Inmarsat propone la soluzione Fleet Secure contro il cybercrimine

Inmarsat, esperta nelle comunicazioni satellitari mobili e globali, lancia Fleet Secure Unified Threat Management (UTM), come opzione standard del pluripremiato servizio Fleet Xpress di Inmarsat, che protegge le reti dei superyacht dagli attacchi informatici.

Fleet Secure UTM completa il portafoglio di soluzioni di sicurezza informatica di Inmarsat per proprietari e gestori di superyacht, che comprende Fleet Secure Endpoint e Fleet Secure Cyber Awareness Training. Sviluppata in collaborazione con Port-IT, specialista in sicurezza informatica marittima, la resilienza della protezione di Fleet Secure UTM si basa sul consolidamento di più strumenti di sicurezza di rete in un’unica applicazione.

Con un aumento del 40% dei cyberattacchi alle aziende globali nel 2021, Inmarsat segnala una triplicazione dei dati utilizzati dalla nave media dall’inizio del Covid-19. La crescita riflette l’aumento della domanda di connettività dell’equipaggio, ma anche il crescente utilizzo dei dati per monitorare le prestazioni dell’imbarcazione, ottimizzare il processo decisionale e supportare la manutenzione predittiva.

Gli attacchi informatici di successo mettono a rischio la sicurezza delle imbarcazioni, interrompono i servizi ed espongono i dati critici. I clienti ricevono funzionalità di gestione degli asset, avvisi e reportistica completamente conformi ai requisiti di gestione del rischio di sicurezza informatica 2021 dell’Organizzazione Marittima Internazionale (IMO).

Fleet Secure UTM

Fleet Secure UTM è una soluzione plug-and-play per i superyacht che utilizza una potente scansione basata sull’intelligenza artificiale alla ricerca di software dannoso al di là delle firme conosciute per prevenire gli attacchi “zero day”. I problemi che non sono direttamente collegati a Fleet Xpress vengono inoltrati a Port-IT per la risoluzione. Un gruppo di hacker etici, inoltre, sonda costantemente le reti alla ricerca di falle. Fleet UTM è disponibile nelle versioni bronzo, argento e oro.

“I vantaggi dei big data e dell’intelligenza artificiale per l’efficienza, la sicurezza e la sostenibilità dei superyacht sono evidenti, mentre Covid-19 ha evidenziato come la connettività dell’equipaggio sia una questione cruciale per il nostro settore”, ha dichiarato Ben Palmer, Presidente di Inmarsat Maritime. “La salvaguardia di questi vantaggi richiede consapevolezza e formazione informatica, protezione degli endpoint e difese stratificate di protezione della rete. Con Fleet Secure UTM, Inmarsat è ora in grado di soddisfare tutti questi requisiti con un unico fornitore”.

(Inmarsat propone la soluzione Fleet Secure contro il cybercrimine – barchemagazine.com – May 2022)