Boero YachtCoatings, splendido splendente

Tecnomar per il suo Evo 120 ha scelto Boero per la pittura sopra e sotto la linea di galleggiamento

by Niccolò Volpati

Una volta un bravo designer di un importante e famosissimo cantiere italiano mi raccontò che un’armatrice, prima di firmare il contratto per la sua nuova barca, gli portò una foto del mare di un’isola greca dicendogli che l’avrebbe voluta di quel colore, altrimenti non se ne faceva niente. Un’altra volta, invece, mi è capitato di assistere alla pitturazione dello scafo di un mega yacht e ho visto ben otto persone che procedevano contemporaneamente da poppa a prua. Il titolare mi spiegò che era necessario lavorare all’unisono per evitare sfumature differenti tra una fiancata e l’altra. E, infine, il terzo aneddoto che mi sovviene a proposito di verniciatura degli scafi, è quello di un surveyor che, dovendo controllare se fosse stata fatta a regola d’arte, si presentò con una macchina fotografica, un cavalletto e un obiettivo macro. Iniziò a fotografare lo scafo centimetro per centimetro per analizzare quanti micron di polvere ci fossero in ogni porzione. Del resto, mi spiegò il titolare del cantiere, se avessero superato un certo numero di granelli di polvere sullo scafo, l’armatore avrebbe potuto contestare il lavoro.

La gamma Boero YachtCoatings comprende ogni tipo di vernice
e stucco per imbarcazioni
di qualsiasi dimensione.

Insomma, con la vernice e con i colori non si scherza e anche se alcune richieste possono apparire quanto meno eccentriche, come si fa a rifiutare la richiesta che arriva da un armatore che magari ha speso qualche milione di Euro per la sua barca nuova? Oltre a una grande professionalità di cantieri e applicatori, servono anche prodotti in grado di soddisfare le esigenze degli armatori, perfino quelli eccentrici.

SCHEDA TECNICA EVO 120

Costruttore
Tecnomar, The Italian Sea Group

Progetto
Arch. Gian Marco Campanino (exterior and interior design) • Ufficio tecnico Tecnomar (architettura navale)

Scafo
Lunghezza f.t. 36,6m • Baglio massimo 8,0m • Costruito in alluminio • Capacità serbatoio 15.000 l • Velocità massima 22 nodi • Velocità di crociera 20 nodi

Motori
2xMtu 12 V 2000 M96L da 1.940 kW

Il reparto ricerca e sviluppo di un’azienda di vernici è costantemente impegnato a migliorare i suoi prodotti. E il discorso non riguarda solo le antivegetative, ma anche tutto quello che si mette al di sotto di esse e che serve appunto per appagare le esigenze estetiche. La collaborazione tra The Italian Sea Group e Boero si è recentemente espressa per l’Evo 120 di Tecnomar. Anche in questo caso, tutta la pitturazione è stata curata da Boero, sia sopra, sia sotto la linea di galleggiamento. Per la parte fuori dall’acqua è stato usato Delta 3000, che è un primer, e lo stucco epossidico Epolight Win. Le caratteristiche di quest’ultimo sono quelle di un prodotto facile da applicare a spatola, senza incidere troppo sul peso complessivo dell’imbarcazione, ma anche senza mostrare alcuna riduzione dello spessore. E, infine, si tratta di uno stucco facile da carteggiare.

Prodotti Boero YachtCoatings utilizzati
Epolight Win
Epomar
Delta 3000
Epoply
Delta uc hb
Challenger PRO
Defender
Magellan 630 Extra

Per la finitura è stata utilizzata Challenger PRO, il poliacrilico bicomponente studiato apposta per resistere ai raggi UV e agli agenti atmosferici estremi. Insomma, è una vernice apposta per le imbarcazioni, progettata per non soffrire gli ambienti nei quali la barca si troverà. Inoltre, Challenger PRO, può servirsi di Challenger Mix, un sistema tintometrico in grado di offrire ben 200.000 diverse colorazioni.

L’azienda è stata fondata nel 1831 e dal 2021 è partner di CIN, una società portoghese presente nel mercato iberico delle pitture e delle vernici.

E tra tutti questi colori, è facile immaginare che se anche l’armatore richieda quello del mare di una particolare isola greca, Boero è probabilmente in grado di offrirgliene una per ogni insenatura di quell’isola. Sotto la linea di galleggiamento i primer diventano due: a Delta 3000 si aggiunge Defender.

Dallo stabilimento Boero ogni anno escono più di 250.000 confezioni destinate al mondo dello yachting.

LA DIVISIONE YACHTING NASCE NEGLI ANNI ’70. NEL 2010 LA FUSIONE DELLE LINEE YACHT PAINT E SUPERNAVI DÀ VITA ALL’ATTUALE BOERO YACHTCOATINGS.

Come antivegetativa è stata utilizzata Magellan 630 Extra, un antifouling che si avvale della tecnologia SPC, acronimo di Self Polishing Copolymer. Si tratta di un’antivegetativa adatta sia all’acqua dolce, sia a quella salata progettata per difendere lo scafo dalle incrostazioni più aggressive e consentire così di contenere i consumi e le emissioni di CO2. Funziona su qualsiasi tipo di superficie, non solo sulla vetroresina, ma anche sull’alluminio.

(Boero YachtCoatings, splendido splendente – Barchemagazine.com – Maggio 2022)