Eleva Yachts, The Fifty: buona la prima Eleva Yachts, The Fifty: buona la prima
 The Fifty è il primo modello di Eleva Yachts, una new entry nel mondo della vela. A giudicare dal risultato, è facile immaginare che... Eleva Yachts, The Fifty: buona la prima

 The Fifty è il primo modello di Eleva Yachts, una new entry nel mondo della vela. A giudicare dal risultato, è facile immaginare che ne arriveranno altri, magari un po’ più grandi 

di Niccolò Volpati, foto di Andrea Muscatello

La prima volta l’ho vista in cantiere, quando una buona parte era ancora un mockup. Poi l’ho vista in acqua ai saloni di Cannes e di Genova, ma senza speranza di poter mollare gli ormeggi. Attirava l’attenzione e spesso in banchina c’era la fila per poterla visitare. ELEVA YACHTS tah fifty

La curiosità di testare le performance in mare del primo modello di Eleva Yachts è alta. Anche perché, lo ammetto, interni e coperta mi sono piaciuti molto. Usciamo dal bacino di Viareggio, costeggiamo un buon numero di Perini ormeggiati all’inglese e ci troviamo fuori dal porto. Le condizioni sono estreme, nel senso che c’è pochissima aria. Estreme per una barca che, ancorché veloce, è pur sempre da crociera.

Saprà muoversi anche con meno di 5 nodi di vento reale o siamo destinati a galleggiare?

La risposta giusta è la prima. Anche se l‘aria è poca, la velocità della barca, registrata dal SOG, è di poco inferiore. Una performance di tutto rispetto. Merito sicuramente delle linee d’acqua disegnate da Giovanni Ceccarelli e anche del piano velico. La randa è molto allunata, forse perfino troppo. In questo modo la superficie della tela è maggiore, ma quando si vira con poco vento, la vela rischia perfino di rimanere incastrata nel paterazzo.

Allontanandoci dalla costa il vento rinforza. Sale fino a sette e otto nodi di reale. L’ideale per divertirsi. Proseguiamo di bolina a vele bianche. La barca stringe bene, non s’inchioda nemmeno quando risaliamo fino a 30° di apparente. Appena entra un po’ d’aria, The Fifty reagisce come ti aspetti. Sente la raffica e accelera con prontezza. Stabile in rotta.

Provo a mollare le mani dal timone e la barca non scappa all’orza. È arrivato il momento di passare al gennaker. La velocità aumenta ancora anche perché l’intensità del vento è ora stabilmente sopra agli otto nodi.

Al traverso andiamo a più di sette e quando stringiamo al massimo arriviamo a superare perfino gli otto nodi. È una barca veloce, non c’è dubbio. Ma The Fifty non è solo questo. È anche facile da condurre e non solo perché tutte le manovre sono rinviate in pozzetto e a portata di mano.

È facile da condurre perché si ha subito la sensazione che sia semplice prendere il passo giusto.ELEVA YACHTS the fifty

Ci sono belle barche, anche molto veloci, che però s’inchiodano se sbagli la rotta di 5 gradi. O sei davvero un mago al timone oppure ti serve un personal trainer, magari con esperienza in Coppa America, che continua a suggerirti all’orecchio: orza leggermente, adesso poggia, ma The Fifty non è così. Anche se non sei un timoniere pluridecorato, riesci a divertiti e a raggiungere ottime performance sottovela.

Sottocoperta la dinette è particolarmente piacevole sia per le tante aperture che consentono di vedere fuori, sia perché sembra davvero ampia. Merito anche di alcuni piccoli accorgimenti “visivi”.

Dietro gli schienali dei divanetti, per esempio, non c’è subito la paratia, ma altro spazio, così si percepisce un volume maggiore rispetto a quello che è veramente. La barca è larga perché il baglio supera i quattro metri, la sensazione però, stando seduti nel quadrato, è quella di essere a bordo di uno scafo di dimensioni maggiori.

I volumi, in generale, sono notevoli. Lo si percepisce in particolare nella cabina armatoriale di prua. Merito della sheerline che si nota soprattutto in coperta percorrendo i passavanti laterali.

Verso prua, infatti, il piano di calpestio sale in modo da regalare più abitabilità alla cabina sottostante. Questa è una soluzione che mi è piaciuta molto, anche se alcuni puristi storcono il naso perché non concepiscono un piano di calpestio che non sia tutto alla stessa altezza. Peggio per loro.

I vantaggi sono evidenti, anche perché si ottengono grandi volumi senza costruire una tuga che spunti eccessivamente dalle murate. Anche la coperta mi è piaciuta molto. È quasi estrema, nel senso che scotte e drizze sono così ben nascoste sotto la tuga che sembra quasi che la barca non sia stata armata.

L’unica cosa che non mi ha convinto è l’estrema prua della tuga perché spunta di circa dieci centimetri rispetto al livello della coperta.

Forse si poteva far coincidere con il piano di calpestio ottenuto dalla sheerline. Evitare quella sorta di gradino, avrebbe significato disinnescare un potenziale pericolo che potrebbe fare strage di alluci e di qualsiasi altro dito del piede. Resta solo di testare il motore.

Si tratta di un Volvo Penta D2 da 75 cv con piede saildrive ed elica a tre pale abbattibili. Spinge molto, tanto che a 2000 giri il Gps segna già 9 nodi di velocità. Buona anche l’insonorizzazione del vano motore visto che il fonometro nella cabina di poppa ha registrato valori compresi tra 60 e 75 dB(A). E anche questo contribuisce ad aumentare il comfort in navigazione.

The Fifty – Eleva Yachts

Progetto: Ceccarelli Yacht Design
Scafo: Lunghezza fuori tutto 16,50 m • lunghezza al galleggiamento 13,85 m • lunghezza scafo 15,24 m • baglio massimo 4,86 m • pescaggio standard 2,87 m • pescaggio ridotto 2,45 m • dislocamento a secco 10.500 kg • dislocamento a pieno carico 12.900 kg • zavorra 3.900 kg • superficie velica 154 m2 • randa 88 m2 • genoa 66 m2 • gennaker 240 m2 • serbatoio acqua 510 litri • serbatoio carburante 270 litri
Motore: Volvo D2 75 • potenza 55 kW • regime di rotazione max 3.000 giri/minuto • 4 cilindri • cilindrata 2,2 litri • piede saildrive • elica 3 pale abbattibili
Certificazione: CE cat. A

ELEVA YACHTS – CARBON LINE SRL
Via Papiria 63
Fano (PU)
+39 0721 1542160
www.elevayachts.com

(Gennaio 2018)

  • ELEVA YACHTS – The Fifty_2Y2A1813
  • ELEVA YACHTS – The Fifty_ANMU0295
  • ELEVA YACHTS – The Fifty_ANMU0240
  • ELEVA YACHTS – The Fifty_2Y2A1791
  • ELEVA YACHTS – The Fifty_ANMU0288
  • ELEVA YACHTS – The Fifty_ANMU0203
  • ELEVA YACHTS – The Fifty_ANMU0455
  • ELEVA YACHTS – The Fifty_ANMU9953