Volvo Penta, ecco come sarà la versione elettrica degli IPS Volvo Penta, ecco come sarà la versione elettrica degli IPS
Volvo Penta ha  svelato come sarà la versione ibrida del suo sistema di propulsione IPS che consentirà di navigare ad emissioni zero. Si inizierà... Volvo Penta, ecco come sarà la versione elettrica degli IPS

Volvo Penta ha  svelato come sarà la versione ibrida del suo sistema di propulsione IPS che consentirà di navigare ad emissioni zero. Si inizierà con applicazioni nel mondo commerciale, per gli yacht da diporto sarà disponibile dal 2021.

Il sistema ibrido IPS verrà applicato alla gamma di motori da 8 a 13 litri e utilizza la comprovata tecnologia ibrida sviluppata all’interno del Volvo Group che Volvo Penta sta ora adattando e certificando per applicazioni marine.

“La soluzione ibrida rende ancora più flessibile ed efficiente la propulsione IPS – ha dichiarato  Niklas Thulin (nella foto)  Direttore di Electromobility di Volvo Penta – il motore elettrico fornisce infatti molta coppia sin dall’inizio, appena si abbassano le manette. Questo sarà un ulteriore plus a alla reattività e controllabilità per cui  IPS è famosa “.volvo penta 3

Ma come funziona? Una frizione e un motore elettrico sono stati aggiunti tra il motore e il pod IPS. Il motore elettrico è supportato da pacchi batteria agli ioni di litio che possono essere ricaricati esternamente, utilizzando caricabatterie a corrente continua o alternata, o  usando il motore diesel primario.

Lo stacco della frizione consente alla barca di funzionare in modalità solo elettrica e, con la frizione chiusa, sia il diesel che l’energia elettrica possono essere utilizzati in parallelo.

In termini di uso, il comandante utilizzerà le normali interfacce di controllo del sistema IPS, con l’aggiunta di nuove modalità di pilotaggio tra cui scegliere. La natura modulare dei pacchi batteria consente ai clienti di personalizzare il sistema a seconda delle destinazioni d’uso.

L’IPS ibrido parallelo è attualmente in fase di sviluppo iniziale presso il centro prove a Göteborg e una barca laboratorio scenderà in acqua all’inizio del 2020 per i primi collaudi. Sarà quindi disponibile per i clienti del settore  commerciale nel 2021, seguito subito dopo da una prima applicazione di serie per il diporto.