Tra vendite e vari, a tutta forza l’avanzata di Sanlorenzo

Sanlorenzo realizza la vendita della 3a e della 4a unità del 57Steel, quest’ultima conclusa dal dealer bulgaro Best Boats Only, e vara la seconda unità del 62Steel

Confermando l’impegno di Sanlorenzo nel ridurre significativamente l’impatto dell’utilizzo degli yacht sull’ecosistema marino
, la terza unità, venduta in collaborazione con il dealer russo West Nautical, sarà dotata di un sistema di propulsione diesel elettrica di nuova generazione che vedrà una significativa evoluzione in termini di efficienza energetica e di riduzione degli ingombri e sarà integrato con sistemi ultima generazione di batterie al litio e gestione utenze hotel.

Superyacht dalla prua dritta, che le conferisce grande carattere, e dalle linee contemporanee di estrema pulizia formale che traggono la loro forza dall’eredità stilistica di Sanlorenzo, il 57Steel è frutto di un intenso percorso di sperimentazione tipologica portato avanti dal cantiere insieme allo Studio Zuccon International Project, che ha permesso di realizzare una barca di 56,70 metri di lunghezza con 5 ponti e una stazza di 1.050 GT.

Il bilanciamento tra volumi e proporzioni e gli ampi spazi indoor e outdoor del 57Steel hanno conquistato i nuovi proprietari della terza e quarta unità. 
Sanlorenzo 57Steel
“La versatilità di fruizione che contraddistingue gli spazi a bordo rappresenta un elemento chiave del 57Steel, che consente di soddisfare le molteplici richieste di un mercato eterogeneo e multiculturale come quello dei superyacht. Un modello nel quale non c’è un’ostentazione del segno e le cui linee esterne hanno un andamento definito ed estremante fluido, trasparente e limpido in cui traspare il linguaggio del cantiere. Possiamo definire 57 Steel come un sapiente gioco di equilibri tra contenuto e contenitore.” Bernardo Zuccon

Gli ampi volumi, che caratterizzano fortemente questo modello, sono stati ottenuti attraverso l’ideazione di un innovativo layout che altera il tradizionale equilibrio di bordo: la zona della timoneria, normalmente a prua dell’upper deck, è stata ricollocata su di un ponte aggiuntivo – un vero e proprio bridge deck come nelle imbarcazioni più grandi – dando quindi la possibilità di utilizzare l’upper deck in un’ottica differente. È qui che è stata collocata la cabina armatoriale, uno spazio di 54 mq che affaccia sull’ampissimo owner deck, un ponte privato da cui godere di una vista esclusiva sull’infinito del mare.  Il nuovo layout ha permesso inoltre di creare, a prua del main deck, una spaziosa cabina vip a tutto baglio utilizzabile come una seconda cabina armatore.

Tra le caratteristiche più apprezzate del 57Steel, la beach area di 110 mq, che si ricava dall’apertura dei portelli su tre lati che diventano spiaggette sul filo dell’acqua, illuminata dalla piscina dal fondo trasparente sul main deck, e la scelta di collocare il garage a prua che ha permesso di ricavare un ampio spazio attrezzato per ospitare tender fino a 7,5 m e numerosi toys.

Sanlorenzo 62Steel

In contemporanea alla vendita dei due 57Steel, il cantiere vara la 2a unità del 62Steel, superyacht di 61,50 metri, con un baglio massimo di 11,90 metri, una stazza di 1300 tonnellate lorde e cinque ponti. Un modello colmo di spazi confortevoli che permettono un’esperienza davvero particolare agli armatori Sanlorenzo nei loro privati momenti di loisir. A cominciare dall’area privata della suite armatoriale, di ben 215 mq, nella zona upper deck, che, oltre a godere di una vista panoramica a 180°, è connessa in maniera funzionale all’area esterna di prua di oltre 140 metri quadrati, dotata di ampie aree prendisole e relax e piscina. Un intero ponte ad uso esclusivo dell’armatore.

Il 62Steel Cloud 9, prima unità della linea, sarà in esposizione al Monaco Yacht Show dal 22 al 25 Settembre.

A contendere il primato di “place to be” a bordo del 62Steel, è la piacevole beach club a livello del mare, illuminata dal fondo trasparente della piscina a poppa del main deck, in cui l’armatore e gli ospiti possono godere di un’ampia area, che è letteralmente una  spiaggia privata che si estende al coperto per 92 mq, con aree relax, area bar, area palestra e hammam, cui si aggiungono altri 40 mq di terrazze abbattibili a poppa e ai due lati che offrono agli ospiti una fruizione del mare “au fil de l’eau” per bagni, tuffi, abbronzature esaltate dallo scintillio dell’acqua.

Per liberare completamente lo spazio della beach area, il 62Steel è stato disegnato con due garage con accesso da aperture laterali, a mezza nave, che contengono a dritta il tender principale di 9 metri e a sinistra il tender di servizio e la moto d’acqua.

In apertura, un’immagine del Sanlorenzo 57Steel.

(Tra vendite e vari, a tutta forza l’avanzata di Sanlorenzo – Barchemagazine.com – Settembre 2021)