Custom Line 106, abbattere i confini tra il dentro e il fuori Custom Line 106, abbattere i confini tra il dentro e il fuori
Presentato al Miami Yacht Show 2018, il Custom Line 106 debutterà alla fine dell’anno. Realizzato in vtr è il secondo modello disegnato da Francesco... Custom Line 106, abbattere i confini tra il dentro e il fuori

Presentato al Miami Yacht Show 2018, il Custom Line 106 debutterà alla fine dell’anno. Realizzato in vtr è il secondo modello disegnato da Francesco Paszkowski Design.

Il progettista milanese (ma toscano toscano d’adozione) ha raccontato così il carattere stilistico del nuovo  modello: “Sorella più piccola del 120’, il nuovo 106 ripropone gli stessi stilemi nel segno del rinnovo e della continuità alla base della filosofia progettuale del Custom Line 120’, il primo modello della nuova gamma planante affidata per il restyling al nostro studio. Fondamentale anche questa volta in questo percorso la collaborazione con Ferretti Group Strategic Product Committee and Engineering Department”.  Custom Line 106 33

E sempre come era avvenuto come per il modello più grande, anche per il Custom Line 106  la parte relativa agli interni, sia il layout che il décor sono stati sviluppati in collaborazione con l’architetto Margherita Casprini. In uno stile che si spira ai codici dell’arredamento domestico di lusso.

Nel progetto del nuovo 106’ –  ha proseguito Paszkowski – sono stati enfatizzati alcuni tratti distintivi del marchio ed introdotti elementi stilistici nuovi, una sintesi focalizzata ad abbattere i confini fra esterno ed interno come è evidente in più punti. Le nuove soluzioni tecniche e l’intero progetto delle linee esterne e interne sono strettamente legati fra loro come parti di un unico impianto architettonico, in cui forma e funzione sono perfettamente bilanciati”.

Custom Line 106 44La suite armatoriale a tutto baglio a estrema prua del main-deck: con 6,50 m di larghezza è dotata anche di  zone storage, due dressing room, un grande bagno con doppi servizi e una doccia centrale. Su richiesta, l’ambiente può installare un terrazzino panoramico.

Lungo la murata di sinistra, sempre sul ponte  principale, ci sono l’accesso alla cucina, all’area equipaggio (composta dalla cabina comandante con bagno e doccia separata, e da due cabine marinaio con bagno separato), e alla plancia integrata rialzata.

Sul ponte inferiore, il layout prevede 4 cabine standard: 2 VIP a centro barca, e 2 twin a prua, tutte con bagno separato.

Nelle cabine VIP i letti sono rivolti a murata per esaltare la visuale delle grandi finestrature a scafo, mentre le 2 twin offrono la possibilità di installare un ulteriore pullman bed opzionale

Esternamente la linea slanciata dello yacht – prosegue sempre Francesco Paszkowski nel suo commento al  Custom Line 106 – è stata rinforzata dalla fascia unica di finestrature a scafo e sul ponte principale, mentre l’assenza della falchetta, lo studio complessivo di vetrate “maggiorate” sottolineano la volontà di enfatizzare il comfort a bordo attraverso un contatto più ravvicinato con il mare“. Custom Line 106

Per quanto riguarda il contenuto tecnico del progetto un’innovazione sostanziale è la sovrastruttura rialzata rispetto alla coperta. Le finestrature laterali, cielo-terra, trasformano il salone in una terrazza panoramica che offre una vista ineguagliabile. La zona a poppa del living, normalmente poco sfruttata, diventa una grande area esterno-interno, concepita come una lounge rivestita in teak e arredata in stile con gli interni, con il divano con seduta da entrambi i lati come elemento principale ed enfatizza ulteriormente la volontà di unire esterno ed interno, già espressa con l’assenza della falchetta e lo studio complessivo delle vetrate“.

In sala macchine Custom Line 106 può montare una coppia di propulsori MTU 16V 2.217 hp ciascuno, come installazione standard, e la velocità massima di progetto in questo caso è di 23 nodi, oppure due MTU 16V della potenza di 2.638 hp, e in questo caso si potranno raggiungere i 26 nodi. Sono previste, nella versione standard, le pinne stabilizzatrici elettroidrauliche. Su richiesta, si possono avere anche gli stabilizzatori giroscopici.

Infine, sono stati ulteriormente ampliati anche gli spazi da vivere all’aria aperta a prua, una caratteristica già da tempo presente a bordo delle imbarcazioni del marchio ed apprezzata da chi sceglie Custom Line.

Sull’upper deck, l’area relax può essere riparata dal sole grazie a un bimini a scomparsa nell’hard top, mentre l’area a prua si trasforma in un ulteriore spazio attrezzato da vivere.