Tofinou 12. Classico, ma con brio Tofinou 12. Classico, ma con brio
Performance ed estetica. È un daysailer veloce, facile da condurre e anche bello da vedere, impreziosito da legni ed essenze pregiate Tofinou 12. Classico, ma con brio

Performance ed estetica. È un daysailer veloce, facile da condurre e anche bello da vedere, impreziosito da legni ed essenze pregiate

di Niccolò Volpati, foto di Jean Marie Liot

Piccolo e ordinato. Poche persone, venticinque in tutto e ognuna che dà l’impressione di sapere cosa fare. La sede di Latitude a La Rochelle mi ricorda mia figlia quando gioca con la sua casetta delle bambole. Ogni cosa al suo posto e guai a chi le sposta. La produzione non supera le 20 barche all’anno. Sono tutti day sailer da 7 a 16 metri. Tofinou 12M  Latitude

Le barche più piccole sono laminate a mano, mentre dai 10 metri in su, sono in infusione con il ponte in teak e la tuga in mogano smontabile, così è più semplice la manutenzione. Mentre passo da un reparto all’altro incontro solo persone cordiali, tutte mi salutano e mi sorridono. Zero stress, sono tutti artigiani al lavoro. Calmi e precisi, non frenetici operai di una catena di montaggio. Qui sembra di tornare indietro nel tempo. Fuori da queste mura, la nautica mondiale pretende barche sempre più grandi e vistose. Qui, invece, si fanno ancora degli scafi dalle dimensioni umane, curati nei minimi dettagli. Fatti per durare e soprattutto per navigare bene, non solo per farsi notare in banchina.

I Tofinou sono day sailerper chi ama le barche classiche. Devono navigare veloci, magari anche con poca aria, ma sono fatte per chi non sa rinunciare alla vista del legno, sopra e sottocoperta. Insomma, estetica e performance. Quando prendo in mano la ruota la prima cosa che apprezzo è il fatto che il timone non è mai duro. È un buon compromesso tra sensibilità e comfort. Mentre navigo di bolina, l’intensità del vento balla tra 11 e 12 nodi e Tofinou 12 si comporta egregiamente. Stringe, accelera e naviga tra 7 e 8 nodi di velocità, a seconda di quale angolo si decida di tenere. Anche allargando, le performance risultano più che sufficienti.

Tofinou 12M  Quando siamo al lasco il vento è un po’ calato, ma nonostante questo la barca supera i sei nodi di velocità. Veloce, ma non eccessiva. Il fiocco è autovirante e, se lo si desidera, arrotolato a un frullone, c’è anche un Code 0. Tutte le manovre sono rinviate in pozzetto, scotte e drizze scorrono sotto il mogano che ricopre la tuga. Il paterazzo è sdoppiato e il trasto di randa si trova vicino ai due timoni. Lì si trovano anche i winch, in una posizione comoda sia per il timoniere, sia per chi è seduto sulle panche del pozzetto. C’è, infatti, una sorta di piccola “isola” in vetroresina che ospita winch e stopper poco prima della fine delle panche. Questa soluzione consente a chiunque sia a bordo di accedere facilmente a manovre e regolazioni.

Inoltre, sempre in prossimità dei winch, una porzione di ripiano delle panche del pozzetto si apre e sotto si trovano due vani. Servono per ospitare le scotte e le drizze in eccesso, in modo da tenere la coperta sempre in ordine. Il motore è coerente con le prestazioni sottovela, ovvero spinge il giusto. Si tratta di un Nanni Diesel da 29 cv. Al massimo abbiamo superato i sette nodi e in crociera si può scegliere un’andatura tra i cinque e i sei. La barca misura dodici metri, ma è senza dubbio un day sailer, non per questo è privo di spazi sottocoperta. I posti letto sono quattro: due all’estrema prua dove c’è una cuccetta a V e altri due, uno per cabina, a poppa.

L’abitabilità anche in questi locali è sufficiente, grazie al fatto che solo la parte terminale delle panche del pozzetto è stata utilizzata come gavone. Inoltre, l’allestimento è tanto, ma mai troppo. Le cuccette, per esempio, sono singole così non tutto lo spazio delle cabine di poppa è impegnato con il letto. In dinette l’altezza è di un metro e sessanta centimetri e, oltre alla cuccetta a V si trovano due piccoli divanetti, uno per fiancata. Sottocoperta quindi, si può dormire, ma anche cucinare e rilassarsi in dinette. In definitiva, si tratta di una barca fatta per navigare a vela senza problemi in grado di accogliere quattro persone per un fine settimana. Cosa si potrebbe desiderare d’altro?

 

PROGETTO Joubert/Nivelt

SCAFO lunghezza ft 11,99m • Larghezza massima 3.20m • Immersione 2.40m •  Dislocamento 4800 kg •  Zavorra 1400 kg • Randa 50 m2 • Fiocco 32 m2

MOTORE 1 Nanni Diesel N3.30 • Potenza 21.3kW (29 cv) • Numero di cilindri 3 in linea • Alesaggio per corsa 78mm x 78.4mm • Cilindrata 69cc Rapporto di compressione 24:1 Peso 181 kg

CERTIFICAZIONE CE B

PREZZO 285’000 €, Iva esclusa

LATITUDE 46
Rue Elie Barreau
F-1700 La Rochelle – France
Tel. +33(0)546094179
www.classic-boats.com
Italian Dealer
YachtSynergy Srl
Marina Cala Galera box 24
Porto Ercole (GR)
Tel. +39 0564 830234
[email protected]
www.yachtsynergy.it


A CLASSIC WITH A BIT OF ZIP

Performance and looks. It is a fast daysailer, which handles easily and also looks good – with wood and beautiful materials used

Small and well ordered. Not a lot of people, twenty-five in total, and each of them gives the feeling that they know what to do. Latitude’s base in La Rochelle reminds me of my daughter when she plays with her doll’s house. Everything has to be in the right place, and there is trouble in store for anyone who moves anything. The production doesn’t exceed twenty boats a year.Tofinou 12M  Latitude

They are all day sailers from 7 to 16 meters. The smaller boats are hand laminated, while from ten meters up, they use resin infusion with the deck in teak and the deckhouse in mahogany which can be taken down to make maintenance easier. While I go from one department to another, I only meet pleasant people, everyone greets me and smiles. Zero stress, they are all craftsmen on the job. They are calm and precise, not frenetic like a production line. It feels as if you are going back in time here.

Outside these walls, the international nautical industry wants to make boats that are bigger and more striking. But here they still make boats on a human scale, in which every detail is carefully attended to. They are made to last, and above all to sail well, not just to catch the eye when moored at the quay. The Tofinous are day sailers for people who love classic boats. They have to sail fast, perhaps without much wind, but they are made for people who can’t bring themselves to give up looking at wood, above and below decks. All in all, they provide both aesthetics and performance.

When I take the wheel the first thing that I notice is that the steering is never hard. It is a good compromise between sensitivity and comfort. We are sailing close-hauled, with the wind varying between eleven and twelve knots, and Tofinou 12 behaves extraordinarily well. It picks up, accelerates and sails between 7 and 8 knots, according to which angle we choose. Even moving away from the wind, the performance was more than sufficient. The wind died down a bit when we were on a broad reach, but despite that the boat did over six knots. Quick, although not excessively so. The jib is self-tacking, and if you want it, attached to a furler, there is also a Code 0. All the rigging can be controlled from the cockpit, with sheets and halyards running underneath the mahogany that covers the deckhouse. There is a split backstay and the mainsail track is close to the two wheels.

The winches are also located there, in a position which is both comfortable for the helmsman and for those who are sitting on the cockpit benches. There is actually a kind of small island in glass fibre which houses winches and stoppers just before the end of the benches. That is a solution which means anybody onboard can easily access the rigging and controls. Also, and still close to the winches, part of the bench surface in the cockpit opens and there are two compartments inside. They are there to house unused sheets and halyards, so as to keep the deck clear. The engine is in line with the performance under sail, so it gives enough push. It is a 29 hp Nanni Diesel.

At top speed we did over seven knots, and when cruising you can choose to go at between five and six. The boat measures twelve metres, but it is nevertheless a day sailer, although that doesn’t mean that it lacks space below decks. There are four berths: two right in the bows, where there is a V-shaped berth, and two more – one in each cabin – in the stern. Even in these areas the headroom is sufficient, in part because of the fact that only the end part of the cockpit benches has been used as a locker. The fittings are extensive, but not too much.

The berths, for example, are single beds, so not all of the stern cabin space is taken up by them. In the dinette the headroom is one metre sixty centimetres and, as well as the V-shaped berth, there are two small couches, one on each side. So, you can sleep below decks , but also cook and relax in the dinette. It is essentially a boat made for sailing without problems which can take four people for a weekend. What else could you want?

PROJECT Joubert/Nivel
HULL LOA 11,99 •  Maximum Beam 3.20m •  Draft 2.40m • Displacement 4800 kg • Ballast 1400 k • Mainsail 50 m2 • Jib 32 m2

MAIN PROPULSION 1 Nanni Diesel N3.30 • Outlet mechanical power  21,3kW (29 hp) • Number of cylinders 3 in line • Bore & Stroke     78mm x 78.4mm • Total swept volume 69cc • Compression ratio 24:1 Weight 181 kg

CERTIFICATION EC B

PRICE 285,000 € Exclusive VAT

 

  • Tofinou 12M intérieur Starck - 03
  • Tofinou 12M  Latitude
  • Tofinou 12M
  • P-STP-AAA-01102010-7951

Iscriviti alla newsletter!

X