Lürssen Azzam Lürssen Azzam

Lürssen Azzam

BARCHE 1 maggio 2013

Il cantiere Lürssen ha varato il megayacht di 180 metri, il più lungo del mondo, dopo 28 mesi dal primo taglio dell’acciaio. Gli interni... Lürssen Azzam
Azzam, lo yacht  dei record
Il cantiere Lürssen ha varato il megayacht di 180 metri, il più lungo del mondo, dopo 28 mesi dal primo taglio dell’acciaio. Gli interni sono stati curati dal francese Christophe Leoni mentre le linee esterne sono dello studio italiano Nauta Yachts
testo di Laura Biazzi foto di Cklaus Jordan
Una sfida importante, in cui si intrecciano tecnologia, razionalità ed efficienza. Una sfida pienamente vinta dal cantiere tedesco a da tutti quelli che hanno contribuito al progetto di questo superyacht, che affascina e stupisce non solo per la lunghezza ma anche perché racchiude in sé il concetto di avanguardia per l’industria nautica.
«Quando siamo stati chiamati a partecipare al design degli esterni di Azzam, abbiamo compreso che questo progetto sarebbe stata una delle prove più impegnative della nostra vita professionale, definita da esigenti condizioni del capitolato, in termini di dimensioni, prestazioni e tecnologia», sono le parole di Mario Pedol, fondatore e presidente di Nauta Yachts.
Le richieste dell’armatore non imponevano volumi esagerati in relazione alla lunghezza dello yacht e questo ha consentito di declinare in una scala più grande la visione di equilibrio fra le masse della sovrastruttura, in una pulizia di linee mai ridondante, tratto distintivo dello studio milanese, evitando l’eccessivo intreccio di troppe linee, con troppi volumi.
Lo scafo raggiunge una velocità superiore ai 30 nodi e per ottenere queste prestazioni era necessaria un’architettura razionale, moderna, composta da linee diritte, da volumi bilanciati e proporzionati, che comunicassero i suoi contenuti d’avanguardia e le sue capacità.
È un vero e proprio yacht dei record, perché la costruzione è avvenuta in soli tre anni dopo un anno di ingegnerizzazione. Secondo il presidente di Burgess, Jonathan Beckett, viste le sue complesse caratteristiche tecniche, è stata un’impresa ardua e impegnativa: «È stato un vero lavoro di squadra fra tutti i professionisti coinvolti, compresi noi, il costruttore, i progettisti. Siamo orgogliosi di essere associati a questo straordinario progetto in qualità di consulenti tecnici dell’armatore».
Christophe Leoni, l’interior designer, è stato capace di concepire degli interni sontuosi e sofisticati in stile impero: «Sebbene lo yachting non sia la mia area principale di espressione ho profondamente apprezzato il lavoro insieme a Nauta e a Lürssen e sono certo che alla fine lo yacht supererà le aspettative dell’armatore».
La scheda
Costruttore Lürssen Yachts, Germania, www.lurssen.com
Progetto Nauta Yachts (esterni) • Christophe Leoni (Interni) • Burgess, (Project Manager)
Scafo Lunghezza ft m 180 • larghezza m 20,80 • immersione m 4,30 • velocità massima >30 nodi • motori 2 diesel e 2 turbine a gas per un totale di cv 94.000
(Maggio 2013)