ROBERTO RADICE ROBERTO RADICE

ROBERTO RADICE

Imprenditori 1 febbraio 2012

Un’innata passione per la nautica, un forte amore per la famiglia e la generosità al servizio degli altri nei suoi impegni politici ne hanno... ROBERTO RADICE


Grande pioniere
Un’innata passione per la nautica, un forte amore per la famiglia e la generosità al servizio degli altri nei suoi impegni politici ne hanno contraddistinto il tratto di umanità fuori dal comune
di Franco Michienzi

È morto a 73 anni Roberto Radice, nato nel 1938, titolare di Sessa Marine, marito di Raffaella Braga (presidente del cantiere) e padre di Massimo, Riccardo e Francesca. Laureato in giurisprudenza all’Università Statale di Milano, dopo essere stato a capo dell’azienda assieme alla moglie, figlia del fondatore Camillo Braga, Radice aveva deciso di occuparsi di politica a tempo pieno per diventare deputato e poi ministro ai Lavori Pubblici, durante il primo governo Berlusconi (1994).
È stato presidente Confapi (Confederazione italiana della piccola e media industria privata) e poi presidente Consip (società per azioni del ministero dell’Economia e delle Finanze). Come onorevole è stato primo firmatario della proposta di legge per l’istituzione della provincia di Monza e Brianza. Come ministro diede in quegli anni un grande impulso alla nautica da diporto.
Geniale e intuitivo mise le basi per lo sviluppo in grande stile della
Sessa Marine puntando sul design italiano e cercando di prendere ispirazione anche da altri settori, riproponendo sulle barche linee più moderne come quelle delle automobili dell’epoca. La storia dell’azienda è una storia di grande passione e di forti legami familiari: la coppia Braga-Radice, Radice nel 1965, poco dopo la nascita del primogenito Massimo, e a solo due anni dal loro matrimonio, aveva dovuto affrontare la morte improvvisa del padre di Raffaella, che cambiò per sempre la loro vita. A 25 anni Raffaella si trovò insieme a Roberto a dover gestire oltre 500 dipendenti e a condurre un’impresa in anni difficili, in cui i tanti problemi furono risolti con coraggio, intelligenza e determinazione.
Il progressivo ingresso dei tre figli nella società, ognuno dei quali occupa un ruolo diverso, ha aiutato l’espansione e la crescita del marchio, che negli anni ha visto un decisivo ampliamento della gamma e delle dimensioni delle imbarcazioni, nonché dei mercati a cui si è rivolta. Oggi la Sessa Marine gode di fama e prestigio internazionale.