Yamaha F375 XTO, la famiglia dei V8 giapponesi si allarga Yamaha F375 XTO, la famiglia dei V8 giapponesi si allarga
Il più grande di tutti, il 425 XTO, lo avevamo visto e provato in occasione dell’ultimo Salone di Genova. Durante il Boot di Düsseldorf la... Yamaha F375 XTO, la famiglia dei V8 giapponesi si allarga

Il più grande di tutti, il 425 XTO, lo avevamo visto e provato in occasione dell’ultimo Salone di Genova. Durante il Boot di Düsseldorf la casa dei tre diapason ha lanciato anche il nuovo Yamaha F375 XTO che condivide la tecnologia e si basa sullo stesso blocco V8 da 5,6 litri di cubatura del 425. 

I nuovi XTO si distinguono prima di tutto perché sono i primi motori a 4 tempi del settore a usare l’iniezione diretta. L’iniezione ad alta pressione direttamente nella camera di combustione migliora l’atomizzazione del carburante e ne ottimizza l’utilizzo in termini di efficienza e potenza. Il sistema di iniezione diretta dispone di cinque pompe per il carburante e genera una pressione di iniezione fino a 200 Bar. Il sistema di pressione del carburante a tre stadi comprende anche due pompe del carburante indipendenti che si attivano a livelli di giri/min specifici e che sono contenute all’interno del serbatoio separatore dei vapori.

Il motore è dotato di doppio albero a camme in testa per ogni bancata. Gli assi a camme sono collegati con una catena autoregolante immersa in bagno d’olio per una fasatura più precisa. Per prolungare la durata delle valvole, queste ultime sono rivestite di carbonio. F375 XTO dispone  inoltre di una tecnologia di fusione al plasma per le canne dei cilindri, non solo per ottenere una maggiore durata, ma anche per un motore più compatto. La micro-struttura della superficie è più resistente del 60% rispetto all’acciaio e molto più leggera, consentendo di migliorare la capacità del motore senza aumentarne le dimensioni. Il minore attrito superficiale consente inoltre di ottimizzare il risparmio di carburante.

Yamaha F375 XTO bL’F375 XTO dispone di una pompa dell’acqua a due stadi, dotata di una girante in gomma per l’alta pressione che lavora insieme ad una girante in acciaio ultraresistente, e una pompa dell’olio con camera doppia. Obiettivo avere il miglior raffreddamento anche ad un alto numero di giri e in condizioni climatiche contraddistinte da alte temperature.

Altra caratteristica dell’ F375 XTO è  il sistema sterzante elettrico completamente integrato senza collegamenti idraulici o leveraggi e pensato per combinare il motore F375 XTO con il sistema di controllo completamente integrato Helm Master di Yamaha che comprende le funzioni di ormeggio controllate da joystick e un display a colori CL7.

Al motore si accoppiano le nuove eliche speciali XTO OS,  realizzate per valorizzare la notevole coppia del XTO. Queste eliche producono più spinta sia in marcia avanti sia retromarcia, con diametri compresi tra 16 e 17⅛ pollici. I nuovi XTO hanno poi lo scarico che lavora sopra la piastra di cavitazione. Questo significa sostanzialmente una migliore resa dell’elica in retromarcia che può lavorare in acqua “pulita”.

Infine, altra “briscola” di Yamaha F375 XTO è il nuovo sistema di sostituzione del lubrificante della scatola degli ingranaggi, che consente di farlo con la barca in acqua. Sarà disponibile sul mercato in autunno ed è disponibile nel classico grigio Yamaha.

(Yamaha F375 XTO, la famiglia dei V8 giapponesi si allarga – Barchemagazine.com – Gennaio 2019)