Ship Control: i sarti degli impianti di bordo Ship Control: i sarti degli impianti di bordo
Luci a led, generatori, tergivetro, convertitori di frequenza: anche l’energia è custom e per ottenerla servono degli esperti, Susanna Baccili è l’amministratore di Ship... Ship Control: i sarti degli impianti di bordo

Luci a led, generatori, tergivetro, convertitori di frequenza: anche l’energia è custom e per ottenerla servono degli esperti, Susanna Baccili è l’amministratore di Ship Control, azienda che distribuisce in esclusiva per l’Italia brands all’avanguardia della componentistica navale

di Niccolò Volpati, foto Andrea Muscatello

Ship Control è nata nel 2010 e chi l’ha fondata ha un’esperienza trentennale nella nautica da diporto. Conosce i cantieri, i fornitori, gli installatori e gli armatori. Conosce tutti quelli che hanno a che fare con tutti gli impianti di bordo. «Il nostro compito – spiega Susanna Bacciliè quello di dare risposte ad armatori esigenti e fornire prodotti e installazioni che non creino problemi».

In questi anni si sono impegnati per arricchire un catalogo che comprende l’illuminazione in ogni sua forma possibile e immaginabile, i tergivetro, i convertitori di frequenza e i trasformatori. Perché conta l’esperienza? Perché il mercato offre tantissimi prodotti. Il lavoro di Ship Control non è solo quello di vendere, ma anche quello di fare consulenza e di offrire ogni tipo di servizio sia richiesto da un armatore.

susanna bacilli ship control b

Susanna Baccili

Esaminando il comparto luci ce ne rendiamo subito conto. Quelle a led che si possono montare a bordo sono davvero tante, ma quelle proposte da Ship Control, rappresentano il top di gamma. Soprattutto quelle per interni sono ormai un componente di arredo e proprio per questo motivo serve interfacciarsi con chi ha esperienza. Oltre al designer, serve anche un tecnico che sia in grado di progettare un sistema che funzioni così come ci si aspetta. Ship Control fa un po’ la stessa cosa. E così possono montare le luci subacquee giuste per una determinata carena al posto giusto. Lo stesso discorso si può fare per qualsiasi altra luce a led, sia sopra, sia sottocoperta e per le luci di navigazione.

Il vantaggio di interfacciarsi con dei professionisti, è anche quello di poter ottenere un ulteriore livello di customizzazione. L’esigenza di cantieri e installatori è sempre di più quella di realizzare un “vestito su misura” e per farlo serve un sarto. Chi si rivolge a Ship Control sa che troverà una risposta adeguata e in tempi rapidi, perché nella nautica da diporto di oggi tutto è progettato e, inoltre, è fondamentale il servizio post vendita.

Per questo è prezioso il lavoro di selezione dei prodotti top di gamma che fa Ship Control. Tra i criteri di scelta per entrare a far parte del catalogo dell’azienda, c’è anche questo. Non basta che un determinato accessorio sia di qualità, è importante sapere se la casa madre è in grado di fornire assistenza in tutto il mondo. I servizi offerti comprendono, oltre alla ricerca prodotto anche la pronta consegna, la rete di dealer e service sparsi per tutto il territorio italiano e l’assistenza post vendita.

La mole di lavoro è aumentata, soprattutto negli ultimi anni quando Ship Control ha deciso di concentrare la gestione a Viareggio. Il fatturato è triplicato anche grazie ad accordi importanti con tutta la filiera nautica: dai cantieri che costruiscono il nuovo a chi si occupa di refitting, passando per installatori e post vendita. Infine, ci saranno novità importanti. Saranno presentati i generatori Ship Control a giri variabili che si interfacciano con i sistemi di domotica CZONE e Mastervolt e i prodotti Zeus Power Converter, che sono i convertitori di frequenza e gli stabilizzatori di tensione da banchina elettrici.

(Ship Control: i sarti degli impianti di bordo. Il meglio e su misura – Barchemagazine.com – Ottobre 2018)

  • susanna bacilli ship control
  • Lumishore_EOS-TIX403_Group_preview
  • SY310_Supra_360_00010_preview
  • 9475crvs