Seatec 2020, “ancora tu?” La fiera carrarina si rinnova e si rilancia Seatec 2020, “ancora tu?” La fiera carrarina si rinnova e si rilancia
Presentato al Salone di Cannes un nuovo format per Seatec per riconquistare gli espositori, anche quelli che negli ultimi tempi avevano disertato la fiera... Seatec 2020, “ancora tu?” La fiera carrarina si rinnova e si rilancia

Presentato al Salone di Cannes un nuovo format per Seatec per riconquistare gli espositori, anche quelli che negli ultimi tempi avevano disertato la fiera di Carrara

di Niccolò Volpati

Arriva alla maggiore età, ma, inutile nasconderselo, l’adolescenza è stata un’età travagliata. Come correre ai ripari? Il presidente di Carrara Fiere e i responsabili del Seatec hanno esposto la loro ricetta durante il Salone Nautico di Cannes. La prossima sarà la diciottesima edizione, arriva alla maggiore età quindi  la fiera degli accessori e della subfornitura che da sempre ha sede in Toscana. E come in passato tornerà a svolgersi a febbraio e non più ad aprile come nell’ultima edizione.

Dal 5 al 7 febbraio del 2020 per la precisione. Negli ultimi anni diversi espositori hanno disertato. Hanno iniziato i produttori di elettronica, ma sono stati seguiti anche da altri. Gli organizzatori si sono però rimboccati le maniche e si sono confrontati con i principali cantieri italiani. “Che cosa vi serve?” è stata la domanda ricorrente nei tanti incontri che hanno fatto in questi mesi. Ne è uscito un format rinnovato, almeno in parte.

Il Seatec rimane l’unica fiera “tecnologica” italiana e anche l’unica degli accessori per l’area del Mediterraneo. Nei padiglioni di Carrara a febbraio ci sarà perciò la nuova “Seatec Shipyard Lounge” un’area per gli incontri tecnici tra i cantieri e i fornitori. Non si tratterà solo degli espositori della fiera, ma di tutti i fornitori, anche quelli provenienti dall’estero, che lavorano con i tanti cantieri italiani.

Rimarranno gli incontri B2B, tutte le aree espositive, i convegni, ma, sempre di più, ci si vuole caratterizzare per l’aspetto professionale, tecnologico e innovativo. Del resto, 18 anni fa, il Seatec era nato proprio con questo intento: rappresentare un momento d’incontro tra i cantieri, soprattutto quelli viareggini, e tutta la filiera della fornitura e subfornitura nautica.

Seatec, inoltre, anche per la prossima edizione, potrà contare sul sostegno di ICE Agenzia per il potenziamento degli inviti dall’estero. Insomma, lo spazio a Carrara non manca, a febbraio non ci sono altre fiere a pochi chilometri di distanza in programma e l’organizzazione farà di tutto per mettere in contatto i cantieri con i fornitori che più gli interessano. Se qualche espositore negli ultimi tempi si è chiesto: “Ancora tu? Ma non dovevamo vederci più?”, oggi forse ha alcuni elementi validi per ricredersi e partecipare alla diciottesima edizione di Seatec.