Ranieri, è arrivato il momento di sbarcare negli USA Ranieri, è arrivato il momento di sbarcare negli USA
Con due ammiraglie, il Cayman 38 e il Next 370 SH, Ranieri International parteciperà al prossimo salone di Miami a metà febbraio. Entrambe saranno... Ranieri, è arrivato il momento di sbarcare negli USA

Con due ammiraglie, il Cayman 38 e il Next 370 SH, Ranieri International parteciperà al prossimo salone di Miami a metà febbraio. Entrambe saranno proposte nelle speciali versioni America, pensate appositamente per il mercato statunitense. È il coronamento di un processo di espansione programmato da tempo.

Ve lo avevamo anticipato  non molto tempo fa, raccontandovi  sia dei progetti di ingrandimento del cantiere sia dell’espansione del raggio di azione commerciale sui mercati intenzionali, proprio a partire da quello USA. Ora, per il brand di Soverato è arrivato il momento di passare all’azione.

In linea con il piano strategico 2017/2020 Ranieri International parteciperà infatti al Miami International Boat Show al via il prossimo 14 febbraio a Miami in Florida.  Dopo anni di analisi e attente valutazioni, l’azienda prenderà parte per la prima volta ed in modo diretto all’evento, esponendo il Cayman 38 Executive e il Next 370 SH entrambe nella versione America.

Cayman 38.0 cc

Cayman 38 Executive

 

Preparati specificatamente per questo mercato, con i necessari adeguamenti tecnici e normativi, entrambi i modelli potranno essere visitati e anche testati per la prima volta dal pubblico americano. Le due barche saranno motorizzate con una coppia di Suzuki 350 AP.

fuoribordo o EFB

Ranieri Next 370 SH

 

«Noi cerchiamo di realizzare prodotti che possano essere apprezzati all’estero, senza snaturare le nostre caratteristiche», racconta Salvatore Ranieri . La produzione, infatti, così come ha sempre voluto il padre Pietro, è tutta interna. A Soverato si realizza ogni passaggio, dal progetto alla consegna del prodotto finito. Nessuna lavorazione esterna, per avere sempre tutto sotto controllo, dallo stampaggio all’allestimento.  «Il nostro programma è quello di migliorare, aggiornare e, dove c’è bisogno, implementare la gamma. Vogliamo però rimanere specialisti nella fascia dei natanti perché è quello che sappiamo fare».

«Il mercato italiano è in ripresa, ma si deve puntare sempre di più sull’estero», spiega Antonio Ranieri , «A partire dagli Stati Uniti. Le difficoltà non ci spaventano, perché il nostro approccio è ponderato e graduale».