Ferretti SpA cresce ancora nel primo semestre 2022

Più che positivi i risultati finanziari consolidati di Gruppo per il semestre chiuso al 30 giugno 2022, il CdA di Ferretti SpA esamina e approva

L’Avv. Alberto Galassi, Amministratore delegato del Gruppo, ha commentato: “Ci troviamo in uno straordinario momento di mercato, ma è soprattutto grazie al nostro lavoro che riusciamo a crescere tanto velocemente. Investiamo per continuare a innovare e presentiamo continuamente nuovi modelli, sempre più curati in ogni aspetto, dal design alle soluzioni tecnologiche, guardando continuamente a diminuire la nostra impronta ambientale. Siamo certi di interpretare il meglio della nautica italiana nel mondo e di offrire ai nostri azionisti risultati tangibili”.

Alberto Galassi

Raccolta ordini: pari a 641,9 milioni di euro nel primo semestre 2022, in crescita del 30% rispetto al primo semestre 2021 (493,6 milioni di euro) grazie alla forte domanda del mercato mondiale. Portafoglio ordini pari a 1.218 milioni di euro al 30 giugno 2022, con una crescita del 20% rispetto al 31 dicembre 2021 (1.016 milioni di euro) grazie alla forte acquisizione di ordini nel periodo e un aumento del 49% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Portafoglio ordini per segmento:

• Il segmento Composite yachts ha raggiunto 389,0 milioni di euro al 30 giugno 2022 pari al 32% del portafoglio ordini totale (da 366,0 milioni di euro pari al 36% del portafoglio ordini totale al 31 dicembre 2021).
• Il Made-to-measure yachts ha raggiunto 400,7 milioni di euro al 30 giugno 2022 pari al 33% del portafoglio totale (da 299,0 milioni di euro pari al 29% del portafoglio totale al 31 dicembre 2021).
• La divisione Super yachts: 370,5 milioni di euro al 30 giugno 2022, pari al 30% del portafoglio totale (da 293,1 milioni di euro, pari al 29% del portafoglio totale al 31 dicembre 2021).
• Il resto delle attività (1) sono rimaste stabili a 57,8 milioni di euro pari al 5% del portafoglio totale al 30 giugno 2022, mentre al 31 dicembre 2021 il valore totale era pari al 6% del portafoglio totale.

(1) Inclusi FSD, Wally vela

Ricavi pari a 534,9 milioni di euro nel primo semestre 2022, con una crescita del 17,0% rispetto al primo semestre 2021 (457,2 milioni di euro), grazie al forte portafoglio ordini accumulato nel 2021.

Ricavi per segmento:

• Il Composite yachts ha raggiunto 233,7 milioni di euro, pari a circa il 43,7% dei ricavi totali, nel primo semestre del 2022 (da 236,4 milioni di euro, pari a circa il 51,7% dei ricavi totali, nel primo semestre del 2021).
• Il Made-to-measure yachts ha raggiunto 201,3 milioni di euro, pari a circa il 37,6% dei ricavi totali, nel primo semestre del 2022 (da 126,9 milioni di euro, pari a circa il 27,7% dei ricavi totali, nel primo semestre del 2021).
• La divisione Super yachts ha raggiunto 48,9 milioni di euro, pari a circa il 9,1% dei ricavi totali, nel primo semestre 2022 (da 39,1 milioni di euro, pari a circa l’8,5% dei ricavi totali, nel primo semestre 2021).
• Il resto delle attività, incluse le attività ancillari (2), hanno raggiunto 51,0 milioni di euro, pari a circa il 9,5% dei ricavi totali, nel primo semestre 2022 (da 54,9 milioni di euro, pari a circa il 12,0% dei ricavi totali, nel primo semestre 2021).

Ricavi per area geografica:

• La regione AMAS ha raggiunto 171,3 milioni di euro, pari a circa il 32,0% dei ricavi totali, nel primo semestre del 2022 (da 180,0 milioni di euro, pari a circa il 39,4% dei ricavi totali, nel primo semestre del 2021).
• La regione EMEA ha raggiunto 225,6 milioni di euro, pari a circa il 42,2% dei ricavi totali, nel primo semestre 2022 (da 154,2 milioni di euro, pari a circa il 33,7% dei ricavi totali, nel primo semestre 2021).
• L’area APAC ha raggiunto 38,1 milioni di euro, pari a circa il 7,1% dei ricavi totali, nel primo semestre 2022 (da 29,0 milioni di euro, pari a circa il 6,3% dei ricavi totali, nel primo semestre 2021).
• Il resto delle attività (3) e la divisione Super yachts, hanno raggiunto 100,0 milioni di euro, pari a circa il 18,7% dei ricavi totali, nel primo semestre del 2022 (da 94,0 milioni di euro, pari a circa il 20,6% dei ricavi totali nel primo semestre del 2021).

EBITDA adjusted pari a 69,0 milioni di euro nel primo semestre 2022, in crescita del 30,2% rispetto al primo semestre 2021 (53,0 milioni di euro) e con un margine pari al 13,5% nel primo semestre 2022, in crescita di 110 punti base rispetto al primo semestre 2021 (12,4%).
Questo notevole miglioramento è legato a tre ragioni principali:
• Commerciale: una lista d’attesa più lunga grazie all’elevato portafoglio ordini, il che significa un maggiore potere di determinazione dei prezzi.
• Posizionamento strategico: una maggiore presenza nel segmento più redditizio, come quello del Made-to-measure
• Industriale: economia di scala negli acquisti e un più efficiente assorbimento dei costi fissi

(2) Incluse le attività ancillari, FSD, Wally vela e l’usato
(3) Incluse le attività ancillari, FSD, Wally vela e l’usato

Utile netto pari a 29,9 milioni di euro nel primo semestre 2022, in crescita rispetto al primo semestre 2021 (23,4 milioni di euro) e con un margine pari al 5,9% nel primo semestre 2022, in aumento di 40 punti base rispetto al primo semestre 2021 (5,5%).
Capex pari a 37,0 milioni di euro, di cui 15 milioni di euro per lo Sviluppo Prodotti nel primo semestre 2022.

Posizione finanziaria netta è in forte miglioramento ed è passata da 93,3 milioni di euro di cassa al 31 dicembre 2021, a 183,1 milioni di euro cassa al 30 giugno 2022 generati dalle attività operative. Se a questi si aggiungono anche i 232,7 milioni di euro di proventi della quotazione, la Posizione Finanziaria netta del Gruppo ha raggiunto 415,8 milioni di euro di cassa.
L’aumento della generazione di cassa è riconducibile principalmente al miglioramento del capitale circolante che è passato da (88) milioni di euro al 31 dicembre 2021 a (161) milioni di euro al 30 giugno 2022.

Eventi di rilievo avvenuti nel corso del primo semestre del 2022

• Riva, lo storico marchio del Gruppo, ha festeggiato i suoi 180 anni con un evento esclusivo al teatro La Fenice di Venezia e la presentazione di “Anniversario”, un modello Riva in edizione limitata (18 esemplari al lancio) per celebrare anche i 60 anni del modello storico Aquarama. I 18 esemplari sono prodotti esclusivamente per clienti Riva selezionati, a dimostrazione che nel settore dello yachting di lusso Riva è l’unico marchio in grado di fare leva sul proprio brand e su un modello riconosciuto da tutti come iconico, per creare un’edizione limitata.
• Inoltre, Riva ha presentato il 102′ Corsaro Super, uno splendido flybridge, restyling e successore del 100′ Corsaro, uno dei best seller più apprezzati degli ultimi anni.
• Wally ha presentato a Venezia in giugno, per la prima volta a un salone nautico, il suo ultimo modello Wallypower58, che rappresenta un modello di espansione della gamma.
• Ferretti Yachts ha presentato il nuovo Ferretti Yachts 580, un nuovo modello flybridge che sostituisce il precedente Ferretti 550, storico grande successo del Gruppo.
• Ferretti Yachts ha presentato anche il nuovo Ferretti 860, un nuovo flybridge dal design all’avanguardia che sostituisce il precedente modello Ferretti 850
• CRN ha presentato il secondo superyacht in lega di metallo del semestre; CRN M/Y 142, 52m “Ciao”.

(Ferretti SpA cresce ancora nel primo semestre 2022 – Barchemagazine.com – Agosto 2022)