ZAR 59SL Limited, oltre ogni limite ZAR 59SL Limited, oltre ogni limite
Il nuovo ZAR 59SL Limited è un rib di sei metri dalla grande abitabilità e ricco di accorgimenti funzionali. Ottima l’accoppiata con il Suzuki... ZAR 59SL Limited, oltre ogni limite

Il nuovo ZAR 59SL Limited è un rib di sei metri dalla grande abitabilità e ricco di accorgimenti funzionali. Ottima l’accoppiata con il Suzuki DF 150 che porta a buone velocità e consumi contenuti

di Luca Sordelli – photo Andrea Muscatello

ACQUA PIATTA, ZERO VENTO. CALDO.Una di quelle tipiche mattine dove sul Lago Maggiore si forma una densa nebbiolina bassa sull’orizzonte, sopra spuntano le cime delle montagne. Nessun’altra barca in giro. Un panorama immobile.
A infrangere tanta quiete ci sono solo io. Tutta questa immobilità è l’ideale situazione per spingere al limite lo Zar 59SL Limited che devo provare, e che a poppa ha anche il massimo della potenza consentita, 150 CV, forniti dal quattro cilindri DF 150 A di Suzuki.

ZAR 59SL LIMITED

Si, certo, lo so, non è solo una questione di velocità per rispondere alla solita e scontata domanda: “quanto fa?”. Una barca non si giudica solo da quanto segna il log una volta che la manetta è tutta abbassata… Però avere davanti, tutta per me, quella che se fossi in auto sarebbe una pista di decollo per voli intercontinentali completamente sgombra, è una vera istigazione “all’ignoranza”.

Ecco allora che non faccio in tempo ad uscire dal porto di Baveno e vai con tutto il gas giù, e con il trim al limite massimo su. Devo confessare anche un’altra cosa: questo battello, in realtà l’ho già provato un paio di anni fa. Stesso motore, stessa carena. Non era però ancora in versione Limited, ultimo aggiornamento che nasce per rispondere prima di tutto alle richieste dei mercati dei paesi del Nord Europa che volevano un nuovo disegno del sedile di pilotaggio, predisposto ora non solo per la guida da seduti, ma anche come poggiareni per chi vuole timonare in piedi.

ZAR 59SL LIMITED

Diciamocelo sinceramente, non una grande differenza. Validissimo pretesto però, per me, per rimettere piedi e mani su un gommone che mi era piaciuto allora, e mi piace ancor di più adesso che posso godermelo in condizioni perfette, da solo in mezzo ad un lago immobile.

In tre secondi ho raggiunto la planata, in 19 arrivo alla velocità massima: un filo sotto i 40 nodi. Un valore notevole per un battello che pesa 600 kg e che ha una delle coperte più ampi e abitabili in questa, affollatissima, fascia di mercato. Ma a colpirmi, ancora una volta, delle carene Zar sono la stabilità e la facilità con cui si porta.

Lo Zar 59SL Limited viaggia sui binari, dritto come un treno. E se l’angolo di virata non è strettissimo (e non è necessario che lo sia su una barca che nasce per la crociera) va assolutamente sottolineato come, anche quando naviga ad alta velocità, lo Zar rimanga piatto e morbido sull’acqua.

Molto bene anche i consumi, L’abbinamento carena/propulsore si dimostra ottimo: il rendimento migliore, per quella che è la velocità di crociera ideale, lo si ha a 24 nodi, dove si consumano 23,4 litri/ora il che significa solo 0,9 al miglio, con una conseguente autonomia di poco meno di 180 miglia.

E in condizioni così calme si può anche tranquillamente viaggiare al ritmo dei 35 nodi, prendendo il 90% dei giri a disposizione, con consumi che rimangono decisamente ragionevoli: 45 litri/ora, in un comfort sorprendente per uno scafo di sei metri di lunghezza.

La coperta come dicevo, è cambiata ben poco, e rimane una “piattaforma” ideale per le vacanze, con i due divani, a prua e a poppa, entrambi trasformabili in prendisole e la consolle centrale intelligentemente asimmetrica, con il passavanti di sinistra più largo. La parte in vtr costituisce gran parte della barca e questo lo distingue, come tutti gli Zar, dalla concorrenza e consente, tra le altre cose, di avere tantissimo spazio “in murata” per gavoni grandi e piccoli.

Il taglio quadrato della prua regala molto spazio calpestabile e una grande facilità a scendere in banchina quando si ormeggia di prua. Ben disegnato anche il lato opposto di questo Zar, con le due plancette ai lati del motore a cui si accede (o da cui si risale) facilmente grazie alle due alette/gradino alle spalle del divano di poppa.

ZAR 59SL LIMITED
PROJECT
Carlo Vidal Design and Luca Formenti
HULL LOA 6.09m • Maximum beam 2.43m – Ligh mass displacement 590 kg • Maximum power rated 150 hp • No of tubes 6 • Tubes diameter 52cm – Fuel tank volumes 160 l • Water tank volume 60 l
MAIN PROPULSION  1 SUZUKI DF 150 A XL – Outlet mechanical power 110 kW – 150 hp – Number of cylinders 4 • Bore & Stroke 97mm X 97mm • Total swept volume 2,867 l • Maximal rotational speed 6100/min • Weight 235 kg
EC CLASSIFICATION CAT C
PRICE 34,900€ Excl.VAT Bare Boat

ZAR FORMENTI
Vigna della Pace 2/2
I-20086 Motta Visconti (MI) – ITALY
+39 02.90000788

(Settembre 2019)

  • ZAR 59SL LIMITED_3D6A9359
  • ZAR 59SL LIMITED_ANMU0906
  • ZAR 59SL LIMITED_3D6A9344
  • ZAR 59SL LIMITED_3D6A9339