Absolute Navetta 68, questione di dettagli

La gamma dei “long cruiser” del cantiere di Podenzano si arricchisce di un nuovo venti metri, l’Absolute Navetta 68, che regala un grande comfort in navigazione con tanti volumi abitabili. Notevole l’attenzione ai dettagli

by Luca Sordelli

Angelo Gobbi di barche se ne intende, è uomo di cantiere sin dagli anni ’60 quando sul Po, a Gropparello, trasformò la sua passione per la nautica in professione. Allora l’attività principale era quella di carrozziere. Ora l’azienda di cui è presidente produce circa 90 barche all’anno, dai 47 ai 73 piedi di lunghezza, e a Podenzano, in un cantiere di 58 mila metri quadrati, lavorano 240 persone.

Ma Angelo Gobbi si appassiona ancora per le piccole cose, quelle che sembrano solo dettagli quando la barca è finita, ma sono spesso problemi spinosi da risolvere, in fase di progettazione e poi di realizzazione. Dai vetri elettrici che separano la cucina dal salone agli specchi dei bagni o alle luci: «Guardi anche le luci a scomparsa nei cielini. E lo stesso vale, in murata, per le bocchette dell’aria condizionata. C’è un gran lavoro lì dietro», mi spiega con grande entusiasmo.

Absolute Navetta 68

In effetti il frutto di tanta attenzione ai dettagli si vede. Se due anni fa Absolute aveva fatto il suo ingresso nel mondo delle big-boats con la sua Navetta 73, ora consolida questo status con la sorellina di poco più piccola, la Navetta 68. La sensazione di qualità che si ha entrando nel grande salone è notevole e non si tratta solo dei mobili firmati Minotti, della giusta scelta degli accostamenti cromatici, ma anche di quella percezione che arriva – frutto della fatica artigiana – dai quei tanti piccoli dettagli che, tutti insieme, fanno sentire a proprio agio. Un lusso discreto, avvolgente.

Altro punto di forza del cantiere è poi la capacità di sfruttare nel migliore dei modi ogni centimetro cubo abitabile e di donare grande luminosità a ogni ambiente. Non solo lo spazio è tanto, ma viene anche amplificato dalle grandi vetrate presenti ovunque. Come nella zona living centrale sul main deck, o nelle due cabine matrimoniali su quello inferiore. Il contatto diretto con l’esterno, con il paesaggio marino, è sempre garantito.

Absolute Navetta 68

Piacevole e accogliente è anche il feeling che si ha con questo venti metri in navigazione. Prima di tutto per la silenziosità. I due IPS abbinati ai due D13 da 900 cv di Volvo Penta sono a poppa estrema e ben insonorizzati. Zero vibrazioni e livelli di rumorosità da biblioteca: ad andatura di trasferimento non si superano i 61 dbA.

Il tutto è coerente con la filosofia progettuale che anima le Navette di Absolute pensate per navigare tanto e per godersi il piacere di farlo. Quindi non velocità esagerate, la massima comunque supera i 25 nodi, ma sempre tanto grande comfort. Il passaggio dall’andatura in dislocamento a quella in planata (che avviene intorno ai 14 nodi) è quasi impercettibile, la cabrata è minima.

Absolute Navetta 68

Per quanto riguarda la velocità di crociera ideale è difficile stabilirne una sola con questo genere di carene, ognuno può trovare la sua visto che il rendimento rimane sempre notevole. A 2000 giri, e siamo già sopra all’80% del regime massimo, si naviga a 18,3 nodi con un consumo di 229 litri/ora, il che significa 12,5 litri/miglio.

Restando sotto la soglia della planata a 11/12 nodi, si scende rapidamente sotto gli 8 litri miglio e si viaggia che è un piacere, con la possibilità di percorrere 450 miglia senza dover passare dal distributore: tanto per dare un’idea, da Varazze significa arrivare a Palermo o ad Ibiza. E questo è il ritmo che sceglierei io. «Le piace?» mi chiede Angelo Gobbi. «Molto – gli rispondo -. Fa venire una grande voglia di navigare, prendere e partire». Lui sorride. «Ha sentito che silenzio? Non c’è uno scricchiolio». E già so che sta pensando ai tanti, piccoli dettagli che hanno reso tutto ciò possibile.

Absolute S.p.a.
Via F. Petrarca 4
Loc. I Casoni – Gariga
I – 29027 Podenzano (PC), Italy
T.+39 (0)523 354011
[email protected]
www.absoluteyachts.com

PROGETTO: Ufficio Tecnico del Cantiere

SCAFO: Lunghezza ft 20,52m • Larghezza massima 5,62m • Immersione 1,72m • Dislocamento 53 t
• Capacità serbatoio carburante 3.500 l • Capacità serbatoio acqua 910 l

MOTORE: 2 Volvo Penta D13 IPS 1200 • Potenza 662 kW (900 cv) • Numero di cilindri 6 • Alesaggio per corsa 131mm x158mm • Cilindrata 12,8 l • Rapporto di riduzione 16.5:1 • Regime di rotazione massimo 2300 giri/min • Peso 1.560 kg 

CERTIFICAZIONE CE: Categoria B – 16

(Absolute Navetta 68, questione di dettagli – Barchemagazine.com – Dicembre 2019)