Invictus GT 370S, l’ammiraglia sceglie il fuoribordo Invictus GT 370S, l’ammiraglia sceglie il fuoribordo
Nel listino di Invictus il GT 370 non solo è il modello più grande, ma è anche uno di quelli di maggior successo. Lo... Invictus GT 370S, l’ammiraglia sceglie il fuoribordo

Nel listino di Invictus il GT 370 non solo è il modello più grande, ma è anche uno di quelli di maggior successo. Lo abbiamo visto e provato nella sua versione “nativa”, con propulsione entrofuoribordo, e poi nella sua Special Edition, firmata sempre da Christian Grande, ma per l’occasione in collaborazione con Anna Fendi.

Invictus GT 370S bOra è giunta della sua versione  “S”, quindi con motorizzazione fuoribordo, per la precisione con una coppia di Yamaha 425 XTO. Stessa sorte era accaduto l’anno scorso anche al GT 280, anche lui declinato in versione con i motori non in sala macchine, ma sullo specchio di poppa. Una configurazione che nasce dalla precisa volontà di rivolgersi ad una clientela nuova e in particolare a quella statunitense.

Parliamo di una clientela dall’anima sportiva e spigliata, che vuole riconoscersi e farsi riconoscere tramite una barca che ‘mostri i muscoli’, spiega Christian Grande, “ostentando la potenza del sistema di propulsione. Questo approccio rende accettabile la rinuncia della plancetta di poppa, che sulle versioni entro-fuoribordo enfatizza la vivibilità tipica di una barca destinata ad un uso meno dinamico e più conviviale. La scelta di motorizzazioni fuoribordo offre peraltro alcuni vantaggi concreti, quali l’estrema praticità d’intervento su ciascun motore in caso di avaria; inoltre, la vita di bordo trae vantaggio dallo spazio lasciato libero dalla sala macchine, potendo disporre così di un volume di stoccaggio notevolmente più ampio”. 

Invictus GT 370S ccL’intento di mantenere comunque l’omogeneità stilistica che contraddistinguono la gamma Invictus Yacht, ha condotto alla scelta di verniciare integralmente i motori nel colore base di scafo e coperta, questi non verranno pertanto percepiti come appendici tecniche, ma come un’equilibrata aggettivazione della poppa.

La continuità con il modello entrofuoribordo è sottolineata anche negli interni, che mantengono le ampie possibilità di configurazione e la cura dei dettagli tipiche di Invictus. Due grandi vani sottocoperta si possono personalizzare sulla base dell’armatore: la cabina di poppa dispone di due cuccette che possono essere uniti a formare un unico grande letto matrimoniale; lo spazio di prua si può allestire con un terzo letto o, a scelta dell’armatore, con un divano laterale abbinato a tavolino, angolo bar e televisore, così a formare una scenografica area living.

Invictus GT 370S

“Il GT370S incarna il perfetto equilibrio tra l’anima granturismo di Invictus, più delicata e se vogliamo femminile, e lo spirito più dinamico e maschile di una barca che vuole conquistare anche con la velocità ed il rombo dei motori. Abbiamo aggiunto una scintilla di forza senza intaccare la grazia e l’eleganza delle nostre GT”, conclude Christian Grande.

Invictus GT 370S

(Invictus GT 370S, l’ammiraglia sceglie il fuoribordo – Barchemagazine.com – Maggio 2020)