La copertura assicurativa P&I per gli yacht La copertura assicurativa P&I per gli yacht
Esaminiamo alcune delle clausole più rilevanti della copertura assicurativa P&I nel settore degli yacht di Federico Santini* Tutte le regole dei P&I Club prevedono... La copertura assicurativa P&I per gli yacht

Esaminiamo alcune delle clausole più rilevanti della copertura assicurativa P&I nel settore degli yacht

di Federico Santini*

Tutte le regole dei P&I Club prevedono come regola generale la clausola pay to be paidin base alla quale l’assicurato al fine di poter richiedere l’indennizzo da parte del proprio club deve prima essere stato riconosciuto responsabile del sinistro e deve aver pagato il danno al terzo danneggiato.

È tuttavia facoltà del Club, senza che ciò comporti rinuncia alla suddetta clausola, anticipare somme a titolo di indennizzo prima che il proprio assicurato abbia definito il sinistro. Questa procedura si applica specialmente in quei casi in cui il P&I Club abbia rilasciato una lettera di garanzia e nei casi in cui il P&I Club abbia emesso un certificato di inquinamento.

Inoltre, in alcuni casi di danno alla persona, i club possono rinunciare ai propri diritti derivanti dalla clausola “Pay to be paid”, cosa che normalmente accade quando il sinistro ha un valore economico rilevante. È opportuno sottolineare peraltro come alcune norme legislative, tra cui il US Oil Pollution Act (1990) e la Convenzione di Atene del 2002 prevedono il diritto di azione diretta del terzo danneggiato nei confronti dell’assicuratore.

Altra caratteristica fondamentale delle polizze P&I consiste nella possibilità per il Club di rilasciare una lettera di garanzia (cd. Letter of Undertaking) a favore del terzo danneggiato onde evitare il sequestro dello yacht ovvero al fine di ottenerne il dissequestro, tutte le volte che la responsabilità del sinistro sia contestata dall’assicurato.

In genere le regole dei P&I Club prevedono che il club non abbia alcuna obbligazione di rilasciare una garanzia, tuttavia sempre più di frequente le polizze P&I prevedono il rilascio della lettera di garanzia come un vero e proprio impegno contrattuale in caso di sequestro dello yacht ovvero di minaccia di sequestro.

La lettera di garanzia prevede l’impegno del Club di pagare al terzo danneggiato quella somma che risulterà dovuta in virtù di un accordo tra le parti ovvero all’esito del giudizio sulla base di una sentenza non più appellabile. Si tratta chiaramente di uno strumento estremamente utile per l’assicurato che, quindi, dovrà cercare di ottenere l’inserimento nella polizza di una previsione che vincoli il Club a rilasciare la lettera di garanzia laddove se ne verifichi la necessità.

Infine, è opportuno precisare che la copertura P&I può essere attivata dall’armatore già in fase di costruzione dello yacht, ossia per tutto il periodo in cui lo yacht si trova in lavorazione presso il cantiere costruttore. È anzi fortemente consigliabile attivare la copertura P&I già in questa fase, con un costo peraltro di gran lunga inferiore al costo della copertura applicabile con yacht in acqua, laddove, come spesso avviene, il contratto di costruzione contempli a carico dell’armatore i rischi connessi a danni personali, morte e lesioni, nonché a danni alle cose di proprietà dell’equipaggio e dei periti e/o manager incaricati dall’armatore di supervisionare la costruzione.

La Pre-delivery cover è una copertura P&I finalizzata a coprire la responsabilità dell’armatore nei confronti dei propri dipendenti, dei propri contraenti e dei terzi, dei dipendenti dell’armatore verso terzi, nonché le responsabilità contrattuali dell’armatore derivanti da contratti con i dipendenti, dalle azioni o omissioni dei contraenti e da contratti dell’armatore con terze parti, in relazione allo yacht in costruzione ed ai suoi tender.

Si tratta di una copertura ancora poco diffusa almeno in Italia, ma estremamente utile a salvaguardare l’armatore da una serie di responsabilità spesso sottostimate ovvero addirittura ignorate sul presupposto erroneo che tutte le responsabilità ed i rischi durante la costruzione dello yacht siano a carico del cantiere costruttore.

*Federico Santini: è managing partner dello Studio Legale Santini & Partners di Roma. È specializzato in diritto internazionale e diritto marittimo, ha una consolidata esperienza nel mondo dello yachting con particolare riguardo a transazioni relative a super yacht, nuove costruzioni navali, finanziamento per la costruzione di navi, registrazione di yacht, arbitrati internazionali, questioni assicurative e fiscali connesse. È membro dell’Associazione Italiana di Diritto Marittimo ed è consulente di primari studi legali, ed istituzioni ed associazioni internazionali nel settore dello yachting. Per informazioni o chiarimenti: [email protected]

(La copertura assicurativa P&I per gli yacht – Marzo 2018)

  • wider 165
  • Benetti FB701 Domani_Launch (9)