Princess F55: elegante, per navigare ovunque Princess F55: elegante, per navigare ovunque
Lo spazio dentro è tanto, ma il Princess F55 sa anche navigare bene e nel comfort assoluto, anche quando si incontrano condizioni meteo impegnative,... Princess F55: elegante, per navigare ovunque

Lo spazio dentro è tanto, ma il Princess F55 sa anche navigare bene e nel comfort assoluto, anche quando si incontrano condizioni meteo impegnative, grazie ad un bel disegno della carena. Elegante e dal gusto un po’ italiano il design degli interni

di Luca Sordelli – photo Andrea Muscatello

Sembrava mi stesse aspettando. È arrivato puntuale, appena mollati gli ormeggi.
Un levante teso, umido e cupo in un attimo ha trasformato una mattina ligure di calma assoluta in una giornata decisamente impegnativa, almeno per chi doveva andar per mare. Ed era proprio quello che dovevo fare io, arrivato a Portosole per provare il nuovo Princess F55. Ecco quindi prospettarsi davanti alla mia prua l’occasione perfetta.

PRINCESS F55

Ma procediamo con calma, torniamo un attimo indietro. Prima di raccontare come è andato il nostro test va ricordato che questo 17 metri rientra nel complesso lavoro che Princess sta portando avanti per rinnovare completamente la sua offerta sul mercato.
Va a sostituire il 56, barca di grande successo, ma è un oggetto completamente inedito a cominciare dalla carena, disegnata sempre da Bernard Olesinsky.

È nuovo il design degli esterni, ma lo è soprattutto quello degli interni. L’atmosfera è sorprendentemente… italiana. Linee pulite, tutto molto semplice, molto funzionale, ma anche molto elegante. Grande l’attenzione ai dettagli, dominano colori chiari e grandi superfici vetrate. Il salone principale è un grande open-space, con la cucina a poppa che affaccia sul pozzetto.

Una soluzione decisamente intelligente su barche di questa taglia. La sensazione che si prova, mettendo il primo piede a bordo, è veramente accogliente, ma anche molto contemporanea. La firma è quella dell’Ufficio Design Princess ma, senza saperlo, avrei senza dubbio detto che si trattava di uno dei “nostri” designer.

PRINCESS F55

In plancia ci sono anche evidenti riferimenti al mondo dell’automotive, vedi le forme dei sedili e del “volante”. La stessa atmosfera continua anche scendendo al ponte notte dove l’armatoriale a centro barca sfrutta molto bene tutti i 4,87 metri di baglio massimo. Ci sono poi una cabina a prua dalla tradizionale pianta a V con letto matrimoniale centrale a penisola, ed un’altra lungo la murata di dritta con letti separati.

I bagni sono due. Oltre a quello dedicato alla suite per gli armatori, ce n’è un secondo con doppio accesso dal disimpegno ai piedi delle scale e dalla cabina di prua. C’è anche una cabina per il marinaio, con accesso separato da poppa. Una nota di merito va anche alla scala con gradini larghi che scendono gradualmente accompagnati da un robusto tientibene. Ci sono inoltre piaciuti i tanti pannelli facilmente smontabili disseminati ovunque che rendono ispezioni e manutenzioni molto semplici e la cura maniacale per i particolari, a cominciare, ad esempio, proprio dalle finiture interne di tutti i gavoni.

Ma torniamo alla prova in mare.
Le condizioni meteo abbastanza impegnative con più di un metro di onda e vento sui 20/25 nodi non ci hanno permesso di testarne le pure capacità velocistiche, però hanno provato le doti in navigazione. Con due MAN da 800 cv, il risultato è stato molto soddisfacente. Bene con le onde al mascone. La V a prua è abbastanza profonda da tagliarle senza troppi problemi, l’impatto è dolce, le traiettorie sono molto precise.

PRINCESS F55

Bene anche con le onde da poppa e al giardinetto, anche se, in condizioni come queste, bisogna stare ben attenti a lavorare con i flap per mantenere l’assetto sempre corretto e tenere la prua ben fuori dall’acqua. Anche nella sventurata andatura al traverso il Princess F55 se l’è cavata decisamente bene, molto meglio di quanto ci si possa aspettare da un’imbarcazione dall’imponete fly, con tendalino aperto, e da 24,5 tonnellate di dislocamento a vuoto.

Siamo riusciti a toccare i 29 nodi di velocità massima, quindi i 33 dichiarati dalla casa in condizioni di mare calmo ci sembrano più che plausibili. Bene anche i consumi. A quella che, in queste condizioni, può essere considerata l’andatura di crociera di 23/24 nodi, si consumano circa 215 litri/ora. Da segnalare infine che, seppur non fosse evidentemente la situazione ideale per testare in maniera obiettiva la rumorosità dei due MAN, è certo che abbiamo navigato senza percepire nessun cigolio o vibrazione molesti.

PRINCESS F55
PROGETTO
Ufficio Tecnico Cantiere
SCAFO Lunghezza ft 17,6m • Larghezza massima 4,87 m • Immersione 1,46 m • Dislocamento a vuoto •  24.600 kg•Capacità serbatoio carburante 2750l  •  Capacità serbatoio acqua 608l

MOTORE 2 MAN i6 800 •  Potenza 588kW• Numero di cilindri 6 • Alesaggio per corsa 12 6mm x 166 mm • Cilindrata 12,42 l  •  Regime di rotazione massimo 2300/min •  Peso 1215 kg
PREZZO 960.000 £ (IVA Esclusa)

PRINCESS YACHTS LIMITED
Newport Street, Plymouth, Devon UK                 

DISTRIBUTORE ESCLUSIVO IN ITALIA
Princess Yachts Italia
Portosole Via del Castillo 17
I-18038 Sanremo (IM)
+ 39 0184524288
[email protected]
www.princessitalia.it

(PRINCESS F55  – Settembre 2018)

  • PRINCESS F55
  • PRINCESS F55-interior-owners-breakfast
  • PRINCESS F55 interior-saloon-walnut-satin
  • PRINCESS F55 _3D6A3078
  • PRINCESS F55 -interior-owners