Dante O. Benini e Sarnico Spider Dante O. Benini e Sarnico Spider
Materiali di primo livello, sfruttamento ottimale del layout interno e domotica sono i tre punti di lavoro essenziali che caratterizzano questa singolare versione firmata... Dante O. Benini e Sarnico Spider

Spirito anticonformista
Materiali di primo livello, sfruttamento ottimale del layout interno e domotica sono i tre punti di lavoro essenziali che caratterizzano questa singolare versione firmata Dante O. Benini & Partners Architects
di Silvia Montagna

«Una “macchina” estremamente sportiva e di classe con la quale non hai alcun timore reverenziale quando ti accosti a barche più grandi». Queste le parole che riassumono l’intento di progetto di Dante O. Benini, architetto di fama internazionale che firma, insieme al suo studio e in collaborazione con i cantieri di Sarnico, la Special Edition del Sarnico Spider.
In questa versione sono state introdotte originali novità stilistiche negli interni. La compartimentazione, infatti, prevede un ambiente praticamente open che però può essere diviso in cabina matrimoniale e quadrato attraverso un gioco di ventagli scorrevoli. «Con Luca Donzo abbiamo immaginato una coppia che vive in libertà uno spazio senza la percezione dei limiti e senza vincoli: il letto è anche divano, mentre la dinette è full space per il piacere di condividere una conversazione in uno spazio che inizia dalla scaletta di poppa, con una continuità senza interruzioni, fino al vertice di prua», ci dice l’architetto che aggiunge: «Questa coppia però potrebbe avere anche dei bambini e allora, a poppa, è stata pensata una cabina, raggiungibile sollevando la scala interna, con due letti separati e un bagno. Altrimenti questo ambiente può essere utilizzato per un marinaio o come storage a cui si accede direttamente dal pozzetto».
Molto curato tutto ciò che concerne i materiali, le fatture e le rifiniture, territorio di due specialisti che collaborano con lo studio da anni: Denise Viviani, interior decorator, e Ivano Redaelli, produttore di arredamenti.
Gli arredi in ambra specchiata e acidata e i tessuti color tortora disegnano un ambiente contemporaneo, non prettamente nautico.
L’uso di ogni materiale segue una precisa filosofia funzionale e di concetto, dice Benini: «Il cuoio che invecchia ma non perde la sua bellezza, il policarbonato per la cucina che invece non si riga, le sete e la pelle che sono materiali preziosi, il palissandro lavorato che trasmette la maestria degli ebanisti del cantiere. Il soffitto, poi, è stato cannettato, tecnica che regala un gioco di trasparenze e nello stesso tempo diventa una barriera acustica molto efficace… il tutto è assemblato come piatti di uno chef di livello internazionale».
A tutto questo si aggiungono una particolare attenzione verso l’illuminazione interna, che attraverso un sofisticato sistema crea diverse atmosfere a seconda di come si vuole vivere l’ambiente e l’equipaggiamento tecnico. Quest’ultimo, dettato dal cantiere, è composto da due motori turbodiesel Yanmar da 480 cavalli e propulsioni ZF pod drive che consentono efficienza e facile manovrabilità attraverso il joystick.
La livrea è dipinta con tonalità cromatiche dal moka all’oro che definiscono questa edizione speciale.

La scheda
Costruttore Cantieri di Sarnico, tel. 030 7461165, [email protected], www.cantieridisarnico.it
Progetto Victory Design (carena) • Nuvolari e Lenard (esterni) • Studio Dante O. Benini & Partners Architects
Scafo Lunghezza f.t. m 13,43 • lunghezza scafo m 13,07 • larghezza m 4,16 • immersione m 1,1 • peso a secco kg 11.500 • materiale vetroresina • riserva carburante lt 1.100 • riserva acqua lt 350 • posti letto 4 • bagni 2 • numero max persone imbarcabili 10
Motori Due Yanmar 6LY3- Etp • potenza cv 480 (353 kW) • 6 cilindri in linea • cilindrata 5.813 cc • propulsioni Zf pod drive • velocità max 40 nodi • velocità di crociera 35 nodi