Fountaine Pajot, pioggia di novità in arrivo Fountaine Pajot, pioggia di novità in arrivo
Tre a vela e una a motore, tutte su due scafi, il cantiere francese Fountaine Pajot si è presentato a Cannes con tante novità per... Fountaine Pajot, pioggia di novità in arrivo

Tre a vela e una a motore, tutte su due scafi, il cantiere francese Fountaine Pajot si è presentato a Cannes con tante novità per ampliare ancora la gamma dei suoi catamarani, a partire dalla nuova ammiraglia Alegria 67.

Il 2018 per Fountaine Pajot è un anno importante. Quello della svolta. Gli investimenti sono stati molti, prima in una società di charter che gestisce i suoi catamarani e poi nell’acquisizione del pacchetto di maggioranza del cantiere Dufour. Nonostante questo per il 2018 e il 2019 sono in arrivo ben quattro modelli nuovi, tre a vela e uno a motore.

Al salone di Cannes in acqua c’è l’ammiraglia: Alegria 67 (nella foto di apertura). Un mega catamarano che misura più di venti metri di lunghezza, progettato dallo studio Berret Racopeau. Per farsi un’idea delle dimensioni possiamo dire che il pozzetto misura 36 mq, la dinette 39 e i due motori sono da ben 150 cv ciascuno.

Fountain Pajot

Alegria 67

Ma più dei numeri, forse, è sufficiente menzionare il fatto che a prua, in coperta, c’è una vasca idromassaggio.Tre i possibili layout, da quello più armatoriale con 3 cabine ospiti e una “suite” per il proprietario, fino a quella per il charter con sei cabine, tre per ogni scafo, passando da una versione intermedia con cinque cabine. Il costo è di circa due milioni e mezzo di Euro, ma questo non sembra essere un problema, dato, che prima ancora della presentazione ufficiale, ne sono state vendute dieci.

 

Astrea

Altro grande successo è stato Astréa 42, presentato la prima volta pochi mesi fa alla Gran Motte. Grazie ai suoi 12 metri e mezzo di lunghezza e al suoi piano velico da 106 mq, coniuga volumi e prestazioni. La terza novità a vela è in divenire. Per il 2019, infatti, a maggio, è previsto il varto del nuovo catamarano da 45 piedi che prenderà il posto del “vecchio” Helia 44.

Non poteva mancare una novità a motore, visto la grande richiesta di trawler che proviene sia dal mercato del charter, sia da quello “armatoriale”. A Düsseldorf a gennaio sarà presentato MY40 che andrà a completare la gamma, oggi composta da un modello da 37 e uno da 44 piedi. MY40 sarà lungo 12,20 metri e avrà due diverse motorizzazioni IPS. Con il 400 è prevista una velocità massima di circa 25 nodi, mentre con gli IPS 500, la velocità di punta dovrebbe arrivare a 28.

Fountain Pajot

MY 40