Gallinea, make it easy! La semplificazione al servizio della nautica Gallinea, make it easy! La semplificazione al servizio della nautica
La filosofia di Gallinea? Innovare non solo per stare al passo con i tempi, ma anche per rendere la vita più facile a chi... Gallinea, make it easy! La semplificazione al servizio della nautica

La filosofia di Gallinea? Innovare non solo per stare al passo con i tempi, ma anche per rendere la vita più facile a chi costruisce una barca. E i benefici si riflettono anche ad armatori e comandanti. La storia di un’azienda all’avanguardia nella progettazione, costruzione  e distribuzione di componenti e sistemi elettrici ed elettronici di bordo. 

di Niccolò Volpati – foto Andrea Muscatello

 «Tutto merito di mio papà, una persona molto creativa, racconta Andrea Gallinea, ancora oggi ci tiene sotto controllo». Gallinea, infatti, è come una trattoria sulla Via Emilia: a conduzione famigliare. Oltre al papà fondatore ci sono i figli, Andrea e Manuela. Il primo è responsabile tecnico e commerciale, mentre la seconda si occupa dell’amministrazione.

«Da piccolo– prosegue Andrea – abitavo a Paratico, sul Lago d’Iseo, e dalle finestre di casa vedevo i cantieri Riva. Quella è stata la mia fonte d’ispirazione. L’idea di poter fornire un cantiere così prestigioso è stata la scintilla che ci ha spinto». Facciamo un passo indietro, perché la storia di questa azienda è lunga, inizia nel 1959 e solo conoscendola si può comprendere come sia arrivata al successo di questi anni.

GALLINEA

«Papà faceva l’elettrauto e si è sempre chiesto se quello che si usava per le auto potesse andare bene anche per le barche, spiega Andrea Gallinea. Non sono i cantieri che l’hanno cercato, ma è lui che si è proposto». Quando si dice che la nautica da diporto trae ispirazione dall’automotive… E così, alla fine degli anni ’50, all’officina da elettrauto si aggiunge l’attività per i cantieri nautici. Cablaggi, relè, fari e tromba. L’impianto elettrico nudo e crudo, insomma, ma verso la metà degli anni ’80, Gallinea comincia a realizzare centraline idrauliche per le passerelle.

Dopo poco tempo realizza il suo primo impianto tergicristallo.«Il primo progetto per un braccio tergicristallo fu vistato da Norberto Ferretti che dava il suo assenso per l’acquisto. Per me fu una soddisfazione enorme», ricorda Andrea Gallinea. In poco tempo le richieste aumentarono e al Gruppo Ferretti si aggiunse Azimut e molti altri grandi cantieri.

Andrea ci spiega così il segreto di questo successo:«Mi piace andare nei cantieri, salire a bordo delle barche in costruzione e parlare con gli uffici tecnici. Un buon prodotto deve essere anche facile da montare. Se vuoi diventare un fornitore apprezzato dall’ufficio tecnico, devi realizzare un oggetto capace di semplificare la vita a chi sta costruendo una barca. Non un problema in più, ma, al contrario, uno in meno».

L’esempio più esemplificativo sono stati i blower. «Prima che iniziassimo la nostra produzione i cantieri si dovevano adoperare per adattare la ventola al condotto che si trovava in sala macchine. A noi è venuta una semplice idea, ovvero quella di fornire un blower pre-assemblato con un adattatore che fosse facile e veloce da montare». Ed è così anche per gli alza monitor, altro prodotto Gallinea molto richiesto, tanto che ultimamente hanno creato la iBoat automation per la produzione e sviluppo di tutte le movimentazioni.

GALLINEA

La semplificazione, in questo caso, deriva dal fatto che il cantiere fornisce le specifiche del mobiletto e Gallinea inserisce all’interno l’alza monitor. Sono in grado di movimentare qualsiasi tipo di display, l’ultimo che hanno realizzato è addirittura per un 85 pollici e, compresa la lastra di marmo di copertura, si arriva a oggetti che pesano 130 kg.La gamma prevede qualsiasi tipo di movimentazione: alto/basso, sinistra/destra e rotazione. Ci sono anche alza monitor per esterni e stagni, ideali per chi intende montare la TV sul fly o in pozzetto.

Il segreto è quindi farsi apprezzare dagli uffici tecnici e per ottenere questo risultato serve un alto livello di customizzazione, senza tralasciare l’ingegnerizzazione. «Nei tergicristalli, per esempio, il 70% è prodotto di serie e il restante 30% dell’oggetto è la parte custom». Un prodotto custom si riesce ad adattare alle esigenze di un cantiere o di un designer, ma se fosse solo su misura avrebbe un costo elevato.

Serve la parte di produzione in serie per riuscire a fornire un prodotto concorrenziale anche dal punto di vista del prezzo. L’equilibrio tra questi due fattori è dunque fondamentale per soddisfare un cantiere e l’apprezzamento arriva dall’ufficio tecnico e da quello commerciale, solitamente attento ad evitare che i costi delle forniture salgano troppo.

Ma il successo di Gallinea si spiega anche con due altre caratteristiche: qualità delle componenti e innovazione. Continua Andrea Gallinea: «Tutto quello che facciamo è rigorosamente Made in Italy. Acciaio, carpenteria, motori elettrici, centraline elettroniche. Tutto, ma proprio tutto, è prodotto in Italia. Progettiamo all’interno dell’azienda, poi esternalizziamo la produzione dei componenti a fornitori selezionati e, infine, tutto rientra in sede per l’assemblaggio e il collaudo finale».GALLINEA

Anche l’innovazione segue la filosofia della risoluzione dei problemi. Le nuove centraline degli impianti tergicristallo, per esempio, non sono solo capaci di comunicare con l’elettronica di bordo, ma c’è dell’altro. Le centraline permettono anche di effettuare una diagnostica da remoto. Le barche, soprattutto i mega yacht, sono ovunque nel mondo e quindi non è facile garantire un’assistenza capillare a tutte le latitudini. Con queste nuove centraline l’azienda, l’armatore e il comandante sanno subito se c’è qualcosa che non funziona nell’impianto e quindi quale pezzo di ricambio inviare al cantiere che si occupa dell’assistenza o direttamente a bordo, se la barca è in navigazione in giro per il mondo. Questa logica di autodiagnosi è presente anche per le centraline che gestiscono le movimentazioni dei lift.

(Novembre 2018)

  • GALLINEA _ANMU3012
  • GALLINEA _ANMU2847
  • GALLINEA _ANMU2902
  • GALLINEA _ANMU3021 corretta