Zeelander Z72: a pelo d’acqua Zeelander Z72: a pelo d’acqua
Svelata la nuova ammiraglia del cantiere olandese. Una lobster boat di 22 metri di lunghezza con finiture extra lusso, tre IPS 1200 e una... Zeelander Z72: a pelo d’acqua

Svelata la nuova ammiraglia del cantiere olandese. Una lobster boat di 22 metri di lunghezza con finiture extra lusso, tre IPS 1200 e una piattaforma di poppa extra large.

Di Niccolò Volpati

La serata di gala con relativo unveiling si è svolta tutta all’interno. Il capannone del cantiere è stato addobbato per accogliere gli ospiti e la festa ha avuto inizio. Le linee e il design non si discostano dai due modelli precedenti, il 44 e il 55. E’ una lobster boat, sempre molto elegante e molto curata nei dettagli. Il parabrezza, a differenza delle due sorelle minori, è un’unica vetrata e la sensazione, soprattutto dalla plancia, è ancora migliore.

L’allestimento è all’insegna del comfort. Area living, zona pranzo, bar e plancia si trovano sul ponte principale. In quello inferiore ci sono tre cabine, due gemelle a centro barca e una armatoriale a prua. E’ il layout che ha voluto l’armatore. Volendo, è previsto un layout con una cabina in meno, ma con l’armatoriale a centro barca che sfrutta per intero il baglio. Quello che più mi ha colpito a prima vista è la piattaforma di poppa. Il sistema di apertura e chiusura è ovviamente elettroidraulico.

La dimensione però è molto fuori dal comune. E’ così estesa che il cantiere ha addirittura previsto un prendisole matrimoniale con una pagoda per proteggersi dal sole. C’è il rischio che qualcuno vi chieda se avete la concessione demaniale una volta che l’avrete aperta. Il “trucco” è una poppa basculante simile a quella diffusa sulle barche a vela più recenti. La piattaforma, infatti, non è solo un prolungamento dello scafo, ma ha anche la funzione di “chiudere” la poppa durante la navigazione. In questo modo, dispone di una superficie più ampia quando la si ribalta in acqua. E non è nemmeno d’intralcio quando si naviga. Le piattaforme fisse e troppo estese, soprattutto quando si naviga con mare formato da poppa, possono subire forti sollecitazioni. Più di tanto, infatti, non è consigliabile che si estendano oltre alla dimensione dello scafo. Con il sistema di poppa aperta e chiusa adottato da Zeelander, invece, i vantaggi sono due: una poppa ben protetta in navigazione senza appendici in acque e una piattaforma molto più estesa del normale da usare durante le soste in rada.

zeelander

L’altra caratteristica che si nota anche in secca è la sala macchine. All’interno ci sono tre IPS con motori Volvo Penta D13 da 900 cv ciascuno. La scelta delle trasmissioni è molto varia. Il cantiere consente di optare tra IPS 950, IPS 1050, IPS 1200 e IPS 1350. Quello che non cambia è la tripla installazione. Sin dal suo esordio Zeelander ha sposato la filosofia dell’elica traente e non ha intenzione di abbandonarla, nemmeno per questo modello che misura più di 22 metri di lunghezza fuori tutto.

Scheda Tecnica

Costruttore: Zeelander Yachts, Gelkenes 44B, 2964 AC Groot-Ammers, Holland, T. +31 184 785047, [email protected], www.zeelander.com

Scafo

Lunghezza fuori tutto 22,07 m – lunghezza scafo 20,11 m – larghezza massima 6,00 m – pescaggio 1,5 m – peso 44.906 kg – motori 3 IPS 1200 con Volvo D13 da 900 cv ciascuno – omologazione CE cat. A3 cabine + 1 cabina marinaio

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10