F33 Fairline – Prime impressioni di navigazione. Largo ai giovani! F33 Fairline – Prime impressioni di navigazione. Largo ai giovani!
Veloce, sportiva, ideale per i weekend, con F33 Fairline realizza  un entry level che non è solamente una versione più piccola dei suoi modelli... F33 Fairline – Prime impressioni di navigazione. Largo ai giovani!

Veloce, sportiva, ideale per i weekend, con F33 Fairline realizza  un entry level che non è solamente una versione più piccola dei suoi modelli di punta

di Niccolò Volpati

Appena uscita dal cantiere ha partecipato a un party in suo onore sulle acque del Tamigi. Non ha quasi avuto il tempo di brindare che è dovuta correre a Cannes e poi a Genova per i saloni nautici e, infine, qualche giorno di meritato riposo prima delle prove in mare in Mediterraneo. Abbiamo avuto la possibilità di testarla a lungo nel Golfo di Cannes e la prova completa la troverete sulle pagine di Barche, ma siamo impazienti di raccontarvi le prime impressioni.

Fairline

È una barca diversa da come ti aspetteresti un Fairline. Non è solo più piccola, è anche diversa dai fly e dagli hard top che realizza il cantiere. Gli inglesi sembrano darsi battaglia nella fascia entry level. Ha iniziato Princess con l’R35 tutto in carbonio, poi Sunseeker con un 38’ super veloce e, infine, è arrivato F33 di Fairline che è molto veloce, ma non così estremo.

Con due Volvo da 440 cv a benzina abbiamo superato i 47 nodi, nonostante un mare increspato e piuttosto fastidioso. Al minimo di planata la velocità è stata di 14 nodi e mezzo, così il range delle andature da crociera ha un’ampiezza di più di 30 nodi. 

A 25 nodi di velocità, gli strumenti indicavano 84 litri/ora totali, con un consumo di 3,4 litri per percorrere un miglio. Stesso valore, quello di 3,4 litri, anche a 30 nodi di velocità, con un consumo istantaneo di 103 litri/ora.

L’allestimento della coperta è versatile. Si trasforma, grazie a movimentazioni elettriche del tavolino del pozzetto e a schienali ribaltabili, da un’area living a una zona prendisole. E non manca la cabina con locale WC separato sottocoperta.

Tante le opzioni per la motorizzazione: si possono scegliere potenze più contenute per chi non è interessato a volare a 50 nodi e anche il tipo di carburante. F33, infatti, si candida, oltre che come day cruiser o weekender, anche come tender di un mega yacht. Per questo, la motorizzazione diesel è sicuramente più appropriata, perché consente di non avere una tipologia differente di carburante da quello del motore principale.