Prestige 680 S: il fly c’è, ma non si vede Prestige 680 S: il fly c’è, ma non si vede
Firmata da Garroni Design ha un fly che non ingombra e non appesantisce le linee. Un ottimo compromesso per garantire volumi, estetica e prestazioni.... Prestige 680 S: il fly c’è, ma non si vede

Firmata da Garroni Design ha un fly che non ingombra e non appesantisce le linee. Un ottimo compromesso per garantire volumi, estetica e prestazioni. Grazie a due Volvo Penta Ips 1200 ha una velocità massima di circa 30 nodi

di Niccolò Volpati foto di Jerome Kelagopian e Jean Francois Romero

Osservo il nuovo 680 di Prestige dalla banchina. La S della sigla indica che si tratta di un modello della linea Sport. Linee un po’ più aggressive e più sportive, ma non solo. Sono tratti più accattivanti, quasi sexy. Forse la S della sigla voleva indicare proprio questo. I fly sono comodi e hanno molti metri quadri a disposizione. Gli ambienti si moltiplicano, perché lo spazio non manca mai. Ma sono anche meno longilinei, più appesantiti, poco sexy, soprattutto da quando si estendono fino a poppa. Prestige-680s

Per evitare fraintendimenti, non penso che il “nostro” Prestige 680 sia anoressico, piuttosto mi fa venire in mente una modella “curvy”. Salgo a bordo e inizio la visita. Comincio proprio dal fly. Già a prima vista mi sembra che ci sia tutto quello che ci deve essere: tavolo da pranzo con divanetto a U intorno, due chaise long con sistema di schienale ribaltabile per trasformarsi in sedute frontemarcia e, naturalmente, seconda postazione di comando. Tutto questo si trova su un fly abbastanza “appoppato”, in modo da lasciare più libero lo spazio a centro barca. L’effetto, anche visivo, è quello di una barca che rappresenta un ottimo compromesso tra un hard top e un fly.

Anche l’allestimento della prua non è lasciato al caso. Gli elementi sono sempre gli stessi, ma la loro ubicazione è originale: ci sono prendisole con capottina a scomparsa e divanetto lineare. La differenza, rispetto a quello che si è soliti vedere, è che il divanetto lineare si trova all’estrema prua, oltre il prendisole, lasciando spazio a tre grandi passauomo che forniscono luce naturale alla cabina armatoriale sottostante. Oltre all’illuminazione, la zona armatore è molto abitabile e separata dal resto dell’area notte. Funzionale e razionale, ci sembra che sia anche la dinette con un’area living, vicino alla plancia, e un tavolo da pranzo più spostato verso la cucina e il pozzetto.

La barca non è certo piccola, ma la sensazione è che Garroni non avesse nessuna voglia di sprecare centimetri. Ha ottimizzato volumi e allestimenti per ottenere il massimo del comfort e dell’abitabilità. Si percepisce che ogni elemento e la sua ubicazione è frutto di uno studio. Estetica, coperta e interni ci sono piaciuti, ma sarà altrettanto efficace in navigazione? Per scoprirlo non ci resta che provarlo. Il golfo di Cannes è tranquillo con pochissima onda e poco vento. In sala macchine ci sono due IPS 1200 con 1800 cavalli complessivi.

Prestige-680sLa maneggevolezza è quella che ti aspetti da questo tipo di trasmissione. La barca è agile nello stretto, riesco a condurla fuori dal porto senza particolare apprensione. Nonostante un po’ di traffico che da queste parti non manca mai, è semplice con il joystick manovrare per riuscire a imboccare l’uscita. La stessa agilità la si riscontra in navigazione. Vira facilmente, la calibratura è perfetta: né troppo, né troppo poco. Lo scafo s’inclina leggermente, ma mai troppo. Anche con la manetta del gas tutta abbassata e il timone a tutta barra, non perde giri, non si “siede” e mantiene un’ottima navigabilità. Onda poca, se non quella di scia di qualche yacht di passaggio. Proviamo ad attraversarla e anche questa sensazione è più che positiva.

La V dello scafo è all’insegna dell’equilibrio e il passaggio sull’onda è morbido. L’accelerazione non è “bruciante”, ma l’erogazione del gas è regolare, è una barca facile da condurre. Anche un armatore non espertissimo può cavarsela da solo, soprattutto perché ha a disposizione il joystick e la trasmissione IPS. Alla massima sfioriamo i 30 nodi e non è poco considerato che siamo su una barca che supera i 20 metri di lunghezza e le 30 tonnellate di peso. Provo un po’ di andature di crociera per verificare i consumi.

Per il minimo di planata bastano 16 nodi e 144 litri/ora totali. Per navigare a 20 nodi di velocità, i litri consumati sono 180, ma il dato più sorprendete lo registriamo quando il Gps in plancia segna 25 nodi: il consumo per entrambi i motori è di soli 250 litri. È una bella sensazione. Navighiamo nel comfort, su una barca in grado di ospitare comodamente otto persone, con consumi più che contenuti. Prima di rientrare in porto, provo a scendere nella cabina armatoriale. Anche in questo ambiente la navigazione è particolarmente piacevole. Sarà merito della coibentazione della sala macchine, sarà la distanza, visto che la cabina è a prua, ma il fonometro segna rumorosità comprese tra 60 e 70 decibel.

PROGETTO J&J Design e Garroni Design
SCAFO lunghezza ft 21.46  •  Lunghezza scafo 19.08  • Larghezza massima 5.33m • Immersione 1.58m • Dislocamento vuoto 29800 kg • Capacità serbatoio carburante 3450 l • Capacità serbatoio acqua 920 l
MOTORE 2 VOLVO IPS 1200 D13 • Potenza 662kW (900 hp) • Numero di cilindri 6 in linea • Cilindrata 12.8  • Regime di rotazione massimo 2300/mi • Peso 2300 kg
CERTIFICAZIONE CE Cat B 16 persone
PREZZO 1’615’300 € + Iva

JEANNEAU
Les Herbiers
France
[email protected]
www.jeanneau.com


A sports model with substance

Created by Garroni Design, this vessel has a flybridge that is not overly large and doesn’t weigh down the lines. It is a good compromise, able to deliver space, aesthetics and performance. The two Volvo Penta IPS 1200 engines give the boat a top speed of around 30 knots

I am looking at Prestige’s new 680 from the quay. The “S” in the name shows that it belongs to the sport series, with slightly more aggressive lines and other things too. It has some more engaging, almost sexy, aspects. Perhaps that is what the “S” stands for. Flybridges are comfortable and offer a lot of square metres. Lots of different spaces are available, because there is no lack of space. But they also have less long lines, they are heavy, and not very sexy, especially when they reach right to the stern. Prestige-680s

That is not, however, the case of the Prestige 680. I go on board and begin the visit, starting from the flybridge itself. Right from the first glance it looks like it has everything it ought to: dining table with a U-shaped sofa, two chaises longues with foldable backs which can be turned into forward-facing seats and – of course – a second steering position. The effect, including the visual effect, is of a boat that is a perfect compromise between a hard top and a flybridge. Even the fitting of the bows isn’t left to chance.

The elements are still the same, but they are arranged in an original way: there are sunbeds with a foldable canopy and a linear sofa. The difference, compared with what you normally see, is that the linear sofa is in the far bow, beyond the sun lounger, leaving room for three large hatches that provide natural light to the owner’s cabin below. As well as being well lit, the owner’s area is very liveable and is separate from the rest of the cabin area. The dinette also looks very functional, with a living area which is close to the navigation bridge and a dining table which is moved further towards the galley and the cockpit. The boat certainly isn’t small, but it gives the feeling that Garroni was in no need to waste centimetres.

They have optimised volumes and equipment to obtain maximum comfort and liveability. There is a feeling that every element and its location is the product of research. We liked the aesthetics, the decks and interiors. But would it sail just as well? We would just have to try it out. The Gulf of Cannes was calm, with very few waves and not a lot of wind. In the engine room we have two IPS 1200 for a total of 1800 hp. The handling is what you would expect from this kind of transmission system. The boat is agile in tight spaces, and I steer her out of the harbour without much worry. Despite a bit of traffic, which you always get around here, it was easy to manoeuvre with the joystick and find the way out.

Prestige-680sThe same agility can be found when it is sailing. It turns easily, and is perfectly calibrated: neither too much, nor too little. The boat leans slightly, but never too much. Even with the throttle right open, and the steering wheel right over, it doesn’t lose revs and handles extremely well. There weren’t a lot of waves, apart from bow waves from the odd passing yacht. We tried going over them, and the feeling from that was also more than positive. The V-shaped hull ensures stability, and the passage over the waves is soft. The acceleration is not burningly fast, but the gas feed is normal.

It is an easy boat to steer. Even a non-expert owner can sort it out on their own, especially with the IPS joystick and transmission available. We touch thirty knots at top speed, which is not a negligible amount considering that we are on a boat that is over 20 metres long and displaces over 30 tonnes. I try out a few cruising speeds to check on fuel use. To get the minimum planing speed of 16 knots you need 144 litres/hour in total. For 20 knots, 180 litres/hour are needed, but we get the most surprising figure when the GPS monitor on the control panel shows 25 knots: both motors together only use 250 litres. It’s a good feeling.

We sail in comfort, on a boat that can comfortably sleep eight, consuming very little fuel. Before returning to port, I went down into the owner’s cabin. Sailing is particularly pleasant down here too. Whether it is because of the insulation, or the distance from it – given that the cabin is in the bows – but the sound meter only shows between 60 and 70 decibels.                           

 

PROJECT J&J Design and Garroni Design
HULL LOA 21.46m  • Hull Length 19.08m • Maximum Beam 5.33m • Draft 1.58m • Light mass displacement 29800 kg • Fuel tank volumes 3450 l •  Water tank volume 920 l
MAIN PROPULSION  • 2 VOLVO IPS 1200 D13 • Outlet mechanical power 662kW (900 hp) • Number of cylinders: 6 in line • Total swept volume 12.8 l • Maximal rotational speed 2300/min • Weight 2300 kg
CERTIFICATION EC Category B – 16 people
PRICE 1,615,300 € Exclusive VAT

(Settembre 2017)

  • Prestige_680S-Jean-Francois_ROMERO(12)
  • Prestige_680S-Jean-Francois_ROMERO(3)
  • APERTURA-Jean-Francois_ROMERO(13)
  • Prestige-680s-Jean-Francois_ROMERO
  • Prestige-680s-Jean-Francois_ROMERO(5)

Iscriviti alla newsletter!

X