Gayle Force Vripack: ai confini del mondo Gayle Force Vripack: ai confini del mondo
Andare in Antartide non è mai un compito semplice. Anche a bordo di una nave da spedizione, i rischi sono moltissimi. Il capitano Scott... Gayle Force Vripack: ai confini del mondo

Andare in Antartide non è mai un compito semplice. Anche a bordo di una nave da spedizione, i rischi sono moltissimi. Il capitano Scott Whittaker ha navigato fino al Polo Sud con un esploratore di 29 metri – la più piccola barca privata con bandiera Marshall Island ad avventurarsi nella penisola meridionale – progettata da Vripack.

Scott Whittaker è cresciuto navigando. Con 30 anni di esperienza nel settore nautico alle spalle, ci sono pochi luoghi al mondo dove non ha mai viaggiato. Tuttavia, quando Wayne e Gayle Laufer, proprietari della 29m Gayle Force (ex Patriot), gli hanno chiesto di vedere le regioni selvagge dell’Antartide, ha subito accettato questa nuova sfida.

Costruito nei Paesi Bassi nel 2003 da Bloemsma & Van Breemen, Gayle Force fa parte della serie Doggersbank Offshore di Vripack, che incarna la filosofia progettuale di Vripack: creare yacht sicuri e durevoli con interni confortevoli.

Per Whittaker la vera avventura ha avuto inizio molto prima del viaggio stesso, con 20 mesi trascorsi in cantiere per “decomplicare” i numerosi cambiamenti che si erano accumulati nel tempo. “Una delle cose più importanti in cui Vripack ci ha aiutato è stato il rapporto peso/equilibrio. Abbiamo finito per togliere circa 25.000 libbre dalla prua e abbiamo sostituito l’inutilmente grande catena di ancoraggio da 23 mm con la versione originale da 16 mm”, dice. “Abbiamo anche convertito la sala equipaggio in una terza cabina ospiti e, cosa importante, abbiamo aggiunto stabilizzatori zero speed. Credo davvero che con una barca da spedizione, l’unica protezione che si ha è quella di poter rallentare fino a 3-4 nodi, rimanere in sicurezza e continuare a navigare – è queso la Gayle Force lo sa fare davvero bene”

vripack

Il Capitano Scott Whittaker

Nelle vaste acque intorno alla Patagonia, la spedizione ha incontrato “venti implacabili e mare mosso, che hanno reso il viaggio parecchio movimentato, sia per lo yacht che per l’equipaggio a bordo”. Anche il capitano Scott ha tollerato la sua discreta parte di avversità, avendo scelto di dormire sul ponte in un sacco a pelo. I Laufers sono un esempio degli ambiziosi e visionari clienti che Vripack attira, e quindi, nonostante i 70 anni di età, le condizioni difficili non hanno fatto altro che aumentare il loro entusiasmo. “Wayne è un vecchio avventuriero, e non faceva poi così freddo”, dice Whittaker. ” Il clima più freddo che abbiamo riscontrato era intorno a -26, e col vento la temperatura percepita si abbassava ulteriormente”.

Numerosi gli avvistamenti da parte dell’equipaggio di fauna selvatica, con megattere e balene blu in abbondanza, pinguini e foche. Il momento clou per il capitano Whittaker, tuttavia, sono state le due notti trascorse alla deriva con il ghiaccio nello stretto di Gerlache.

La prossima fase del viaggio vedrà Gayle Force dirigersi verso le isole Robinson Crusoe, prima di passare alle Galapagos e alle isole Cocos. Sia per i Laufers che per il capitano Scott Whittaker, un elemento chiave del divertimento è impiegare la Gayle Force per fare ciò per cui è stata costruita.“Nel 2003 Gayle Force era l’imbarcazione tecnologicamente più avanzata con meno di 30 metri di lunghezza, quindi è interessante vedere cosa sta facendo ora”, dice Whittaker.

Dal 1961, Vripack è stata coinvolta in più di 7.400 progetti, dalle barche più piccole a quelle più grandi, sia per quanto riguarda l’interior design che per lo styling esterno.

 

  • Gayle Force - 03
  • Gayle Force - 05
  • Gayle Force - 06
  • Gayle Force - 07
  • Gayle Force - 12
  • Gayle Force - 15