Yacht Club Porto Rotondo, la casa dello Yachting Yacht Club Porto Rotondo, la casa dello Yachting
Regate, scuole di vela e kayak e molto altro, lo Yacht Club Porto Rotondo raccoglie i favori a livello internazionale senza dimenticarsi del territorio... Yacht Club Porto Rotondo, la casa dello Yachting

Regate, scuole di vela e kayak e molto altro, lo Yacht Club Porto Rotondo raccoglie i favori a livello internazionale senza dimenticarsi del territorio e dei suoi abitanti, soprattutto quelli più giovani 

di Niccolò Volpati, photo Nanni Ono

Chi ben comincia… dice il proverbio. E sarà per questa ragione che lo Yacht Club Porto Rotondo dedica molta attenzione alle scuole di vela per i più piccoli. I ragazzi dagli otto ai quattordici anni che frequentano i corsi sono circa trecento all’anno. Arrivano in Sardegna per le vacanze o sono residenti. «Abbiamo Optimist e Laser e siamo molto orgogliosi perché quest’anno due nostri atleti hanno partecipato alle selezioni per il campionato italiano e mondiale Optimist», racconta Roberto Azzi, presidente dello Yacht Club.

porto rotondo v

Azzi ha appena finito il primo mandato triennale, ma i risultati sono stati così apprezzati che presidente e direttivo sono stati riconfermati per il prossimo triennio. Non solo i ragazzi, capitanati dall’istruttore Camillo Zucconi, che ha alle spalle esperienze in Coppa America e alla Route du Rhum, ma anche velisti blasonati rappresentano il Club.

Come Andrea Mura, il navigatore oceanico che quando partecipa alle regate lo fa sotto il vessillo dello Yacht Club di Porto Rotondo. Sport, quindi, sin da piccoli, ma non solo vela. Le attività al Club si sono moltiplicate negli ultimi anni. Esiste, infatti, anche una scuola di Kayak, capitanata dal campione di traversata Francesco Gambella e anche una “Fishing Division” che promuove, solo in quest’anno, ben sette gare di pesca d’altura: tre dedicate ai più piccoli e quattro ai professionisti.

Roberto Azzi non si è limitato a fare l’amministratore, nel senso che non si è accontentato di governare l’esistente, ma ha cercato di incrementare soci e attività. Il suo pallino è stato anche quello di far crescere il numero dei frequentatori del club. Ci è riuscito attraverso una politica di gemellaggi con altri prestigiosi club sparsi nel mondo: Cape Town, Punta del Este, Plymouth e Cuba, solo per citarne alcuni. Ci sono perfino Circoli d’alta quota, nel senso che sorgono tra le montagne della Svizzera e grazie al gemellaggio con Porto Rotondo, sono soliti partecipare alle attività, alle regate e alla vita del club che sorge nel cuore della Costa Smeralda.

yacht club porto rotondo

Andrea Mura

Quella dello Yacht Club Porto Rotondo, praticamente, è stata una sorta di attività di promozione turistica che ha avuto il benefico effetto di allungare la stagione estiva, visto che molti membri degli Yacht Club gemellati frequentano Porto Rotondo anche in bassa stagione. Buona fetta del successo è dovuta alla location, ma anche a servizi in grado di soddisfare le esigenze dei membri del club che sono tornati ad essere più di 200.

Yoga, pilates, wellness, la Club House è sempre in attività, sin dalle prime ore della mattina. Tra le tante attenzioni che ricevono i soci c’è anche quella della ristorazione. Il personale, dallo chef al maitre, è tutto locale e si è formato all’interno della Club House dello Yacht Club. Anche il cibo riceve un’attenzione particolare. È a filiera corta, anzi cortissima. La pasta fresca arriva dall’entroterra e la cucina propone piatti e vini della tradizione sarda.

(Yacht Club Porto Rotondo, la grande casa dello Yachting – Barchemagazine.com – Settembre 2018)

  • foto YCPR SOLARIS PRIMA PROVA 28 ph
  • porto rotondo foto YCPR 33 ph. nanni ono
  • foto YCPR 80 ph. nanni ono
  • porto rotondo yacht club foto YCPR SELEZIONE NAZIONALE OPTIMIST ph. nanni ono 98