Carbonio e canting keel, il Mylius 60 CK è nato per correre Carbonio e canting keel, il Mylius 60 CK è nato per correre
È l’evoluzione del Mylius 60FD ed è la prima imbarcazione del cantiere di Podenzano con la canting keel. Interamente realizzato in carbonio è un... Carbonio e canting keel, il Mylius 60 CK è nato per correre

È l’evoluzione del Mylius 60FD ed è la prima imbarcazione del cantiere di Podenzano con la canting keel. Interamente realizzato in carbonio è un 18 metri che nasce come offshore-racer e performance cruiser 

Il primo giorno del 59esimo Salone di Genova si è aperto con l’unveling di Cippa Lippa X, ultima nata in casa Mylius. Il concept del progetto, su espressa richiesta del suo armatore Guido Paolo Gamucci è stato sviluppato prevedendo un sistema di canting-keel di ultima generazione ottenendo un sostanziale incremento della stabilità con un pescaggio non eccessivo (3.5 m) considerate le dimensioni della barca.

Con la costruzione interamente in carbonio e la riduzione del peso in zavorra, resa possibile dalla canting-keel, i valori del dislocamento sono stati contenuti sotto le 15.0 ton a vuoto. I volumi di carena sono stati totalmente ripensati per le maggiori velocità ed i minori angoli di sbandamento previsti in progetto:  cresciuto il rapporto lunghezza/larghezza, volumi di prua più pieni, sezioni centrali più svasate per incrementare la stabilità di forma, uscite di poppa estremamente piatte, ridotti, infine, il corpo canoa ed il rocker. Grazie all’incremento di stabilità fornito dal sistema canting-keel, il 60 CK offre un generoso piano velico, ed i valori della superficie velica su quelli di un racer puro.

Il piano di coperta, pur conservando i canoni distintivi di Mylius, è stato ripensato per un uso maggiormente sportivo: le timonerie sono state spostate in posizione più avanzata, il trasto randa è alla loro poppavia, i winch drizze sono posizionati ai lati del tambuccio, mentre i winch primari, quelli della scotta randa (sistema alla tedesca) ed i winch del back sono in linea ai lati del pozzetto.

Gli interni sono stati progettati in chiave leggera e sportiva, con largo uso di carbonio, pur conservando il necessario confort per la crociera sportiva.Il Layout offre un’ampia cabina armatore con bagno dedicato a prua, due cabine ospiti con bagno a poppa, la cabina marinaio all’estrema prua. La cucina ed il tavolo carteggio sono rispettivamente sulla sinistra e sulla destra della scala di accesso a poppavia dell’ampia dinette centrale.

Mylius 60 CK 
Lunghezza fuori tutto 18,60 m
LFT con delfiniera 21,36 m
Lunghezza al galleggiamento 17,60 m
Baglio massimo 5,40 m
Dislocamento (light) 14.850 kg
Zavorra (approx.) 5.180 kg
Interni 
Letti 6
Bagni 3
Serbatoio d’acqua  400 l
Serbatoio gasolio 323 l
Acqua calda (boiler) 40 l
Piano velico 
Superficie velica (bolina) 238 mq
Superficie velica (portanti) 664 mq
Albero Carbon High Modulus
Boma Carbon
Sartiame ECsix
Motore Volvo Penta D2 – 75 Hp