Il Registro Inglese e gli yacht commerciali Il Registro Inglese e gli yacht commerciali
Proseguiamo la serie di articoli dedicati alla bandiera Inglese con l’esame delle principali regole applicabili agli yacht commerciali Il Registro Inglese e gli yacht commerciali

Proseguiamo la serie di articoli dedicati alla bandiera Inglese con l’esame delle principali regole applicabili agli yacht commerciali

ANCHE GLI YACHT COMMERCIALI, COSÌ COME GLI YACHT PLEASURE, sono iscritti nella Part One del Registro UK, ma ad essi è dedicato uno specifico team di funzionari (commercial team). La procedura di registrazione è la medesima, con l’unica differenza che ai fini della registrazione sia provvisoria che definitiva, l’armatore deve fornire un valido certificato di conformità (certificate of compliance) dello yacht al codice di sicurezza commerciale applicabile (code of practice). Agli yacht di lunghezza al galleggiamento inferiore ai 24 m (Small Yachts) erano dedicati sino al 2004 ben quattro codici di sicurezza noti come Blue, Yellow, Brown and Red Codes, di cui il primo per le unità a vela, il secondo per le unità a motore, il terzo per le unità da lavoro ed il quarto per le unità che partono da un punto di partenza determinato (*). Nel 2004, al fine di armonizzare e razionalizzarne la disciplina, la MCA (Maritime and Coastguard Agency) ha riunito tutti i suddetti codici in uno unico, noto come Small Commercial Vessel Code o SCV Code (allegato alla MGN 280 (M)). Il certificato di conformità al suddetto codice, detto anche Small Commercial Vessel Certificate, può essere rilasciato dagli ispettori di MCA o dagli ispettori degli enti autorizzati da MCA, all’esito di richiesta da parte dell’armatore e di ispezione da parte dell’ispettore autorizzato. Agli yacht a motore o a vela di lunghezza al galleggiamento superiore a 24 m e stazza lorda inferiore a 3000 tonnellate (Large Yachts) adibiti al trasporto di non più di 12 passeggeri, escluso il trasporto di merci, è dedicato il Large Yacht Commercial Code o LY3 che ha sostituito la versione precedentemente nota come LY2 e che si applica, salvo che per specifiche previsioni, a tutte le nuove costruzioni iniziate dopo il 20/08/2013, mentre per le costruzioni iniziate prima di detta data continua ad applicarsi la precedente versione LY2. Il certificato di conformità al LY3 Code, detto anche LY3 Certificate of Compliance, viene emesso esclusivamente dagli ispettori MCA Red Ensign. Sia lo SCV Code che il LY3 Code disciplinano gli standard di sicurezza e le norme di prevenzione dall’inquinamento che uno yacht a seconda della propria lunghezza al galleggiamento deve possedere per poter essere utilizzato per attività di charter. La non conformità al codice di sicurezza applicabile impedisce in maniera assoluta ad uno yacht con bandiera Inglese di poter essere utilizzato per attività di charter. Gli standard richiesti soprattutto dal codice LY3 sono particolarmente elevati, pertanto, laddove un armatore intenda acquistare uno yacht esistente superiore a 24 m per adibirlo ad attività di charter con bandiera inglese, farà bene a consultare prima di procedere all’acquisto la propria società di classifica ed un ispettore dell’autorità di bandiera MCA, al fine di verificare se quello yacht è stato costruito o meno in conformità al codice. Infatti, l’entità ed il costo dei lavori necessari per convertire uno yacht da pleasure a commerciale potrebbe essere tale da rendere antieconomico l’acquisto, o addirittura la conversione potrebbe essere del tutto impossibile in quanto coinvolgente aspetti progettuali evidentemente non modificabili a posteriori. Per gli yacht da costruire, la conformità al codice LY3 costituisce non solo un presupposto essenziale per il futuro utilizzo commerciale, ma anche una caratteristica tale da incrementare in maniera significativa il valore commerciale del bene ai fini della successiva rivendita. è dunque altamente consigliabile all’armatore che negozi un contratto di costruzione di un super yacht pretendere ed ottenere che lo yacht sia costruito sotto la supervisione del MCA ai fini dell’ottenimento, al momento della consegna, del Certificato di conformità LY3.

 

UK Ship Register and commercial yachts

 We go on with the article about the British flag by examining the main rules which are applied to commercial yachts

COMMERCIAL YACHTS, LIKE PLEASURE YACHTS, ARE ALSO REGISTERED on Part One of the UK Register but a specific team (the commercial team) deals with this sector. The registration procedure is the same as the one described in the previous article with the only difference that for both provisional and final registration the applicant must supply the Register with a valid certificate of compliance of the yacht to the relevant commercial code of practice. Up to 2004 the safety regulations for yachts under 24 metres in load line length were listed in four separate codes of practice known as the Blue, Yellow, Brown and Red Codes. The first of these concerned sailing yachts, the second motor yachts, the third work boats and pilot boats and the fourth boats for sport or pleasure operating from a nominated departure point. In 2004, in order to harmonize and simplify the safety regulations for Small Yachts, the MCA – the Maritime and Coastguard Agency – merged the four codes in one unique code of practice known the Small Commercial Vessel Code or SCV Code (attached to the MGN 280 (M)). The certificate of compliance to this code, known as the Small Commercial Vessel Certificate, can be issued by inspectors from the MCA or from societies recognized and authorized by the MCA upon the owner’s application and following a satisfactory yacht survey by an authorized inspector. The safety regulations for sailing and motor yachts over 24 metres load line length and less than 3000 gross tons by volume (Large Yachts) engaged in commercial use which carry no cargo and no more than 12 passengers are listed in the Large Yacht Commercial Code or LY3 which has replaced the previous version known as LY2. Except for a few specific provisions, the new LY3 applies to all new constructions started after 20/08/2013, while new constructions which were started before that date are still subject to the previous LY2 version. The certificate of compliance to the LY3 Code, also known as the LY3 Certificate of Compliance, can be issued by MCA Red Ensign inspectors only. Both the SCV Code and the LY3 Code specify the safety standards and the anti-pollution prevention rules which a yacht must comply with depending on its water line length in order to be allowed for commercial use. Non-compliance to the applicable safety code entails categorical prohibition for a British-flagged yacht to be used for charter activities. The standards required, especially for the LY3 Code, are particularly high so if a buyer intends to purchase an existing yacht of more than 24 m on water line length for charter under British flag, he or she should first consult the yacht’s classification society and an MCA inspector to check that the yacht was built in compliance with the applicable code of practice. Indeed the volume and cost of the work necessary to convert a pleasure yacht into a commercial yacht might be prohibitively expensive or the conversion might not even be possible at all due to design issues which cannot be modified. For new yachts yet to be built, LY3 compliance is not only an essential requirement for future commercial use but is also a feature that substantially increases the value of the yacht should it be sold on. For this reason we strongly recommend that owners who are negotiating a contract for the construction of a large yacht request and obtain that the yacht is built under MCA supervision so that an LY3 Certificate of Compliance can be issued upon delivery.

(Agosto 2016)