Come è fatto il nuovo Honda BF100? La prova con il BWA 19 Sport GT Come è fatto il nuovo Honda BF100? La prova con il BWA 19 Sport GT
All’ultimo Salone di Genova, Honda ha presentato gli inediti 40 e 50 hp (sul blocco a 3 cilindri da 808 cc) e gli 80 e 100 (con il... Come è fatto il nuovo Honda BF100? La prova con il BWA 19 Sport GT

All’ultimo Salone di Genova, Honda ha presentato gli inediti 40 e 50 hp (sul blocco a 3 cilindri da 808 cc) e gli 80 e 100 (con il 4 cilindri da 1.496 cc), questo oltre ad aver fatto immaginare, grazie ad uno spettacolare concept esposto allo stand, quello che saranno i nuovi top di gamma, in arrivo  nel 2019 (dai 250 hp in su).

di Luca Sordelli, foto Andrea Muscatello

Noi abbiamo avuto l’occasione di provare il nuovo BF100 a bordo di un BWA 19 GT, ma prima dHonda BF100Aei numeri, prima di vedere come è andato il test, analizziamo  cosa è cambiato su questi nuovi propulsori. Prima di tutto l’estetica, così come sta avvenendo su tutta la gamma, più spigolosa, più muscolosa e decisamente più contemporanea. Un salto in avanti necessario e azzeccato, che culminerà appunto nell’arrivo nei nuovi 300 (e anche più) che arriveranno tra poco più di un anno (e che alcune voci di banchina dicono essere dei V8).

Per quanto riguarda  i cambiamenti sotto al cofano ci sono stati aggiornamenti nella gestione dell’elettronica, ma anche nel sistema di sostituzione degli anodi interni e di ispezione del termostato, e nella bulloneria. La base meccanica rimane invariata (ed è condivisa da 80 e 100, quest’ultimo ha in più solo il VTEC, il sistema di fasatura variabile) Per quanto riguarda l’elettronica: questa gestisce il motore in modalità  BLAST oppure Eco, il che significa variare il rapporto stechiometrico nell’ottica della massima efficienza (passando da un valore di 12,5 fino a a 18). La miscela benzina/aria diventa quindi più o meno magra a seconda che si decida di viaggiare a regime di crociera oppure si chieda al propulsore più potenza. Honda BF100A

Cambiano poi alcuni aspetti per quanto riguarda la manutenzione: questi motori (l’80/100, ma anche il 40/450) hanno un triplo sistema di raffreddamento, due di quali sono controllati da altrettanti  termostati. È stata spostata la loro posizione per facilitare la sostituzione. Inoltre  è stato creato uno sportellino apposito per agevolare il cambio dell’anodo interno da parte dello scarico. Anche la bulloneria interna è stata cambiata per migliorare la resistenza alla corrosione.

Honda BF100 (il motore più leggero della sua categoria) si è dimostrato decisamente parco nei consumi. Spiccano i valori in EcoMode, dai 3.000 ai 4.500 giri, e in particolare a 3.500 dove si ha il massimo rendimento, per un’ottimale regime di crociera economica: 1,89 miglia percorse con un litro di carburante (a 18 nodi). La normale velocità ci crociera è invece a 26,3 nodi (3.500 giri e 1,49 miglia/litro). Il minimo di planata si attesta sui 12 nodi a 2.900 giri/minuto, punta massima toccata in prova 37,1 nodi.

I prezzi sul mercato dei nuovi arrivati dalla casa di Tokyo partono dai 6.223 Euro Iva inclusa del BF 40 DK4, passando dai 6.600 del fratellone da 50 cavalli, per arrivare ai 10.50911.870 rispettivamente dell’80 e del 100.


La scheda tecnica
 Honda BF100A – La scheda tecnica
Architettura 4 cilindri OHC VTEC 16 valvole
Cilindrata 1.496 cc
Alesaggio x corsa 73 x 89,4 mm
Potenza kW/HP 73,6/100
Rapporto di riduzione 2,33
Peso a secco kg 166

BWA Sport 19’ GT –  Lunghezza f.t. 5,90 m Larghezza f.t. 2,50 m Peso a secco 500 kg Potenza massima insatllabile 150 Hp Potenza installata 100 Hp Capacità carburante 90 l

Iscriviti alla newsletter!

X