Electronic Steering, ovvero lo sterzo elettronico digitale. Miglior controllo, più precisione, grazie soprattutto agli attuatori che sostituiscono le tradizionali pompe idrauliche. È un fuoribordo dotato di Drive by Wire con manette elettroniche e, volendo, anche il sistema Helm Master EX, perfetto per gli appassionati di pesca perché integra Gps, autopilota e propulsore. Il peso è ovviamente minore rispetto ai V8 XTO di Yamaha, ma da questi eredita il TotalTilt, un ingegnoso sistema che consente di sollevare dall’acqua il piede del fuoribordo occupando il minor spazio possibile a poppa. Il TotalTilt è anche fornito di un sistema di allarme che avvisa quando il motore è in movimento proprio per impedire danneggiamenti a cose o persone. E poi c’è TERE, acronimo di Thrust Enhancing Reverse Exhaust. In pratica quando si ingrana la retromarcia e si rimane al di sotto dei 2500 giri al minuto, le bolle dello scarico rimangono lontano dall’elica, sopra alla piastra di ventilazione. In questo modo, l’elica pesca in un’acqua densa e non contaminata dalle bolle causate dai gas di scarico. E quando l’acqua è densa, l’elica lavora meglio e il fuoribordo è più efficiente in retromarcia.

Tanta l’abitabilità e la luminosità grazie a molte finestrature che consentono alla luce naturale di filtrare sottocoperta. I posti letto sono 5, di cui tre nella cabina  a centro barca e 2 nella dinette trasformabile.

Ma è la marcia avanti quella che ci interessa di più e quindi per testarla non facciamo altro che ingranarla e accelerare per vedere se il restyling fornisce buone prestazioni in accelerazione e velocità. Il Cap Camarat 12.5 WA di Jeanneau è una barca di quasi dodici metri di lunghezza fuori tutto per tre e mezzo di baglio e più di settemila chili di dislocamento a vuoto. Insomma, è una barca sportiva, ma con volumi generosi e quindi anche pesi conseguenti. Novecento cavalli sono comunque parecchi, non a caso si tratta della motorizzazione massima installabile. E il risultato si vede subito. Nonostante servano più di sedici nodi per tirare fuori lo scafo dall’acqua, la planata si raggiunge in soli tre secondi e mezzo. È davvero un’accelerazione che ti inchioda alla seduta del pilota, merito di una cubatura notevole, dato che i cc sono ben 4.169. Alla massima siamo arrivati a 42,7 nodi con un consumo di 299 litri/ora, praticamente 100 litri per motore. 

Sulla stessa lunghezza d’onda anche i valori dei consumi a 30 e a 25 nodi di velocità. Per navigare a 30 nodi, infatti, servono 163 litri in totale, mentre a 25 il consumo è di circa 120 litri/ora per tutti e tre i fuoribordo. Il comportamento in navigazione rappresenta un equilibrio tra prestazioni sportive e comfort. Il progetto di Michael Peters mi ha convinto proprio perché l’equilibrio tra queste due caratteristiche è stato trovato senza rinunce. La barca, merito anche dell’elettronica che assiste la virata, è molto maneggevole. S’inclina quanto basta, risponde prontamente alle inversioni di rotta. 

Fedele al concetto Walk Around, è facile muoversi a bordo da prua a poppa. In poche mosse si può avere un allestimento ideale per il relax oppure per offrire numerose sedute agli ospiti.

La visibilità dalla plancia è sempre ottimale, perfino quando si vira a tutta barra. Il T-Top, che è robusto e piuttosto ampio, non è mai un ostacolo alla visuale, nemmeno laterale. Anche con onda tra i 40 e 50 cm, la V di prua riusciva a fenderla senza problemi. Fino a trenta nodi di velocità non si sentiva la necessità di dosare il gas perché la barca non saltava eccessivamente sull’onda. In ogni caso l’erogazione è progressiva e le manette assolvono egregiamente al loro compito. L’unico aspetto non del tutto convincente della barca è di tipo strutturale. È proposta da Jeanneau con due o tre motori fuoribordo, ma, purtroppo, i serbatoi sono solo due e non comunicano tra di loro. La conseguenza è che in caso di tripla motorizzazione, due fuoribordo pescano da un unico serbatoio. Va da sé che quando un serbatoio è vuoto, l’altro abbia ancora carburante. Per ovviare a questo inconveniente è stata collocata una pompa che consente di alternare l’alimentazione dei fuoribordo da uno o dall’altro serbatoio. Sarebbe stato meglio però avere serbatoi comunicanti oppure averne tre, uno per ogni motore.

Buono il comportamento con mare formato e, soprattutto, molto maneggevole in virata e in manovra ai bassi regimi. Merito della carena e dei fuoribordo Yamaha con l’elettronica che consente una perfetta regolazione.

Engine data
Tre motori da 300 cavalli rendono la navigazione sportiva, ma senza compromettere il comfort e la sicurezza. Volendo è possibile optare anche per una doppia motorizzazione fuoribordo.

Il T-Top è robusto perché poggia su solide basi. È ampio e protettivo, dotato perfino di prolunga per assicurare ombra alla zona del pozzetto.

L’apertura laterale della fiancata permette di avere un accesso all’acqua alternativo a quello delle spiaggette di poppa che circondano i fuoribordo.

CHANTIERS JEANNEAU
32 Avenue des Sables – CS 30529
F-85505 Les Herbiers Cedex
www.jeanneau.com

PROGETTO: Michael Peters Yacht Design, Sarrazin Design e Jeanneau Design

SCAFO: Lunghezza f.t. 11,90m • Larghezza massima 3,58m • Dislocamento a vuoto 7.123 kg • Serbatoio carburante 1.150 l • Serbatoio acqua 200 l

MOTORE: 3xF300NSB Yamaha • Potenza 220,6 kW (300 cv) • 6 cilindri a V 60° • Cilindrata 4.169 cc • Alesaggio per corsa 96mm x 96mm • Rapporto di trasmissione 1.75:1 • Regime di rotazione 5000-6000 giri/minuto • Peso 260 kg

CERTIFICAZIONE CE: CAT B per 11 persone • CAT C per 12 persone

PREZZO: 193.614 €, Iva inclusa (Ottobre 2021)

(Jeanneau Cap Camarat 12.5 WA, la formula della felicità – Barchemagazine.com – Ottobre 2021)