Garmin, la forza dei numeri Garmin, la forza dei numeri
Chartplotter, piloti automatici, telecamere, ma anche una nuova cartografia e un comunicatore satellitare bidirezionale ultra compatto, l’offerta di novità di Garmin per la stagione... Garmin, la forza dei numeri

Chartplotter, piloti automatici, telecamere, ma anche una nuova cartografia e un comunicatore satellitare bidirezionale ultra compatto, l’offerta di novità di Garmin per la stagione è notevole. Parola d’ordine? Offrire sempre più contenuti e una costante connessione alla rete

di Luca Sordelli

 In che direzione si va? È il mondo delle auto ad indicare la strada– a parlare è Andrea D’Amato da qualche mese EMEA Business Development Manager di Garmin Marinepiù display e tutti customizzabili. Bisogna andare sempre più incontro alle specifiche esigenze degli armatori, di chi va per mare. L’obiettivo è aumentare la qualità e la quantità dei contenuti da mettere a disposizione. Il tutto ovviamente sulla base di una costante connessione alla rete». Questo è un mondo che D’Amato conosce bene, prima di approdare alla sua carica a livello EMEA di Garmin è stato Sales & Marketing Manager Garmin Marine Italia, dove in sei anni di lavoro è arrivato a triplicare il fatturato della divisione Marine.

«Gli altri punti fermi sono poi garantire sempre più “vetro”, quindi pannelli a filo con la plancia, integrati con il design della postazione di guida, e comandi touch screen. Ma – ribadisce D’Amatoi display sono ormai solo la punta dell’iceberg. Quello che conta è prima di tutto quello che c’è dietro, i contenuti».

 

Non a caso il colosso americano, che nel 2018 è cresciuto a livello globale del 18%, ha portato avanti negli ultimi anni una massiccia campagna di accordi strategici e acquisizioni, come quelle di Fusion, EmpirBus, KVH e Navionics. Proprio dall’accordo con quest’ultima è emersa la più interessante delle molte novità che Garmin ha presentato prima al salone di Fort Lauderdale e poi al Mets di Amsterdam e ha in programma di lanciare sul mercato quest’anno: «La nuova cartografia nautica BlueChart g3 e BlueChart g3 Vision riesce a mettere insieme il meglio della tecnologia e dell’esperienza di Garmin con la definizione e i dati Navionics. Offre livelli di dettaglio notevoli. Credo che per i diportisti e per chiunque vada in mare rappresenti un notevole passo in avanti per migliorare l’esperienza del navigare».

Cosa altro ha in serbo Garmin per il 2019? Molto, a partire dalla nuova serie di chartplotter GPSMAP 8400 (nella foto di apertura) che ha un wide display Full HD multitouch nelle versioni da 10”, 12” e 16”, che vanno ad affiancare quelle da 17”, 22” e 24”, ed è dotata di un nuovo e potente processore. Possono essere installati a incasso o a filo e sono disponibili anche nella versione xsv, con modulo ecoscandaglio integrato CHIRP da 1kW a doppio canale.

La casa americana ha lanciato anche  inReach Mini, comunicatore satellitare bidirezionale, nuova e più compatta versione di InReach Explorer che ha ottenuto nelle ultime stagioni un notevole successo sul mercato. Tramite copertura satellitare globale Iridium, sottoscrivendo un abbonamento dedicato, consente di avere una comunicazione da ogni luogo del mondo, inviando e ricevendo messaggi di testo ed e-mail e dispone di una funzione SOS attiva 24 ore 7 giorni su 7 direttamente collegata al centro di coordinamento emergenze internazionale GEOS.

InReach Mini costa 399 Euro IVA inclusa, pesa solo 100 grammi e ha un grado di impermeabilità IPX7. È dotato di una batteria interna ricaricabile al litio, che garantisce fino a 50 ore di autonomia con invio del rilevamento del percorso ogni 10 minuti, arrivando fino a un anno in modalità stand by.

Il nuovo telecomando per pilota automatico Garmin è invece impermeabile e galleggiante, ed è dotato di un display a colori molto luminoso leggibile anche sotto la luce diretta del sole. Costa 349 Euro IVA inclusa ed è dotato della funzione che permette di controllare la direzione da tenere o eventuali correzioni di rotta semplicemente puntandolo nella direzione desiderata.

C’è poi GRID 20, tastiera a comando remoto che si integra con la Garmin Marine Network permettendo di controllare tutti i chartplotter installati a bordo, grazie anche ad un joystick a 360°. Si può collegare al sistema Garmin via NMEA 2000 o wireless. È possibile alimentarlo grazie al cavo dedicato incluso nella confezione o tramite due normali pile stilo.

Infine, altra novità Garmin per il 2019 è la GC 200, telecamera IP di dim ensioni ridotte pensata sia per aumentare la sicurezza delle manovre in porto che per il monitoraggio della sala macchine, delle attività di bordo e delle aree esterne all’imbarcazione.
Le immagini possono essere visualizzate sui display o chartplotter compatibili, sia in condizioni di alta che di bassa luminosità. Si possono visualizzare i contenuti fino a quattro telecamere contemporaneamente su un singolo chartplotter oppure condividere le immagini tra i diversi display installati a bordo.

 

 

 

 

 

(Garmin, la forza dei numeri – Barchemagazine.com – Marzo 2019)