Il Gruppo Azimut Benetti triplica il portafogli ordini

Con un valore della produzione pari ad 850 milioni di Euro, in crescita di 100 milioni rispetto all’anno precedente, il Gruppo Azimut Benetti chiude con grande soddisfazione la stagione nautica 2020/21

Il Gruppo, nonostante qualche fisiologico rallentamento produttivo dovuto alle turnazioni legate alle policy anti Covid e al più recente fenomeno delle difficoltà di approvvigionamento in ambito supply chain, ha felicemente colto il momento di vivacità commerciale che ha caratterizzato gli ultimi 6 mesi consegnando un totale di 245 imbarcazioni tra i due marchi Azimut Yachts e Benetti. Questo numero vede protagonisti quei modelli che, grazie alle loro caratteristiche distintive in termini di design, innovazione tecnologica e sostenibilità, sono risultati particolarmente graditi al mercato.

Spiccano, tra gli altri, la nuova ammiraglia di Azimut Yachts, il Trideck nella foto di apertura -, di cui prima ancora del debutto ufficiale a Cannes 2021 sono stati già venduti 10 esemplari, e l’Oasis 40M Benetti, che ad oggi vanta ben 14 matricole vendute nella stagione 2020/21. Di rilievo anche il successo del Verve 47, l’outboard collocato nella fascia high premium del segmento, di cui sono state vendute complessivamente 55 unità (30 nell’anno appena concluso).

Oasis 40M Benetti
Oasis 40M Benetti

È inoltre da sottolineare che ben più della metà del valore della produzione, ovvero circa 570 milioni di Euro degli 850 complessivi, riguarda imbarcazioni sopra i 24 metri, un segmento dove la leadership del Gruppo si è ulteriormente consolidata grazie ai consensi crescenti del mercato internazionale.

Ma il dato di maggior soddisfazione riguarda il portafoglio ordini, triplicato rispetto alla stagione precedente, che si attesta a 1 miliardo e 200 milioni di Euro, di cui circa 900 riguardano modelli superiori ai 24 metri. Di questi 900 milioni, 508 sono stati acquisiti negli ultimi 90 giorni, al netto delle barche consegnate nello stesso periodo.

Verve 47
Verve 47

A livello geografico, mentre si conferma una distribuzione equilibrata delle vendite tra i tre principali continenti, si registra un balzo in avanti dell’area APAC, che sale al 15% delle vendite complessive, rivelandosi un mercato particolarmente promettente.

Gruppo Azimut Benetti
Marco Valle

Chiudo il primo anno da CEO di Gruppo – ha affermato Marco Valle – con la consapevolezza di aver centrato gli obiettivi sfidanti che ci eravamo prefissati. Guardo inoltre alla prossima stagione confortato dall’ottimo portafoglio ordini, che vede praticamente saturata la produzione dell’anno appena cominciato, e sono molto fiducioso che i nuovi progetti su cui stiamo lavorando ci consentiranno di proseguire anche nel medio periodo nel nostro cammino di crescita organica”.

A Marco Valle fa eco Giovanna Vitelli, Vice Presidente Esecutivo del Gruppo: “È per me motivo di orgoglio constatare che la strategia industriale definita per l’Azienda, che ha il suo asse portante nello sviluppo di prodotti sempre più innovativi e visionari, continua a rivelarsi vincente. Oggi la nostra sfida più grande è quella di proseguire nella ricerca in tema di sostenibilità ambientale. Raggiunto definitivamente il traguardo di ridurre i consumi (fino almeno al 40%) e di conseguenza le emissioni grazie all’uso di carbonio, carene e propulsioni ottimizzate, stiamo lavorando a ulteriori soluzioni tecniche per offrire imbarcazioni sempre più rispettose dell’ambiente.

Giovanna Vitelli

E proprio in tema di Ricerca e Sviluppo il Gruppo conferma investimenti triennali per oltre 100 milioni di Euro.

(Il Gruppo Azimut Benetti triplica il portafogli ordini – Barchemagazine.com – Settembre 2021)