Sanlorenzo SX76, con grazia e stupore Sanlorenzo SX76, con grazia e stupore
Il Sanlorenzo SX76 è una barca che attraversa gli stili tradizionali modernizzandoli grazie a un grande team progettuale. Concept di Luca Santella, esterni di Zuccon... Sanlorenzo SX76, con grazia e stupore

Il Sanlorenzo SX76 è una barca che attraversa gli stili tradizionali modernizzandoli grazie a un grande team progettuale. Concept di Luca Santella, esterni di Zuccon International Project, interni di Pietro Lissoni e carena  di Lou Codega

di Luca Sordelli, foto Thomas Pagani

Lo scorso anno Sanlorenzo aveva lanciato un “oggetto” totalmente nuovo e coraggioso, l’SX88. Il mercato l’aveva amato subito, con tredici unità vendute nell’arco di dodici mesi e ancor di più era stato apprezzato dal mondo del design e dell’editoria, con una serie sconfinata di premi e copertine. Ora il fenomeno si sta ripetendo con il nuovo SX76, circa tre metri più corto e meno di un metro più stretto.

SANLORENZO SX76 c

L’ideatore di tutta la gamma è Luca Santella, che anche questa volta ha potuto contare sulle belle linee d’acqua di Lou Codega, uno dei grandi maestri di questo mondo. La firma del design degli esterni è dello studio Zuccon International Project, ma, come conferma Bernardo Zuccon, la filosofia progettuale non muta: «Il nostro lavoro è consistito nello sfruttare al massimo lo spazio e nel garantire, scendendo di dimensione, un equilibrio formale senza perdere quello funzionale. La sfida su SX76 è stata di ottenere le stesse funzioni del maggiore SX88 senza alterarne gli equilibri stilistici. È un’espressione di sintesi del mitico e banale rapporto forma/funzione».

Nel segno della continuità è la scelta del designer degli interni Piero Lissoni, che ha ribadito la sua idea di barca “sociale” dove convivialità è la parola d’ordine.

Ma procediamo con calma, vediamo quali sono gli elementi stilistici che contraddistinguono gli SX. Prima di tutto lo stupore. Arriva subito dallo spostamento della postazione di guida, operazione non da poco sia in termini pratici che di soluzioni progettuali e costruttive da affrontare e risolvere, ma anche da un punto di vista filosofico: il “conducente”, il comandante, non è più lì dove dovrebbe essere, dove è sempre stato.

SANLORENZO SX76

Addio plancia sul ponte principale, ce n’è solamente una, ed è sul fly. Ecco allora che si apre una nuova visione che vede l’intero main deck diventare un solo grande open-space a sua volta perfettamente integrato con tutta l’area di poppa, con il pozzetto che lentamente declina verso il mare e la beach club di 18 m2di superficie, a pochi centimetri dal pelo dell’acqua.

«Per il mio modo di vedere,sempre nelle parole di Bernardo Zuccon, Sanlorenzo SX76 è una splendida interpretazione del rapporto tra l’uomo e il mare. Andare in barca massimizza questo rapporto e le barche pensate per vivere a stretto contatto con il mare sono le barche giuste. La gamma SX spinge al massimo questo rapporto».

SANLORENZO SX76

Aver “regalato” tutto il ponte principale alla creatività di Lissoni ha portato ad una distribuzione degli spazi del tutto inedita su barche di questa taglia. Se nella zona più a poppa si apre un classico “salotto”, che è la naturale continuazione della zona esterna di questo ponte, quella a prua ha una cucina a vista con un lungo bancone Boffi che fronteggia un tavolo da pranzo circolare: la vista sul mare non solo è spettacolare, ma anche inusuale, perché perfettamente frontale.

Ecco creata un’altra zona intima, domestica e funzionalmente separata dal resto del ponte, ma senza nessuna barriera estetica ad ingombrare spazi e visuale. Al centro di tutto, come un grande totem, elegante e sinuosa una scala, bianca e leggera.

Nella zona notte la voglia di stupire, con grazia, continua. Prima di tutto non si viene accolti da una serie di enormi finestrature, ma da oblò tradizionali dalle cornici in acciaio e da un’atmosfera raccolta. La luce non manca, ma non manca neanche la bella sensazione di essere al riparo, su una vera nave, fatta per navigare, fatta per far venire una grande voglia di viaggiare.

La scelta di non strafare con le superfici trasparenti in murata è anche la via migliore per non incorre in quello che Luca Bassani, proprio sulle pagine di questa rivista ha definito: “Patch-work di finestre/oblò di ogni dimensione e forma, abbinate in modo puramente quantitativo” e iattura a cui gran parte delle barche contemporanee ci ha abituati. Al contrario il profilo del Sanlorenzo SX76 è un piacevole alternarsi dei pieni delle strutture e dei vuoti delle vetrate.

SANLORENZO SX76

Le cabine, in questa versione, sono due, la suite armatoriale è a centro nave e orientata per baglio, mentre la Vip è a prua. Tre i bagni, uno per ogni stanza più una day-toilette ai piedi della scala dove c’è anche un piccolo secondo salottino. Qui e in tutto il ponte inferiore, un sapiente gioco di specchi bruniti amplifica, in maniera delicata, il senso di spazio.

A poppa trova posto l’alloggio per l’equipaggio, a pruavia della sala macchine e con accesso diretto dal pozzetto. Anche sotto alla linea di galleggiamento rimane la filosofia dell’86 piedi del Cantiere di Ameglia con una carena semiplanante disegnata, coerentemente con la filosofia del progetto, per navigare tanto e nel massimo piacere.

I motori del Sanlorenzo SX76 sono due IPS 1.050 di Volvo Penta e la velocità di punta, a 2.350 giri è di 22 nodi per un consumo orario di 299 litri/ora, ma la sue andature naturali sono più pacate: a 18 nodi e 2.100 giri si ha quella di crociera veloce con il flussometro che cala rapidamente a 237 litri/ora; mentre il miglior rendimento lo si ha a 1.500 giri. Qui l’autonomia è di 520 miglia per un consumo di 96 litri/ora a 12 nodi di velocità, in un comfort assoluto.Godendosi il mare, con grazia e stupore.

SANLORENZO SX76
PROGETTO
Concept Luca Santella • Design Interni Piero Lissoni • Design esterni Zuccon International Project • Architettura navale Lou Codega
SCAFO Lunghezza ft 23,35m  • Larghezza massima 6,6 m • Immersione 1,56m • dislocamento a vuoto 60.000 kg • dislocamento pieno carico 67000 kg • Capacità serbatoio carburante 4350l • Capacità serbatoio acqua 1300 l
MOTORE 2 Volvo Penta IPS 1050 • Potenza 588 kW (800 cv) • Numero di cilindri 6 Alesaggio per corsa • 131mm x158mm • Cilindrata 12,8 l• Regime di rotazione massimo 2.300 gri/min • Peso 2.300 kg
CERTIFICAZIONE CE Categoria A
PREZZO € 4.000.000 Iva esclusa

SANLORENZO YACHT
Via Armezzone, 3,
I 19031 Ameglia (SP) Italia
tel. +39 0187 6181
[email protected]
www.sanlorenzoyacht.com

(Sanlorenzo SX76, con grazia e stupore – Barchemagazine.com – Febbraio 2019)

  • SX76_MG_0891
  • SANLORENZO SX76
  • SANLORENZO SX76 SX76_MG_0139
  • SANLORENZO SX76 SX76-15
  • MAIN DECK SANLORENZO SX76