Wauquiez Pilot Saloon 48 Wauquiez Pilot Saloon 48
Progettato per affrontare tutte le condizioni, anche quelle più impegnative, il nuovo modello del cantiere francese garantisce una crociera comoda e tranquilla in altura... Wauquiez Pilot Saloon 48

Quando il gioco si fa duro…

Progettato per affrontare tutte le condizioni, anche quelle più impegnative, il nuovo modello del cantiere francese garantisce una crociera comoda e tranquilla in altura come sottocosta

L’USCITA DAL PORTO È AL CARDIOPALMA. Siamo a Port Grimaud, nel golfo di Saint Tropez. Il vento è teso e l’anemometro segna 23 nodi, che abbiamo tutti in faccia. L’onda è almeno di un metro e mezzo con la parte superiore che frange. A un certo punto l’ecoscandaglio segna 2,5 metri di profondità e il pescaggio di questa versione è quello lungo, ovvero 2,30 metri! Il timoniere è tranquillo, evidentemente sa quello che fa e si fida ciecamente del comportamento della barca. Usciti dalla diga foranea issiamo randa con due mani di terzaroli e srotoliamo (poco) il fiocco. Quel tanto che basta per partire con lo scafo tutto sbandato. La sensazione al timone è piacevole. La barca non sembra soffrire le condizioni piuttosto impegnative, anzi. Stringe molto bene, non si ha mai la sensazione di rischiare una straorza. La pala del timone è una sola, ma la lama è piuttosto profonda perché misura 2 metri e 10 centimetri. Proviamo ad allargare al traverso e poi al lasco. Il Pilot Saloon si comporta sempre bene, ma la sensazione è che la bolina sia proprio la sua andatura. Al traverso il timone è piuttosto duro e al lasco tende a scappare via se ci si distrae un attimo. Si deve sempre anticipare l’onda per evitare strapugge. Di bolina invece, la barca si esalta. Sembra fatta apposta per risalire il vento. Anche quando la falchetta è in acqua e lo scafo è tutto sbandato, ci si sente sempre sicuri. Le prestazioni sottovela sono di tutto rispetto. Nonostante le due mani di terzaroli e il genoa che per una buona parte è arrotolato sullo strallo, le velocità sono tutte tra i 7 e gli 8 nodi, di bolina stretta così come al traverso e al lasco, sempre, ovviamente, con vele bianche. Sottocoperta, la sensazione è altrettanto piacevole. Non solo la barca fende bene le onde, ma non si sente mai uno scricchiolio. Eppure il legno non manca, per gli arredi interni così come il teak in coperta. Il gusto è quello classico, ma non dà mai la sensazione di antico o superato. La stessa tuga che è piuttosto importante, è addolcita da una forma tondeggiante. Insomma appare classica, ma moderna allo stesso tempo. Sicuramente costruita con tutti gli standard qualitativi che da sempre caratterizzano le barche del cantiere Wauquiez. Alcuni dettagli mostrano la grande esperienza nelle realizzazioni di barche da crociera. Il pozzo catena, per esempio, è molto profondo così da evitare aggrovigliamenti quando si salpa. Ottima anche la soluzione per la zattera autogonfiabile che ha una sorta di vano inserito nella battagliola a poppa. Da quella posizione è decisamente facile gettarla in acqua in caso di necessità e l’operazione non risulterà difficoltosa nemmeno in caso di zattere con guscio rigido molto pesanti. Lo specchio di poppa è basculante e si trasforma in piattaforma bagno, comoda per l’accesso al mare durante le soste in rada, ma anche pratica durante l’ormeggio di poppa in banchina perché consente di evitare la presenza della passerella. Un oggetto che non si sa mai dove e come ricoverare a bordo. Dalla poppa basculante si accede a un mini garage per un piccolo tender. Se ci si accontenta di un pram da 2 metri e 10, lo spazio è sufficiente, perfino da gonfio. Nel caso in cui non si voglia usare questo vano per il tender, si avrà a disposizione un mega gavone nel quale riporre cime d’ormeggio, parabordi in gran quantità e tutta l’attrezzatura da sub o da snorkeling che si desidera. Al garage/gavone, si accede anche da un portellone collocato sul piano di calpestio al centro del pozzetto. Quello che abbiamo testato è in assoluto il primo modello realizzato dal cantiere. Dal prossimo verranno apportate alcune modifiche nell’allestimento della coperta. Verranno montati dei portastrumenti più alti per consentire una lettura più facile degli strumenti di navigazione e si aggiungeranno un paio di tientibene in prossimità delle due ruote del timone. Il motore è un linea d’asse con ben 110 cv di potenza. Non poco per uno scafo di 15 metri, indice del fatto che le prestazioni, per una crociera confortevole, non si devono limitare alle sole vele. Ma in una giornata così nessuno ha voglia di accendere il motore. Continuiamo ad attraversare il golfo di Saint Tropez stringendo la bolina. Una normale barca a vela da crociera, in queste condizioni non riuscirebbe nemmeno ad avvicinarsi ai 40°. La nostra bussola, invece, segna 30/35° e la barca continua a salire e scendere dalle onde senza mai apparire in sofferenza.

 

When the going gets tough…

Designed for sailing in all conditions, even the most demanding ones, the new model of the French yard allows you a comfortable and untroubled cruising both offshore and nearshore

 IT IS BREATHTAKING AS WE HEAD OUT OF PORT GRIMAUD IN THE GULF OF ST TROPEZ. The wind is stiff and the anemometer shows 23 knots head on. Waves are at least 1.5 metres and cresting. At one point the sonar signals a depth of 2.5 metres, while this model only has a draft of 2.30 metres! The helmsman seems at ease. Clearly he knows what he is doing and totally trusts the response of the boat. Leaving behind the breakwater, we raise the mainsail with two reefs and unfurl a little the jib. Just enough to get the hull skimming along. The feeling at the helm is pleasant. The boat seems not to suffer the rather challenging conditions. It holds up well and never feels there is any risk of broaching. There is only one rudder blade, but it goes down to a depth of 2.1 metres. We try to gun it cross and then downwind. The Pilot Saloon responds well, but the feeling is that it is runs better on the beat. On the cross the helm resists and downwind it tends to run away from us if we get distracted for a moment. We have to anticipate the wave to avoid bearing too far away. Instead, windward, the boat excels. It just seems made to travel upwind. Even when the gunwale is dipping in the water and the hull drifts, you always feel safe. Performance under sail is extremely respectable. Despite the two reefs and the genoa, which is a good part furled up on the forestay, we stay at around 7 or 8 knots, close-hauled as well as crosswind and downwind, always with main sails. Below deck, the feeling is just as pleasant. Not only does the boat cut through the waves well, but you never hear a creak. Yet wood is not lacking in the interior, nor on the teak deck. The style is tastefully classic, but never smacks of old or outmoded. The deckhouse is quite large, but is softened in a rounded form. In short, the appearance is classic but modern at once. Plus, surely it has been built with all the highest quality standards that have always characterized the boats of the shipyard Wauquiez. Some details show off the great experience in cruise boats. The chain well, for example, is very deep so as to avoid entanglement when setting out. There is also an excellent solution for the self-inflating life-raft which has a compartment inserted into the rail at the stern from where it is decidedly easy to throw into the water in case of need. The operation would still be easy with a heavy rigid shell raft. The transom folds down and transforms into a bathing platform, convenient for access to the sea while at anchor, but also practical during stern mooring to avoid the use of a gangway, which you never know where to put and store on board. The folding transom leads to a mini garage for a small tender. If you are happy with a 2.1 metre pram, enough space is available, even inflated. In case you do not want to use this space for the tender, you will have a mega storage locker for all the mooring lines, fenders and diving and snorkelling equipment you want. The garage/locker is accessed by a hatch placed on the floor at the centre of the cockpit. What we tested is the first model produced by the shipyard. On the next several changes will be made to the set up on deck. Higher instrument panels will be mounted to allow easier reading and a couple of handrails added near to the two steering wheels. The axis line engine packs as much as 110 hp power. Quite a lot for a 15 metre boat, which is an indication that for performance, on a comfortable cruise, you need not only stick to sails. But on a day like this no-one wants to start the engine. We continue to cross the Gulf of St Tropez hauling upwind. A normal cruising sailboat in these conditions wouldn’t even be able to get close to 40°. Our compass, however, marks 30-35° and the boat continues to rise up and over the waves without ever appearing to be in distress.

 

SCHEDA TECNICA//PERFORMANCES AND DETAILS

 

WAUQUIEZ BOATS

Z.I. Du Vertuquet, 59960 Neuville en Ferrain Cedex, Francia,

tel. +33 (0)3 20031461, www.wauquiez.com

Dealer: YachtSynergy Srl, Marina Cala Galera 24, Porto Ercole (GR),

tel. +39 0564 830234, www.yachtsynergy.it, www.top-yachts.com

Progetto: Berret/Racoupeau Yacht Design

Scafo: Lunghezza fuori tutto 14,36 m • lunghezza al galleggiamento 12,75 m • baglio massimo 4,61 m • pescaggio 2,10 m (standard) • chiglia corta 1,80 m (optional) • chiglia lunga 2,35 m (optional) • dislocamento 14.000 kg • zavorra 3.900 kg • serbatoio carburante 650 litri • serbatoio acqua 615 litri

Superfici veliche: genoa (105%) 50 mq • randa 52 mq • Gennaker 85 mq • Spi 160 mq

Motore: Yanmar 4JH4-HTE • potenza 110 cv (81 kW) • alesaggio per corsa 84×90 mm • regime di rotazione massimo 3.200 giri/minuto • cilindrata 1,99 litri • 4 cilindri in linea • peso a secco 217 kg

Certificazione CE: Cat. A portata 8 persone

Prezzo: 389.000 Euro, Iva esclusa

Project: Berret/Racoupeau Yacht Design

Hull: LOA 14.36m • Waterline length 12.75m • Max beam 4.61m • Draft 2.10m (as standard) • Shoal keel draft 1.80m (optional) • Deep keel draft 2.35m (optional) • Dsipalcement 14,000 kg • Ballast 3,900 kg • Fuel tank capacity 650 l • Water tank capacity 615 l

Sail Surfaces: Genoa (105%) 50 mq • Main sail 52 mq • Jennaker 85 mq • Spinnaker 160 mq

Engine: Yanmar 4JH4-HTE –110 hp (81 kW) • Borexstroke 84×90 mm • Max torque 3200 rpm • Swept volume 1.99 l • 4 cilinders in line • Dry weight 217 kg

CE Certification: Cat. A – 8 people

Price: 389,000 Euro, Excl. VAT

 

(Maggio 2016)

 

  • 20/07/2015, Marseille (FRA,13), Wauquiez Pilot Saloon 48
  • 20/07/2015, Marseille (FRA,13), Wauquiez Pilot Saloon 48
  • 20/07/2015, Marseille (FRA,13), Wauquiez Pilot Saloon 48